Dhl inaugura il maxi hub per le merci a Malpensa con un investimento di 110 milioni di euro

Il nuovo polo logistico all'avanguardia in grado di gestire 38mila pezzi all'ora e operare 37 voli al giorno. L'ad di Sea Armando Brunini: "Il nostro l’aeroporto conferma il suo ruolo di leadership nel cargo aereo italiano, consolidandosi come principale scalo merci del Sud Europa. Al lavoro per lo sviluppo infrastrutturale della Cargo City"

Dhl inaugura il maxi hub per le merci a Malpensa con un investimento di 110 milioni di euro

Dhl Express Italy ha inaugurato il nuovo grande hub logistico realizzato nell’area della Cargo City di Milano Malpensa, il più importante polo logistico aeroportuale italiano. Investimento di 110 milioni di euro - un terzo di quelli di Dhl in Italia - che conferma e rafforza la centralità dello scalo gestito da Sea Aeroporti di Milano per il trasporto merci. È il quarto hub a livello europeo e si aggiunge a quelli di Lipsia, East Midlands in Gran Bretagna e Bruxelles ed è stato realizzato secondo le più recenti linee guida del gruppo Deutsche Post Dhl per le nuove realizzazioni: sostenibilità, sicurezza, efficienza. Non solo, integra in un’unica struttura tutti i processi di gestione del servizio aereo cargo, con 900 addetti tra diretti e indiretti.

"L'hub di Malpensa è il fiore all'occhiello della nostra strategia di rafforzamento in Italia, per la quale abbiamo in corso un ambizioso piano di investimenti di oltre 350 milioni di euro con l'obiettivo di essere il partner delle imprese che producono ed esportano le eccellenze italiane nel mondo”, ha detto Nazzarena Franco, ceo di Dhl Express Italy, che ha aggiunto: "Durante la pandemia non ci siamo mai fermati e abbiamo cercato di dare sempre risposte di qualità alle esigenze delle imprese, sostenendone gli sforzi in particolare nei mercati esteri. La Lombardia rappresenta un terzo dell'export del Paese grazie a un sistema imprenditoriale dinamico e a filiere fortemente innovative come l'It, il tessile, la moda, l'aeronautico, l'automotive. Con il nuovo hub vogliamo contribuire alla crescita dell'export italiano”.

"La partnership di Sea con Dhl, avviata ormai più di sette anni fa, vede nella realizzazione del Dhl Malpensa Hub una tappa fondamentale. Anche grazie a questa struttura - ha sottolineato Armando Brunini, ad di Sea - il nostro l’aeroporto conferma il suo ruolo di leadership nel panorama del cargo aereo italiano, consolidandosi come principale scalo merci del Sud Europa. In questo difficile momento causato dalla pandemia mondiale, le merci sono fattore fondamentale di resilienza del sistema economico e produttivo nazionale. Il contributo di Dhl e del segmento degli express courier (cresciuto del 93% nei primi mesi del 2021) alla crescita del tessuto economico nazionale è evidente se si considera il balzo del 30% circa che nel 2021 hanno registrato le merci in esportazione da Malpensa. Lavoreremo in sinergia per confermare il percorso di crescita del cargo aereo e realizzare gli importanti sviluppi infrastrutturali previsti per la Cargo City, al centro delle strategie su cui puntiamo per la ripresa. C’è ancora spazio di crescita per gli attuali player e si può lavorare su tre fronti: accessibilità potenziata su ferro e strada completando i servizi per gli operatori merci”.

"Questo investimento è un segno di speranza e uno spiraglio di luce in un momento in cui l'economia oggettivamente non va bene - ha spiegato in un video messaggio di saluto Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo Economico -. Mantenere gli impegni assunti come ha fatto Dhl Express Italy con questo investimento è sicuramente un fatto importante: significa che si crede nell'Italia e nell'aeroporto di Malpensa, molto importante anche per l'occupazione di un Gruppo che in Italia impiega più di 7000 persone. Ed è un investimento che risponde ai nuovi desiderata in materia di sostenibilità ambientale ed energetica, punto di riferimento per le politiche del presente e soprattutto del futuro”.

Per Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia, L’investimento quello di Dhl "è un segnale di rilancio, di positività verso il futuro, di chi crede nella nostra Regione e nel Paese". "Credo che in questo momento gli enti locali devono essere vicini a tutti coloro che vogliono fare investimenti sul territorio - ha aggiunto -. Innanzitutto cercando di intervenire per migliorare i collegamenti e la connettività con il resto del Paese. La Regione sta facendo molto per rendere più collegato l'aeroporto di Malpensa. Da parte di tutti c'è una grande volontà di rilanciare la nostra Regione e l'economia. Malpensa ha dimostrato la strategicità della sua esistenza nonostante non abbia avuto aiuti mentre ci sono stati soltanto tentativi di bloccarla”.
“L’aeroporto stava crescendo in modo positivo ed esponenziale prima della pandemia e questa realizzazione è la prova che Malpensa è fondamentale per il futuro del Paese: credo che si debba riconoscere la sua importanza e si debba lavorare tutti per riprendere il percorso di crescita e successo”, ha concluso Fontana.

Dal punto di vista operativo, il nuovo Hub è in grado di garantire il flusso delle merci da e per l'Italia attraverso gli aeroporti nazionali di Ancona, Pisa, Napoli, da e per l'Europa con transito su Lipsia, Bruxelles, Parigi, Barcellona, Vitoria, Londra, East Midlands, Colonia, Zagabria, Atene, Budapest e Salonicco, da e per fuori Europa su Bahrain e Seul; l'ultima tratta in ordine di tempo ad essere stata aperta lo scorso 17 novembre è il collegamento con Cincinnati negli Stati Uniti con voli giornalieri dal martedì al sabato.

Sono 37 i voli al giorno, oltre 180 ogni settimana, operati con una flotta moderna tra cui gli Airbus 330 con una capacità di carico fino a 50 tonnellate. Fino ad oggi sono stati oltre 3200 i voli di Dhl Express su Malpensa. Dallo scorso 30 dicembre, DhlL Express Italy gestisce la consegna dei vaccini anti Covid19 e la loro distribuzione al sistema sanitario regionale e nazionale.

Un "sorter" di ultima generazione si snoda per 4 chilometri con la capacità di gestire oltre 38.000 pezzi all'ora in entrata e in uscita, distribuendoli a una velocità di 2,7 metri al secondo per i pacchi e 1,85 metri al secondo per le buste fino alle 150 porte di attracco dei mezzi di cui è dotato l'impianto,che si estende su una superficie di 55mila metri quadri. Qui sono gestiti tutti i settori industriali: dal manifatturiero al lusso, dall'e-commerce all'automotive, al chimico, all'aeronautico.

Commenti