Dimezzate le spese per auto blu, consulenze, mostre e convegni

Dimezzate le spese per auto blu, consulenze, mostre e convegni

Sul fronte delle entrate la maggior parte della Finanziaria si basa su una riduzione degli incrementi di spesa dell'amministrazione pubblica. Vengono rimodulate le spese per i consumi intermedi sostenute dai ministeri e dagli altri enti. Un vero e proprio taglio è quello che riguarda le spese per le auto blu, studi, consulenze, relazioni esterne, convegni, mostre, pubblicità e spese di rappresentanza. La spesa del 2006 non potrà superare il 50 per cento di quella sostenuta nel 2004. Il giro di vite sulle automobili non riguarda quelle «operanti per l’ordine e la sicurezza pubblica». Limiti al pagamento per le spese di investimento dell’Anas che nel 2006 non potranno superare 1,7 miliardi di euro e ai fondi destinati alle imprese sulla base della legge 488: non potranno superare 1,9 miliardi. Dal 2006 Consob, Autorità vigilanza lavori pubblici, autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Covip, saranno «finanziati dal mercato di competenza». Limitato l’importo per le missioni di pace delle forze armate: nel 2006 saranno rifinanziate per 600 milioni di euro. Nessun taglio per la sanità. Lo stato ripianerà i debiti delle regioni (due miliardi di euro) e sono state trovate anche le risorse per gli specializzandi.

Commenti