Fiat approva la fusione con Chrysler si trasferisce in Olanda

Nasce Fiat Chrysler Automobiles. Deliberata emissione di bond fino a 4 miliardi di euro

Fiat approva la fusione con Chrysler si trasferisce in Olanda

Via libera al progetto di fusione "transfrontaliera". Fiat compie il passo decisivo per dar vita a Fiat Chrysler Automobiles e trasferire la sede legale in Olanda. Il board guidato da Sergio Marchionne ha deciso anche di deliberare l'emissione di obbligazioni fino a 4 miliardi.

Il colosso del Lingotto ha annunciato di aver approvato il progetto che "disciplina la fusione per incorporazione di Fiat nella società sua controllata interamente posseduta Fiat Investments N.V. Tale società, costituita in Olanda, al completamento della fusione prenderà il nome di Fiat Chrysler Automobiles N.V. (Fca). Per effetto della fusione, Fca diventerà la società holding del gruppo". "L'approvazione di oggi - spiega ancora il gruppo torinese - è un ulteriore passo nel piano di riorganizzazione annunciato il 29 gennaio 2014 a seguito dell'acquisto da parte di Fiat della restante partecipazione in Chrysler".

Dopo l'acquisto del 100% della casa americana la Fiat ha deciso di spostare la sede legale in Olanda, la sede fiscale nel Regno Unito e quotare il gruppo a Wall Street. "Ai sensi del progetto di fusione gli azionisti di Fiat riceveranno un’azione ordinaria Fca per ciascuna azione ordinaria Fiat da essi detenuta - si legge nel comunica stampa - le azioni ordinarie Fca saranno quotate sul New York Stock Exchange (Nyse) e si prevede che siano quotate sul Mercato Telematico Azionario (Mta) a Milano".

Oltre al progetto di fusione il cda ha deciso di emettere "uno o più prestiti obbligazionari per un ammontare complessivo fino a 4 miliardi di euro - o importo equivalente in altra divisa - da collocarsi presso investitori istituzionali". I bond, che saranno immessi sul mercato entro la fine del 2015, serviranno a rimpiazzare i finanziamenti in scadenza.

Commenti