Economia

Aumenta la speranza di vita: dal 2019 in pensione a 67 anni

L'Istat pubblica le nuove stime sull'aspettativa di vita. Dal 2019 l'età pensionabile potrebbe salire a 67 anni. Ma la decisione finale spetta al governo

Aumenta la speranza di vita: dal 2019 in pensione a 67 anni

67 anni. Segnatevelo. Perché, a partire dal 2019, l'età in cui andremo in pensione potrebbe salire ulteriormente. Cinque mesi in più rispetto ad oggi che smettiamo di lavorare a 66 anni e 7 mesi. L'Istat ha, infatti, pubblicato le nuove stime sull'aspettativa di vita che cambiano la soglia della speranza di vita a cui, per legge, viene legata l'età in cui diventa possibile andare in pensione. Entro la fine dell'anno, quindi, il governo dovrà emanare un decreto ministeriale per fissare la nuova soglia che dal 2019 potrebbe salire di cinque mesi.

Da parte di alcune forze politiche, però, resta ferma la volontà di rivedere il meccanismo della legge Fornero soprattutto alla luce del pressing dei sindacati. Una legge del 2011 prevede infatti che "bisogna adeguare l'età della pensione all'andamento demografico" e che "vanno usate come riferimento proprio le variazioni delle speranze di vita nell'ultimo triennio, così come registrate dall'Istat". Oggi l'istituto di statistica ha sancito che, rispetto alla fine del 2013, la speranza di vita a 65 anni è salita di cinque mesi.Pertanto, potrebbe salire di cinque mesi anche l'età delle nostro pensionamento.

La questione resta molto complessa. "Bisogna favorire la previdenza complementare e cambiare il meccanismo dell'aspettativa di vita - commenta il leader Cisl, Annamaria Furlan - quello che ci vuole inoltre è un sistema che individui quelle categorie di lavori usuranti per i quali l'asettativa di vita è molto più bassa rispetto a quella di altre professioni". Ad oggi ci sono diverse ipotesi sul tavolo. L'aumento, ad esempio, potrebbe valere solo per alcune categorie di lavoratori oppure potrebbe essere più contenuto rispetto ai cinque mesi ma non è escluso nemmeno che la questione venga rinviata a dopo le elezioni politiche dell'anno prossimo. "Una vergogna, una follia, un'infamia. Via la legge Fornero, il mio primo impegno al governo", tuona il segretario della Lega, Matteo Salvini, su Facebook. "Voglio restituire agli italiani il diritto e la gioia di essere genitori e nonni".

Commenti