Ecco quando sparisce il "mutuo facile"

L’Agenzia delle entrate, con la circolare numero 12/2021 del 14 ottobre scorso, ha specificato tutte le applicazioni della normativa

Ecco quando sparisce il "mutuo facile"

Sono diverse le novità riguardanti le agevolazioni previste per il mutuo della prima casa contratto dai giovani al di sotto dei 36 anni con Isee inferiore ai 40mila euro annui. È l’Agenzia delle entrate, con la circolare numero 12/2021 del 14 ottobre scorso, a specificare tutte le applicazioni della normativa a sostegno dei giovani che hanno intenzione di investire nel mattone.

Le condizioni per contrarre il mutuo

Per accedere al prestito a condizioni agevolate, gli under 36 devono trasferire la loro residenza nella città dove è ubicato l’edificio entro 18 mesi dall’acquisto. L’immobile non deve essere di lusso e deve rientrare nelle categorie A1, A8, A9, ossia abitazioni signorili, ville e castelli. Il giovane che usufruisce del mutuo non può essere in comunione con il coniuge su altri alloggi di proprietà collocati nello stesso comune della casa oggetto dell’agevolazione, così come non ci possono essere altri immobili sul territorio nazionale acquistati con lo stesso tipo di mutuo.

L’età come condizione imprescindibile

Si può ottenere l’agevolazione solo se nell’anno solare in cui viene regolato l’acquisto dell’immobile l’acquirente non ha compito ancora i 36 anni di età. Questo requisito è indispensabile per poter usufruire del mutuo, così come necessaria è la condizione economica.

L’Isee non deve superare i 40mila euro

Per usufruire del sostegno, non basta avere meno di 36 anni. L’Isee non deve superare i 40mila euro, un parametro calcolato sulla base dei redditi percepiti e del patrimonio posseduto nel secondo anno solare precedente la presentazione della dichiarazione sostitutiva unica, rapportati al numero dei soggetti che fanno parte dello stesso nucleo familiare. Questi elementi vanno provati dal giovane acquirente dell’immobile al momento dell’acquisto.

Quando l’agevolazione non è applicabile

Non si può usufruire del mutuo "facile" agevolato per i contratti preliminari di compravendita, poiché la misura ha validità solo per le acquisizioni definitive.

Come usufruire del mutuo

Per ottenere l’agevolazione bisogna compilare un modulo scaricabile sul sito della Consap. Nel documento si devono inserire i dati anagrafici dell’under 36, la tipologia di mutuo richiesta, l’immobile che si intende acquistare, a cui va allegato l’Isee.

I tempi per ottenere l’agevolazione

Di media ci vogliono circa tre mesi per ottenere il mutuo. La Consap ha venti giorni di tempo per comunicare alla banca la richiesta che, a sua volta, impiega circa novanta giorni per comunicare alla Consap l'eventuale esito positivo del mutuo garantito, perché l’istituto di credito potrebbe anche bocciare la pratica per vizi di forma o perché non sussistono le condizioni di base.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti