Donne e sicurezza: un libro e una ricerca europea

Sarà presentato il 16 settembre prossimo nella Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati il libro "Le donne e la sicurezza", di Paola Guidi, tratto dalla prima ricerca demoscopica realizzata in Europa sul tema

Nella rappresentativa cornice della sala del Cenacolo della Camera dei deputati a Roma verrà presentato il 16 settembre alle ore 11 il libro «Le donne e la sicurezza» tratto dalla prima ricerca demoscopica realizzata in Europa sulle relazioni tra il mondo femminile e i problemi legati alla criminalità, realizzata di recente da Astra Ricerche e commissionata dall'Osservatorio della sicurezza istituito dalla Fondazione Enzo Hruby di Milano. Il libro, scritto dalla giornalista Paola Guidi, riporta un'analisi dettagliata, suddivisa in 13 capitoli, dei risultati emersi da quella che è la prima indagine scientifica e approfondita sull'influenza esercitata dalle minacce della criminalità sulle donne italiane e le loro le famiglie, sulla percezione e valutazione dei rischi, delle difese da mettere in atto, sulla loro efficacia e validità, sulla presenza nelle abitazioni di sistemi elettronici e tradizionali, sulle previsioni d'acquisto di impianti e protezioni da parte delle italiane nonché sul loro rapporto con le Forze dell'ordine e gli operatori del settore. Un capitolo importante inoltre individua per la prima volta nella donna il vero security manager della famiglia a fronte di una pluralità di responsabilità suddivise di volta in volta tra coniuge e famigliari. Il libro traduce la complessa rete di dati in un quadro completo di analisi organizzate secondo la ripartizione, geografica, la dimensione dei comuni di residenza, l'età, la professione, il livello scolastico e socio-economico. Per la prima volta ricercatori, operatori pubblici e privati e stampa possono disporre di una base affidabile di dati per interpretare in modo razionale e documentato un argomento così delicato quale è il rapporto tra le donne e la security. Il libro e la ricerca rappresentano il primo risultato dell'attività dell'Osservatorio della sicurezza avviato nel 2008 dalla Fondazione Enzo Hruby allo scopo di produrre studi, analisi, pubblicazioni e incontri per un settore che pur incidendo più di altri sulla qualità della vita individuale e collettiva non dispone di un'adeguata documentazione per il necessario aggiornamento culturale e professionale degli operatori..
Il volume, edito dalla Fondazione Enzo Hruby, è patrocinato dalla Fondazione Donneuropee-Federcasalinghe, da Anciss, Associazione italiana sicurezza ed automazione edifici aderente ad Anie e Confindustria e della Fondazione Guglielmo Giordano.