Meloni vicino alle imprese con il patto per il lavoro, Boccia: "Stessa direzione"

Durante la conferenza programmatica del Lingotto, di Fdi, la Meloni ha spiegato gli obiettivi del Patto per lo sviluppo, l'impresa e il lavoro

Meloni vicino alle imprese con il patto per il lavoro, Boccia: "Stessa direzione"

"L'importante non è andare d'accordo, ma andare nella stessa direzione". Con una citazione di Goethe, Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, accoglie il confronto tra Fdi e le imprese, durante la conferenza programmatica del Lingotto tenutasi oggi a palazzo Santa Chiara, a Roma. E Giorgia Meloni, dal canto suo, precisa che è proprio quello l'obiettivo del Patto per lo sviluppo, l'impresa e il lavoro.

In platea, ad ascoltare i vari interventi, c'era un'ampia rappresentanza delle categorie produttive, che dimostra interesse e convisione tra le imprese e il partito.

Sul palco, il moderatore era l'ex vice ministro alle Attività produttive, Adolfo Urso, che ha dato la parola a diversi interlocutori: oltre al presidente di Confindustria, sono intervenuti anche Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura, il presidente di Confapi, Maurizio Casasco, Marco Granelli, vice presidente di Confartigianato, Paolo Agnelli, presidente di Confimi, Lino Stoppani, vice presidente Confcommercio, David Granieri, vice presidente Coldiretti.

Sul palco anche Giorgia Meloni che, dopo aver sottolineato le ragioni"del lavoro, dell'abbassamento delle tasse, della riduzione del peso burocratico dello Stato vessatore, che inverte l'onere della prova", cita anche il modello francese, che ha creato un Dipartimento per la guerra economica. "Non lo chiamerei così- dice la leader di Fratelli d'Italia- ma ne vorrei uno anche in Italia, per dare alle nostre imprese tutti gli strumenti, come fa la Francia per le sue, per aggredire i mercati esteri". Delle proposte che, a detta della Meloni, non sarebbero "d'occasione", ma "si ritrovano in tutti i nostri programmi elettorali e sono certificati dalle nostre battaglie parlamentari e abbiamo intensificato la nostra iniziativa sui temi economici alla luce delle ennesime delusioni di fronte a governi dai quali ci si aspettava qualcosa di più sul sostegno alle imprese e sull'incentivo al lavoro".

Nonostante ci siano divergenze, la leader di Fratelli d'Italia, precisa che "sono sulla stessa lunghezza d'onda del presidente Boccia: l'importante è marciare nella stessa direzione...". Anche Boccia sembra essere d'accordo con le affermazioni della Meloni e precisa: "So già che domani uscirà sui giornali che sono di Fdi, come sarei già stato dell'M5S. Ma non è che sono di Fratelli d'Italia perché siamo d'accordo su tre punti".

Infine, il presidente di Confindustria lancia un avvertimento sul versante europeo:"Nel 2015 né noi né la Germania saranno più nel gruppo dei Paesi più industrializzati. Solo agendo come Europa avremo qualche chance". Poi, punge il Movimento 5 Stelle: "A volte quello della democrazia diretta mi pare, più che un metodo, un 'facciamo quel che ci pare'".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti