Le nuove lettere choc dell'Inps "Dovete restituire gli assegni"

Alcuni beneficiari dovranno restituire i 1.200 euro complessivi, percepiti durante i primi mesi dell'emergenza pandemica legata al Covid-19

L'Inps rivuole i 1.200 euro dei bonus percepiti da alcuni beneficiari durante i primi mesi dell'emergenza Covid-19. All'inizio della pandemia, scoppiata in Italia a fine febbraio 2020, il governo stanziò alcuni fondi per permettere ai lavoratori di fronteggiare la situazione. Tra le primissime misure ci fu anche l'indennità Inps prevista dal decreto Cura Italia: si trattava di un bonus da 600 euro previsto per i mesi di marzo e aprile, per un totale di 1.200 euro.

Ma ora, a distanza di quasi un anno dalla ricezione della somma di denaro, alcuni beneficiari devono restituirlo. A darne notizia è il Centro Studi Fiscal Focus, che ha visionato una lettera recapitata ad alcuni contribuenti a mezzo raccomandata, che annuncia accertamenti sul bonus percepito. Lo scritto, intitolato "Accertamento somme indebitamente percepite su prestazione indennità per emergenza Covid-19", contiene poche informazioni. "Gentile signore/signora- si legge secondo quanto riportato dal Centro Studi Fiscali Focus- a seguito di verifiche è emerso che lei ha ricevuto, per il periodo 01/03/2020 al 30/04/2020 un pagamento non dovuto sulla prestazione indennità per emergenza Covid-19 per un importo complessivo di 1.200 euro, per la seguente motivazione: è stata percepita l’indennità una tantum per emergenza Covid, di cui all’articolo 28 del decreto-legge 17 marzo 2020 nr. 18, non spettante". Nella lettera quindi viene richiesta la restituzione dei soldi perché il beneficiario non avrebbe dovuto ottenerli, ma non ne viene specificato il motivo: "Le uniche informazioni fornite- precisa ad Agi il fondatore di Fiscal Focus, Antonio Gigliotti- sono la natura dell'indennità contestata, il suo ammontare, l'importo da versare, le modalità di pagamento e come fare, eventualmente, ad ottenere chiarimenti".

A dover restituire il bonus Covid saranno circa 2.000 tra sindaci e amministratori locali che avevano chiesto e ottenuto l'indennizzo in quanto titolari di partita Iva. Chi ricopre una carica elettiva, oltre ad un lavoro autonomo, infatti, non è tenuto a percepire l'indennità stanziata per l'emergenza Covid-19. Salvi, invece, i consiglieri comunali che hanno ricevuto il gettone di presenza: secondo il Ministero, infatti, "i gettoni di presenza non sono assimilabili alle indennità di funzione e ai compensi di natura fissa e continuativa corrisposti agli amministratori locali".

In generale, "si tratta senza dubbio di una circostanza che non mancherà di creare più di un grattacapo- ha commentato Gigliotti- anche perchè tocca rilevare, ancora una volta, che i contribuenti non sono posti nelle condizioni di comprendere appieno l'indebito comportamento loro contestato, condizione essenziale per poter valutare la correttezza della pretesa avanzata dall'Inps, soggetto che emette la comunicazione di accertamento".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Gio, 18/02/2021 - 10:22

Ma figuriamoci se restituiranno gli assegni. L'inps è un vuoto a perdere.

Ritratto di pierSiIvio46

pierSiIvio46

Gio, 18/02/2021 - 10:23

Grazie Capitone! Prima hai tradito il CDX creando il mostro giallo-verde. Adesso tradisci te stesso e chi ti ha votato, rimangiandoti la Quota 100! Forza CAPITANA Meloni! ITALEXIT!!!

xgerico

Gio, 18/02/2021 - 10:25

Leggete bene non sono iv titolari di pensione che devono restituire il non dovuto, ma sindaci e amministratori locali che indebitamente li hanno intascati senza averne diritto!

stefano.f

Gio, 18/02/2021 - 10:34

Le generazioni future da qui se la daranno a gambe levate seguendo il trend gia in atto da tempo.

stefano.f

Gio, 18/02/2021 - 10:54

SONO 12 MESI CHE IL SERVIZIO ON LINE VERIFICA STATO TESSERA SANITARIA E' TEMPORANEAMENTE SOSPESO. QUESTO IL SERVIZIO INPS

moichiodi

Gio, 18/02/2021 - 11:08

Credevo che con Lega e Forzaitalia al governo l’INPS smettesse di fare la sua normale attività per cui viene pagata.....

Rugantino49

Gio, 18/02/2021 - 11:13

Bisogna chiarire che è ormai assodato che l'INPS ha diritto a richiedere indietro somme erogate in eccesso SOLO SE il pagamento in eccesso sia dovuto al comportamento del pensionato, il quale NON ABBIA dichiarato un fatto ostativo al pagamento, con ciò inducendo ATTIVAMENTE l'INPS in errore. Se invece l'INPS ha sbagliato autonomamente, nulla può pretendere!

Giovanna_m

Gio, 18/02/2021 - 11:18

In Olanda per un motivo analogo il governo ha dovuto dichiarare le proprie dimissioni e annunciare nuove imminenti votazioni. In Italia invece continua la farsa dei governanti burattini che nessun italiano ha mai votato. Che bel paese il nostro.

xgerico

Gio, 18/02/2021 - 11:26

@Rugantino49-Gio, 18/02/2021 - 11:13- Se leggi l'articolo non parla di pensionati ma di ben altri sciacalli!

xgerico

Gio, 18/02/2021 - 11:28

@Giovanna_m-Gio, 18/02/2021 - 11:18- Giovanna leggi l'articolo che parla di "indebita necessità" del richiedente!

flip

Gio, 18/02/2021 - 11:28

c'e un detto che dice:..... "chi sbaglia, paga".....troppo comoda sbagliare e poi richiederne la restituzione......... vi potete anche attaccare anche al tram e dire che volate..........

caren

Gio, 18/02/2021 - 11:28

E' come dice xgerico, i soldi devono restituirli sindaci ed amministratori locali, titolari di partita IVA, ovvero "beneficiari del bonus", ma non i pensionati. L'articolo parla chiaro.

polonio210

Gio, 18/02/2021 - 11:30

Questi 2000 amministratori pubblici, presunti precettori di un contributo a loro non spettante,hanno frodato l'INPS con false dichiarazioni?Oppure hanno richiesto il contributo in buona fede?All'INPS non spettava il compito di vagliare le richieste ed eliminare quelle non corrette?Se non c'è dolo,non ci può essere restituzione.E' l'INPS ad avere sbagliato ed ora,invece di chiedere il rimborso a coloro che legittimamente lo avevano richiesto,cerchi tra i suoi dipendenti,di ogni grado,gli autori dell'omesso controllo e del pagamento e li licenzi per incapacità e quindi chieda a loro di pagare di tasca propria l'errore commesso.

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 18/02/2021 - 11:50

Nessuna indagine verso l'operato dell'INPS. Se c'è stata malafede o comportamenti scorretti da parte dei percettori è giusta la restituzione con sanzione ma in caso contrario a pagare dovrebbero essere i dirigenti e i responsabili di una gestione non proprio all'altezza, o no?.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 18/02/2021 - 11:52

Ma sì, distribuiamo bonus a tutti tanto paga l'Inps. Poi per chi ha versato tanto debba lavorare altre tanto e superare domani i settant'anni di età, chi se ne frega.

Ritratto di wciano

wciano

Gio, 18/02/2021 - 12:01

Un furbone diceva "In svizzera con una semplice autodichiarazione ti danno 10-20 mila euro non ti chiedono nulla!!!" Pensa se lo avessimo ascoltato...

mareblu30

Gio, 18/02/2021 - 12:04

La mia piu' GRANDE aspettativa E', che il "piccolo" ma CRANDE BRUNETTA! RIAPRA GLI UFFICI PUBBLICI E FINALMENTE METTA IN RIGA TUTTI I SUPER PROTETTI E PAGATI FANNULLONI della PUBBLICA amministrazione !!! UFFICI APERTI AL PUBBLICO!!! FORZA BRUNETTA non LI TEMERE!

eroncelli

Gio, 18/02/2021 - 12:10

Il governo non si è ancora insediato (vedi fiducia alla camera) e già ci sono le colpe della Lega: va bene tutto, ma ragionate prima di scrivere. Il fatto segnalato, inoltre, era già noto: alcuni hanno percepito l'indennità senza dichiarare che erano sindaci etc: ora devono restituire. Non vedo dove siano i problemi: l'INPS ha fatto le verifiche sulle autocertificazioni, ha trovato l'errore e ora vuole indietro i soldi. Sono 2000 persone che già hanno altri redditi !!!!!!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 18/02/2021 - 12:19

Mamma mia come si erano prodigati un anno fa per fare l'emendamento bonus ... mica come risolvere i problemi del Bel Paese, simile zavorra che lo sta affondando, mentre dopo un anno di "intensi sproloqui" sono arrivati a dichiarare forfait lasciando il loro onore e i loro "gioielli di famiglia" in mano a un amministratore delegato "alter dictator di storica romana memoria" rilucidato e addobbato alla bisogna.

polonio210

Gio, 18/02/2021 - 12:34

Caro Eroncelli:i soldi si sganciano DOPO i controlli e non prima.Solo un folle darebbe dei soldi senza controllare se colui che li richiede ne abbia titolo per ottenerli.

stefano.f

Gio, 18/02/2021 - 12:38

Leggo e vedo e ascolto ovunque che ieri Draghi appariva emozionato. A breve gli italiani rimpiangeranno Monti. Modello DANIMARCA pregasi prendere visione...... Guarda caso di tutti i modelli quello dove la tassazione persone fisiche la piu alta d'europa))))!!!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/02/2021 - 14:13

@flip - esatto, le leggi che applicano a noi devono valere, a maggior ragione, a loro che si sentono intelligentoni. Loro hanno sbagliato, loro devono pagare, non tramite Stato, ma di tasca propria. Oppure che si licenzino.

necken

Gio, 18/02/2021 - 15:12

nessun problema se non dovessero restituirli i pensionati in questione vorrà dire li restituiranno i figli e o i nipoti in Italia funziona cosi!

eroncelli

Gio, 18/02/2021 - 16:07

@polonio22: l'INPS segue le regole dettate dai Dm attuativi, fatti dall'allora governo Giallo-Rosso. Non agisce così tanto per fare: hanno dato delle regole fasulle (bene che ora Conte è sparito) e queste sono le conseguenza.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 18/02/2021 - 16:09

Mi sembra anche giusto,visto che sicuramente non morivano di fame:diciamo che si è trattato dei soliti furbetti,alcuni dei quali sono pure finiti su questa testata. Adducendo poi scuse RIDICOLE,tipo colpa del mio commercialista,oppure l'ho ricevuto a mia insaputa (ma qualcuno avrà fatto richiesta,o no?). Purtroppo temo che nessuno restituirà nulla,e l'Inps,davanti alla prospettiva di dover spendere altri soldi in cause legali,lascerà perdere. Siamo un paese di falliti e fallito.

Chiara Mente

Gio, 18/02/2021 - 17:41

Leggi e disposizioni scritte male portano a casi di questo genere. I bonus servivano per sostenere chi rimaneva senza reddito a causa della chiusura temporanea dell'attività per l'emergenza covid-19. Ne hanno approfittato anche coloro che, invece, un reddito, a volte anche cospicuo, lo avevano dalle istituzioni che rappresentavano: sindaci ed amministratori locali. La richiesta è quindi giusta, anche se saranno in pochi a restituire ciò di cui non avevano diritto.

vinvince

Gio, 18/02/2021 - 19:22

I vertici vanno azzerati ed i loro errori se li devono pagare decurtandosi il quinto dello stipendio. I nostri errori ce li sanzionano abbondantemente, facessero lo stesso con i loro !!!

flip

Sab, 20/02/2021 - 10:29

Non vorrei sbagliarmi ma c'è una sentenza della Corte di Cassazione che dice che le somme pagate erroneamente dall'inps e senza dolo da parte del ricevente, non DEVLONO essere restituite. rt.52, comma 2 della L. n° 88 del 1986