Che cosa accadrà dopo Quota 100: il piano per lasciare tutto

Tra i banchi del nuovo governo Draghi si è aperta la discussione su come modificare il sistema previdenziale in vista della chiusura della sperimentazione per Quota 100

Il countdown che porta al termine della fase sperimentale sarà a fine del 2021 e la discussione in seno al nuovo governo Draghi su Quota 100 è già iniziata.

Matteo Salvini e la Lega premono per una riconferma della misura ma pare poco probabile che dal ministero del Lavoro arrivi il benestare sulla integrazione della pensione anticipata 62 + 38 nel sistema previdenziale. D'altronde il tema della riforma delle pensioni è in cima alla lista delle cose da fare per il nuovo premier, anche alla luce delle crescenti richieste - o meglio dire pressioni - che arrivano dall'Europa che da tempo chiede all'Italia riforme strutturali in tema previdenziale, facendo diventare questo punto un "arma di ricatto" durante le prime contrattazioni sull'assegnazioni delle risorse comunitarie al nostro Paese, con i cosiddetti "frugali" che sul sistema pensionistico italiano poggiavano buona parte della loro opposizione alla destinazione delle risorse per la ripresa economica.

Questo scoglio, con non poche difficoltà, era stato superato ma l'Ue non ha mai spesso di premere su questo tema e sembra inevitabile che il nuovo governo Draghi debba mettere le mani con un nuovo intervento sulle pensioni già dalle prossime settimane, e lo stop ad una mini-proroga di Quota 100 sembra inevitabile.

I ministri del Lavoro Orlando e dell'Economia Daniele Franco dovrebbero iniziare a lavora sugli interventi partendo da un dossier che il precedente governo Conte 2 aveva redatto al termine della fase di concertazione con le parti sociali; d'altronde l'ex ministro Catalfo aveva riunito una commissione tecnica ad hoc per sviluppare proposte di integrazione o modifiche al sistema previdenziale e le ipotesi sono più di una.

Prima fra tutte quella di costruire un sistema flessibile in cui le finestre di uscita dovrebbero iniziare da 63 anni o 64 con almeno 38 anni di contributi, aumentando di un solo anno la possibilità di pensionamento previsto da Quota 100, ma correggendo in modo significativo i limite di vecchiaia dei 67 anni e con sistemi di tutela per le categorie di lavoratori impegnati nelle attività cosiddette "usuranti".

Un’altra opzione che in qualche modo ingloberebbe Quota 100 potrebbe prevedere il requisito minimo dei 62 anni ma solo a patto che siano presenti 41 o 42 anni di contributi. Questa idea piace ai sindacati ma non troverebbe il “beneplacito” dell’esecutivo.

Ultima opzione - che è anche la più probabile - comporterebbe delle modifiche significative sul montante contributivo versato; si tratterebbe di una correzione attuariale riguardanti gli anni di versamento precedenti al 1996 e all'ingresso della riforma Dini; in sintesi si avrebbe un ricalco fatto in proporzione al rapporto tra il coefficiente della pensione a 67 anni ed il coefficiente di uscita a 63 o 64 anni, innescando una ricalcolo importante dello schema di indicizzazione delle pensioni. Questa ipotesi potrebbe trovare maggiori consensi tra i banchi del governo in quanto dovrebbe avere una minore uncidenza sulle casse dell'Inps che, come riportato in un precedente articolo del IlGiornale.It, non sono propriamente "floride",

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

schiacciarayban

Mer, 17/02/2021 - 10:11

Io sono in età da pensione quindi dovrei essere favorevole a quota 100, ma mi rendo conto che non può reggere e che si trattava di una pura azione per accaparrarsi voti a spese degli Italiani, da scambiare con il rdc dei 5S. Va sicuramente abolita, purtroppo i soldi non crescono sugli alberi come qualcuno voleva far credere.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mer, 17/02/2021 - 10:12

Quota 100 e reddito di cittadinanza: le porcate del governo giallo-verde.

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 17/02/2021 - 10:13

Ormai per la UE accanirsi verso i pensionati veri, quelli che hanno lavorato, è diventato uno sport. Non ho mai letto e sentito dire che la UE raccomandi provvedimenti nei confronti dei vitalizi che scandalosamente passano poi alla moglie ed ai figli, provvedimenti nei confronti di extracomunitari che non hanno mai lavorato in Italia ma percepiscono pensione/assegno sociale, provvedimenti sempre annunciati e mai messi in pratica sulla redistribuzione dei clandestini, provvedimenti nei confronti di categorie politiche e sindacali che percepiscono pseudo pensioni dopo aver (lavorato) solo qualche giorno ..... ..... ..... la UE è opportunista, di parte e nauseante, è una struttura indegna di quella che dovrebbe essere un'Europa unita !!!

xgerico

Mer, 17/02/2021 - 10:31

Mi raccomando i pensionati e i papabili pensionati teneteli sempre in apprensione con il solito articolo pieno di dovrebbe e sarebbe!

marco1965

Mer, 17/02/2021 - 10:47

Il requisito dei 42 anni prevede l' inizio del lavoro a 20 anni, taglia fuori chi ha conseguito lauree e versato una parte consistente dei contributi, o comunque nell' immaginario dei sindacati, dovrebbe lavorare fino a 67 anni per coprire le pensioni della pletora di tesserati, creando classi di merito e perpetrare la discriminazione fra categorie di lavoratori.

ArchStanton

Mer, 17/02/2021 - 10:56

Puntuale come il cannone del Gianicolo, al cambio della compagnia di giro corrisponde la riproposizione del tema della riforma delle pensioni. E giù ad immaginare quote, scalini, scaloni, scivoli, ricalcoli e algoritmi. Chissà perché, invece, il tema del lavoro non rientra mai nel dibattito. In un sistema pubblico a ripartizione, quale è il nostro, non è tanto il numero e le caratteristiche di coloro che escono ad essere determinante quanto piuttosto il saldo tra coloro che escono e coloro che entrano. Per farla facile: se 9 versano in maniera costante, continua e consistente 1 può andare in pensione quando vuole perché il sistema è in equilibrio. Al contrario, se 1 versa e 9 percepiscono, quell'uno deve andare in pensione a 200 anni. Il problema delle pensioni non è il pensionato ma il lavoratore. Chissà se il divino Draghi riuscirà ad incidere su questo.

Cesare007

Mer, 17/02/2021 - 11:01

Se non si manda la gente in pensione ad un età umana non possiamo pensare che ci saranno le nascite nel nostro paese e quindi chi sostiene che bisogna pensare ai giovani dovrebbe capire che il primo passo da fare è liberare posti di lavoro per i giovani e ai nonni permette di occuparsi dei nipoti. I miliardi di sono per i clandestini, per il reddito di cittadinanza, per la lotteria degli scontrini e altre schifezze. Per gli Italiani e per le politiche famigliari no. E questi geni vengono pagati profumatamente con i nostri soldi.

Cesare007

Mer, 17/02/2021 - 11:03

In Francia tutti possono andare in pensione a 62 anni con i pieni contributi. I Francesi gireranno il mondo e noi in fila per il pane dalla Caritas.

jaguar

Mer, 17/02/2021 - 11:07

schiacciarayban, tutto dipende dal lavoro che svolgi, se non è gravoso e usurante come nel tuo caso puoi tirare avanti. Però purtroppo esistono lavoratori sessantenni che non ce la fanno più e quota 100 può essere la soluzione. Ci sarebbe il rdc da abolire ma per ora non accadrà, almeno finchè i 5 stelle restano nel governo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 17/02/2021 - 11:19

Ormai l'avete tolta. Ma per essere corretti dovreste togliere subito il rdc. Altrimenti sareste a favore dei parassiti.

bernardo47

Mer, 17/02/2021 - 11:35

Attenzione ai ricalcoli! Si sa dove di comincia e non si sa dove si finisce! E i milioni di pensioni con versamenti mensili nei decenni e retributivo, sono la quasi totalità degli otto milioni di pensioni in pagamento agli italiani Gli altri otto milioni sono assistenziali.....La lega deve sempre innescare meccanismi pericolosi quali quota cento e pure poco appetibili ma che implicano ingentissime risorse, mettono a rischio le pensioni in essere e future e implicano scaloni del cavolo! Prima maroni. Poi Salvini.,..,,,,

bernardo47

Mer, 17/02/2021 - 11:39

Quota cento e reddito nullafacenza .,..,la stupidita giallo verde al potere! Miliardi su miliardi e miliardi delle nostre tasse buttati dalla finestra! E ora sono a rischio anche le pensioni in pagamento! Salvini di maio si vergognino! 16 milioni di pensionati italiani prendano nota! Per le urne!

Drimos

Mer, 17/02/2021 - 11:49

Dico ai critici di quota 100: chi ne usufruisce o usufruirà sono lavoratori che hanno versato per circa 40anni e riceveranno secondo quanto hanno versato, senza rubare nulla a nessuno. Sono pienamente meritevoli della loro pensione! Mentre i RdC, i vitalizi, le regalie/sussidi agli extracomunitari sono sprechi vergognosi! Smettetela di criticare Quota100

marco1965

Mer, 17/02/2021 - 11:51

jaguar Mer, 17/02/2021 - 11:07 cesare007 ha ben individuato il problema, cioè il pensionamento ad un' età ragionevole uguale per tutti. Il lavoro usurante è diventato un mito per differenziare la previdenza in base alla classe dei lavoratori che sono tesserati e sindacalmente manovrabili. Una partita IVA, o un laureato di questo passo non andranno mai in pensione.

bernardo47

Mer, 17/02/2021 - 11:57

Reddito cittadinanza a sbafo e quota cento mettono a rischio le pensioni dei già pensionati e dei pensionandi! Rivedere!

barbarablu

Mer, 17/02/2021 - 12:15

basterebbe trasformare tutto in contributivo incusi gli statali in pensione da quando avevano 35 anni... a partire dai 62 decidi se vuoi andare in pensione o meno e percepisci in base a quanto hai versato l'aspettativa di vita è pari a circa 80 anni sulla base di quello prenderai la pensione!

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mer, 17/02/2021 - 12:20

....l’unica è imprescindibile cosa da fare è togliere il reddito scansafatiche...quota 100 è stata cosa buona è giusta x tutti quei lavoratori che si sono ritrovati senza lavoro ad una età in cui non sarebbero più stati assunti e visto che sono stati solo 257000 al contrario del reddito che continua a essere attivo(milioni di euro buttati dalla finestra)....tornando al discorso delle pensioni giusto selezionarle x il lavoro che si fa un impiegato può lavorare fino a 67 anni un muratore un carpentiere ecc invece ha 60 ci deve andare

Vostradamus

Mer, 17/02/2021 - 12:23

Ma certo, la pensione deve essere data ai diciottenni con il reddito di fannullanza, ai clandestini e ai vitalizi dei politici, mai sia che i soldi versati da chi ha lavorato (che sono soldi che appartengono a chi ha lavorato) per una vita, tornino nelle tasche dei legittimi proprietari.

mozzafiato

Mer, 17/02/2021 - 12:28

XGERICO (10,31) leggere i giornali di regime che non allarmano nessuno... no he' ?

marco1965

Mer, 17/02/2021 - 12:51

serramana1964 Mer, 17/02/2021 - 12:20 per arrivare ad un impiego occorre faticare come un muratore, che può anche cambiare mestiere alla stregua del suo ragionamento.

mozzafiato

Mer, 17/02/2021 - 12:54

SERRAMANA 64 in linea teorica il tuo pensiero è anche condivisibile, se non che resta il problema relativo AL CHI PAGA ! Personalmente sono assolutamente favorevole all'introduzione della facoltà di potersi pensionare al compimento del sessantesimo anno, A PATTO CHE SI PERCEPISCA SECONDO QUANTO VERSATO DI CONTRIBUTI A QUELLA DATA. E' troppo bello pensare a riscuotere, senza curarsi di CHI TI PAGA: non ti pare ?

ziobeppe1951

Mer, 17/02/2021 - 12:56

ANGELO LIBERO (?)...10.12... e con la riconferma del PD

jaguar

Mer, 17/02/2021 - 13:10

mozzafiato, scusi se mi intrometto ma chi va in pensione con quota 100 percepisce per quanto ha versato. I percettori devono farsi due calcoli prima della richiesta perchè l'assegno subisce un bel taglio.

Mborsa

Mer, 17/02/2021 - 13:13

Con la prospettiva della disoccupazione, verrà sicuramente varata una nuova misura che ingloberà anche quota 100! Per migliora la compatibilità verrà ulteriormente ridotta la percentuale di calcolo sul montante, cioè verranno prospetticamente ridotte ancora le pensioni di quelli che hanno contribuito.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mer, 17/02/2021 - 13:27

....mozzafiato x me le regole e la serietà sono imprescindibili....chiaro è che se uno lavora x 40 anni come muratore o altro (faticoso lavoro) ha il diritto di andare in pensione....questo caos fra l’altro di chi ti paga la pensione le voglio ricordare che all’IMPS hanno accorpato lavoratori statali il cui stato non aveva pagato nessuna marchetta....e ancora lo stato ha mandato in pensione nelle notti dei tempi lavoratori statali a 20/25/30 anni di lavoro...di chi è la colpa?....ognuno si assuma le sue responsabilità

Atlantico

Mer, 17/02/2021 - 13:33

Quota 100 è stata l'ennesima genialata prodotta da Salvini che si diceva convinto che, per ogni pensionato, si sarebbe provveduto ad una assunzione: il che dimostra che Salvini ( che non ha mai lavorato in vita sua ) non ha la più pallida idea di come funzionino le aziende. E infatti la legge è stato un flop, si e no un terzo degli interessati hanno presentato l'istanza. Si è trattato di un voto di scambio 'pubblico' tra Salvini e circa 150.000 italiani andati in pensione.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 17/02/2021 - 13:45

Stiamo sciupando il "filone d'oro" che i nostri predecessori avevano diligentemente "caricato" quegli Eredi degli Eroi del Risorgimento del Piave e della Resistenza che ci hanno fatto approdare nel "Paese dei Balocchi" alias pro tempore Repubblica. Fra mercati globali, competitività e altre menate "paraqloscientifiche" sempre più persone, fra il bouquet di ca. 8.000.000.000 di individui contemporanei, saranno turlupinate dai "mercanti del tempio della Dea Moneta" e dovranno mendicare sotto l'uscio dei ricchi Epuloni del III° Millennio d. C. ... tutto il resto è retorica.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mer, 17/02/2021 - 15:03

...l’ideologico Atlantico...un classico mediocre comunista che scrive senza avere dati e resoconti....le centinaia di milioni di euro buttati x gli scansafatiche che mai hanno lavorato sono quelli che impoveriscono l’Italia...si svegli dal torpore

Ritratto di Smax

Smax

Mer, 17/02/2021 - 15:17

Traduciamo in volgare. Se lavori 38 anni pagando i contributi e hai 62 anni non puoi andare in pensione perché non ci sono soldi. Se stai sul divano a grattarti e a guardare il GF a ventanni d’età non avendo pagato un centesimo di danno il reddito di nullafacenza pagato dai primi e qui i soldi ci sono. Dove sta l’errore?

bernardo47

Mer, 17/02/2021 - 15:52

Salvini e Maroni con i vostri scaloni sulle pensioni avete rotto gli scatoloni..... a italiani....ora basta!

xgerico

Mer, 17/02/2021 - 16:27

@mozzafiato-Mer, 17/02/2021 - 12:28- Io mi preoccupo per voi che leggete un giorno si e pure l'altro articoli che "tagliano la pensione" che poi non e vero!

Sacramento

Mer, 17/02/2021 - 17:03

Bernardo, per favore!! Lei di previdenza ne sa molto poco, però pretende, sempre, di salire in cattedra...per favore...

Atlantico

Mer, 17/02/2021 - 17:26

serravano, comunista sarai tu e tutta la tua famiglia, anzi l'intero condominio.

mozzafiato

Mer, 17/02/2021 - 17:44

ATLANTICO (17,26) hai proprio ragiooone kompagno: QUI SE C'E' UN KPOMUNISTA, EBBENE QUELLO SONO IO ! Tu sei solamente un fasista ! VA BENE COSI' KOMPAGNO ?

Atlantico

Mer, 17/02/2021 - 18:09

Nemmeno tu hai indovinato, zero su due.

rmax

Mer, 17/02/2021 - 18:11

ora dopo il periodo di finestra dovrei andare in pensione con quota 100: Sono stufo di sentire argomenti come privilegio per pochi, scambio elettorale ecc... quando ci vado dopo aver versato 40 anni di contributi effettivi. Accetterò critiche ed osservazioni solo da chi sarà andato in pensione o sta lavorando con più di 40 anni di contributi veri pagati da me. Non figurativi perchè se togliamo le varie discoccupazioni, naspi, malattie prepensionamenti vari a carico dello Stato ecc.. non so quanti li raggiungano. Avevo un collega che eveva votato Prodi a suo tempo, spaventato dallo scalone Maroni perchè temeva di andare in pensione a 60 anni, peccato che ci mè poi andato a 62 in quanto il nostro illustre vinte le elezioni a poi fatto una legge che prevedeva l'innalzamento oltre i 60 anni: Riforma Prodi 2007 2009 quota 95 anni 59 2011 quota 96 anni 60 2013 quota 97 anni 61

bernardo47

Mer, 17/02/2021 - 18:12

Salvini e Maroni, con i loro scaloni hanno rotto gli scatoloni a italiani e a inps e hanno messo a rischio 16 milioni di pensioni dei nostri anziani! I nostri milioni di pensionati, prendano nota! Se inps è scassato e taglieranno le pensioni in pagamento, gli anziani si ricordino di maroni e di Salvini/di maio gialloverdi. Hanno messo a rischio il sistema favorendo la possibile bancarotta .,....,e si ricordino anche di Renzi che non volle riconoscere la costituzionale rivalutazione di cui alla sentenza 70/15....; ..nelle urne colpire, votando con intelligenza!

Ritratto di asimon

asimon

Mer, 17/02/2021 - 18:50

la pensione con quota 100 è coperta dai contributi che, chi ne usufruisce, ha versato per almeno 35 anni e per questo motivo subisce notevoli riduzioni, quindi a parere mio è giustissima mentre il r.d.c. è una sorta di voto di scambio e quindi va eliminato in quanto sono soldi dati il più delle volte a fannulloni, lavoratori in nero, criminali e mafiosi, una massa di persone che votano 5s.

Sacramento

Mer, 17/02/2021 - 19:05

Bravo asimon, ben scritto

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 17/02/2021 - 19:33

@ANGELO LIBERO 70 - rdc la porcata (termine tuo) che i lPD ha mantenuto, dopo aver invaso le piazze per protestare. E' ancora lì. Non protesti con loro ? L'hai capita che l'hann ofatto per non andare a casa? Pensi che guardino i tuo iideali? Illuso.