Ecco «Cannibal» il musical tutto da ridere

Lo spettacolo ospitato nella vetrina del «Dreaming festival»

Ecco «Cannibal» il musical tutto da ridere

Tempo di musical al «Dreaming festival», la nuova manifestazione dell’Estate Romana che si è inaugurata ieri al laghetto dell’Eur. La rassegna è diretta da Claudio Insegno che ha deciso di proporre oltre ai collaudati personaggi più apprezzati ed applauditi del cabaret (televisivo e non) anche musical e piccoli concerti jazz. Dopo il debutto di ieri sera con il «Pino Insegno Sho», è la volta - questa sera alle 21.30 - di Cannibal. Il musical.
Definito il miglior «horror-musical di tutti i tempi dopo The rocky horror picture show, lo spettacolo si avvale di due firme di prestigio Trey Parte e Matt Stone, conosciuti soprattutto per la geniale e irriverente serie televisiva «South park».
La regia dello spettacolo è dello stesso Claudio Insegno che firma l’adattamento insieme con Simone giusti e Mara Mazzei.
La storia è ambientata nel Colorado di fine Ottocento (un western a suo modo) dove la giornalista Polly Pry (Mara Mazzei) incontra Packer (Antonello Angiolillo) alla vigilia del processo che lo vede alla sbarra per cannibalismo. È il pretesto per ripercorrere i fatti realmente accaduti: vale a dire la storia del viaggio allucinante di un gruppo di cercatori d’oro dispersi senza viveri sulle Montagne Rocciose, tra indiani «nipponici», ciclopi «purulenti» e cacciatori «scacciati» in un susseguirsi di imbarazzanti e paradossali colpi di scena. Il tutto condito con qualche canzone «scanzonata» e qualche passo di tip tap «tappato». Insomma un piccolo gioiello di comicità, al suo debutto assoluto per una platea italiana.