Meno contagi ma non è finita: presto ci sarà il picco dei decessi

La curva della pandemia in Italia cala leggermente. L'esperto: "Il picco dei contagi superato il 20 marzo, entro il 30 dovrebbe arrivare anche quello dei morti". Ma il vice di Borrelli avvisa: "Non abbassiamo la guardia"

Il Covid-19 non si ferma. Ma rallenta. I dati dei decessi e dei contagi rivelano una lieve curva verso il basso, che fa sperare, anche se è ancora presto per pensare che il peggio sia passato. Ieri, i morti in un solo giorno sono stati 683, 60 in meno rispetto al giorno prima, quando erano state registrate 743 vittime. Numeri ancora alti, ma in lieve calo. E, secondo alcuni analisti, il picco relativo alle vittime potrebbe essere vicino.

La pensa così il fisico Fabrizio Nicastro dell'Inaf (Istituto nazionale di astrofisica), che su Facebook condivide statistiche e modelli riguardanti la curva del nuovo coronavirus. Secondo Nicastro, il picco di morti potrebbe arrivare entro il 30 marzo. Per il momento, in Italia siamo arrivati a 7.503 decessi e nella sola Lombardia i dati superano quelli cinesi, dato che nella Regione si contano 4.474 vittime. I morti che di questi giorni sono quelli contagiati due settimane fa.

Anche i nuovi contagi iniziano a diminuire. Secondo Nicastro, infatti, il picco per i rilevati positivi sembrerebbe essere già stato superato il 20 marzo e ora la curva è calante. Il totale dei positivi, infatti sale a 74.386 casi, con un incremento del 7,53%, meno rispetto agli ultimi giorni e, come specifica il Fatto quotidiano, il secondo più basso dall'inizio dell'epidemia.

Questi numeri, però, sono da prendere con le pinze. Infatti, secondo gli esperti, oltre ai contagiati sintomatici, ci sono anche gli asintomatici, che sono comunque contagiosi, e quelli a cui non è stato fatto il tampone: casi che, quindi, non compaiono tra i dati che la protezione civile fornisce ogni sera. A lanciare l'allarme era stato il virologo Andrea Crisanti, che aveva parlato di 450mila casi positivi in tutta Italia.

"Siamo in una fase di apparente stabilizzazione", ha detto ieri in conferenza stampa il vice di Angelo Borrelli, Agostino Miozzo, precisando che "è indispensabile, se vogliamo vedere la curva iniziare la decrescita, mantenere le rigorose indicazioni di distanziamento sociale". E ha avvisato: "Se abbassiamo la guardia la curva potrebbe risalire".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

jaguar

Gio, 26/03/2020 - 11:04

Fino alla settimana scorsa il picco doveva essere tra il 2 e il 12 aprile, adesso si cambia ancora data. Perchè non la smettono di dare numeri a caso?

DRAGONI

Gio, 26/03/2020 - 11:05

SONO DEI VERI E PROPRI CADUTI DELLA ATTUALE GUERRA BATTERIOLGICA COMBATTUTA CON IL VIRUS CINESE E LO STATO , COME E' GIA' ACCADUTO DOPO L'ULTIMO CONFLITTO MONDIALE DOVRA' RISARCIRE I "DANNI DI GUERRA" ALLE PERSONE E AI LORO BENI E ....ALL'INDUSTRIA.

maurizio-macold

Gio, 26/03/2020 - 12:02

Signor DRAGONI, se parliamo di danni di guerra allora anche noi dovremmo risarcire mezzo mondo viste le infamie e le macerie che abbiamo provocato nella seconda guerra mondiale.

xgerico

Gio, 26/03/2020 - 12:04

Certo che si, alla gente che sta in casa e vi legge voi giornalai li rincuorate molto con articoli del genere, che poi, voi, scrivete da casa non sapendo quel che succede effettivamente fuori!

ziobeppe1951

Gio, 26/03/2020 - 12:36

MAGOLD...12.02.... se i kompagni restituissero l’oro di Dongo..si potrebbe anche parlare di risarcimenti

Ritratto di Civis

Civis

Gio, 26/03/2020 - 12:38

Non è granchè, come grafico. Invece, se con i morti si mettono anche i guariti, supponendo sempre che i dati siano buoni, il che è dubbio, le due curve sono confrontabili, perché tutti gli INFETTATI passano, prima o poi, al secondo gruppo, quello dei DISMESSI, perché guariti o deceduti. Chi ha voglia di farlo, vede che le curve degli infettati e dei dismessi salgono allontanandosi, a parità di ordinata. Il picco ci sarà quando non si allontaneranno più fra loro. Alla fine si riuniranno: tanti infetti totali, quanti dismessi totali.

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Gio, 26/03/2020 - 12:50

Quale sarebbe il MEZZO MONDO da risarcire ...si spieghi M-M .A parte la Grecia/Albania ,che altro c`e` ...gia` dimenticavo il Deserto del Sara ,sassi *sabbia.

maurizio-macold

Gio, 26/03/2020 - 12:59

ZIOBEPPE 1951 (12:36) sta sempre in agguato ed ogniqualvolta io scriva un post sente l'impulso di intervenire, spesso scrivendo cose insulse. Vabbe', non mi crea problemi, solo che non vuole entrargli in testa che io non sono un "kompagno". Ma anche questo non mi crea problemi. Mi stia bene ed in salute.

DRAGONI

Gio, 26/03/2020 - 13:31

@maurizio-macold:Le do' una notizia "li abbiamo pagati " ANCHE AI SOVIETICI o se preferisce ALLA RUSSIA COMUNISTA!!SINFORMI E CONTROLLI ADEQUATAMENTE AL RIGUARDO.

bernardo47

Gio, 26/03/2020 - 13:39

resistere resistere resistere....e attenersi alle disposizioni rigidamente!

ziobeppe1951

Gio, 26/03/2020 - 14:22

MAGOLD...come al solito fai il coniglio per evitare la figuraccia...l’oro di Dongo non è una mia invenzione..rispondimi da non-komunista

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 26/03/2020 - 14:54

POTERE, PAURA E PUNIZIONE LE BASI DI OGNI DITTATURA, LA PROSSIMA SARA' QUELLA NEOLIBERISTA LA PEGGIORE E PIU' DISUMANA DI TUTTE