È giusto l’83% delle dichiarazioni

Un commerciante dichiara in media un reddito annuo di oltre 31mila euro e l’83% delle dichiarazioni fiscali degli esercenti è congrua. Il 70% delle imprese del settore non ha dipendenti. Ogni anno poi aprono e chiudono oltre 200mila imprese nel settore (il 14%). È uno studio della Confesercenti, critico della «gogna fiscale» che mette sotto accusa gli operatori del settore. Secondo gli ultimi dati diffusi qualche settimana fa sulle dichiarazioni dei redditi risulta infatti che nel commercio il reddito medio è di 19.795 euro. Dato questo che include anche le imprese in perdita. L’organizzazione è convinta che occorra fare chiarezza anche sui dati relativi ai redditi delle imprese che operano nei pubblici esercizi, dai bar agli alberghi, dai ristoranti ai campeggi. In questo caso, a fronte di una media di redditi dichiarati al fisco di 14.597 euro, comprensiva anche questa dei contribuenti in perdita, effettuando il calcolo solo sulle aziende in attivo, il reddito medio del settore, sottolinea Confesercenti, sale attestandosi attorno ai 23mila euro.

Commenti