Dalle fontanelle di Novi Ligure sgorga acqua gasata

Dalle fontanelle  di Novi Ligure sgorga acqua gasata

Novi Ligure si tinge d'azzurro, proprio come le bollicine dell'acqua che fornirà gratuitamente ai suoi cittadini.
Prende vita così la singolare iniziativa del comune piemontese promosso da Acos spa, azienda che eroga acqua e gas nel territorio novese, che ha inserito nei Contratti di Quartiere il «Progetto Bollicine», per il quale sono arrivati nelle casse comunali già tre anni fa, circa otto milioni di euro.
Il Progetto sarà presentato ufficialmente alla «Festa dell'acqua, dell'ambiente e della solidarietà» organizzata sempre dall'azienda e che si concluderà nella giornata di oggi.
Le fontane di acqua oligominerale, attive da giugno, saranno sistemate in città, una davanti al Museo dei Campionissimi, l'altra in piazza XX Settembre. La terza sarà destinata nei prossimi giorni dall'amministrazione comunale. Dalle tre fonti i cittadini potranno prelevare gratuitamente acqua gasata, anche se tra gli addetti ai lavori permane scetticismo per l'ingente spesa a cui si dovrà far fronte a causa della manutenzione necessaria alle bombole di anidride carbonica necessaria a rendere frizzante l'acqua.
«L'acqua deve essere e rimanere, come si legge in una nota del comitato, sia a livello nazionale che internazionale, un bene comune e un diritto umano universale. Nessuno ha il diritto di mercificarla e di trarne profitti. L'unico soggetto che dovrebbe gestire questa preziosissima risorsa a livello planetario è l'Onu. Guerre e conflitti sono ancora in corso per questa risorsa preziosa ancora più del petrolio».
Con la speranza che questa sia la prima, e non l'ultima, delle iniziative «utili» per il rispetto e la tutela dell'uomo e di un bene così necessario.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti