Pensioni "stravolte" per 3 mesi. Ecco quando saranno pagate

I pagamenti saranno distribuiti su più giornate. Lo fa sapere il ministero del Lavoro. L’obiettivo è evitare inutili assembramenti di anziani agli sportelli

Il coronavirus mette in subbuglio anche gli uffici postali. Le pensioni, nei prossimi tre mesi, saranno pagate in anticipo e con una distribuzione su più giornate per evitare una corsa agli sportelli degli anziani. E preservare la loro salute. Nessuna necessità di mettersi in fila per conquistare l’assegno e rischiare di ritrovarsi in un assembramento pericoloso.

Il primo appuntamento è, per la mensilità di aprile, per i giorni dal 26 al 31 marzo. Ad annunciare i termini delle nuove modalità di pagamento è il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo: "Il capo della protezione civile, Angelo Borrelli, ha firmato l’ordinanza con la quale, su mia proposta, per i mesi di aprile, maggio e giugno verrà anticipato e distribuito nell’arco di più giorni il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili presso gli sportelli di poste italiane collocati su tutto il territorio nazionale".

Non solo novità per aprile, dunque. Anche per maggio e giugno il pagamento avverrà in maniera scaglionata in base al criterio dell’ordine alfabetico. Ministero del Lavoro e poste italiane hanno ufficializzato il nuovo calendario con le date di pagamento della pensione di aprile per coloro che la ricevono su conto corrente postale o per chi preferisce il ritiro a mano. Per questi il pagamento, come detto, sarà scaglionato su più giornate, in anticipo rispetto al solito. Nessuna novità, invece, per coloro che ricevono la pensione su conto corrente bancario, per i quali la data di pagamento resterà la solita.

Così come fatto per la mensilità di aprile, anche per i cedolini di maggio e giugno è stato deciso un cambio nel calendario dei pagamenti. Si partirà in anticipo per coloro che hanno possibilità di ritirare la pensione da uno dei 7mila postamat Atm di poste italiane, ovvero per coloro che sono titolari di carta Postamat, Carta Libretto o Postepay Evolution.

Per gli altri, ovvero per chi ritira presso lo sportello di poste italiane, il pagamento sarà cadenzato secondo l’ordine alfabetico. Mentre per aprile il calendario è ormai ufficiale (si comincerà con chi ha il cognome che inizia per A o B nella giornata del 26 marzo per poi concludere il 1° aprile), per le mensilità di maggio e giugno non è ancora certo come si procederà.

È certo, però, che per la mensilità di maggio, il pagamento delle pensioni sarà distribuito nelle giornate di: lunedì 27 aprile; martedì 28 aprile; mercoledì 29 aprile; giovedì 30 aprile. Per la mensilità di giugno, invece, il pagamento sarà così previsto: martedì 26 maggio; mercoledì 27 maggio; giovedì 28 maggio; venerdì 29 maggio; sabato 30 maggio (ma solo mattina). Si partirà sempre da chi ha il cognome che inizia per A per poi concludere con le Z. Tuttavia, la distribuzione per le varie lettere dell’alfabeto verrà ufficializzata solo in un secondo momento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

maurizio-macold

Lun, 23/03/2020 - 13:28

Un buon provvedimento. Ma penso che ogni pensionato dovrebbe essere fornito di una carta elettronica GRATUITA.

jaguar

Lun, 23/03/2020 - 13:32

È già una buona notizia che le pensioni vengano pagate.

Sempreverde

Lun, 23/03/2020 - 13:32

Tra poco pagheranno solo le pensioni a magistrati generali politici ex direttori e Alitalia e Rai La fame per tutti coloro che perderanno il lavoro.

moichiodi

Lun, 23/03/2020 - 13:39

Ma quale stravolte!

old_nickname

Lun, 23/03/2020 - 13:57

Ma c'è chi prende ancora la pensione in contanti in posta??! Ma non era stato abolito detto pagamento obbligando (monti) tutti -TUTTI- i pensionati a dotarsi di conto corrente (da cui la non applicabilità dell'imposta di bollo sui depositi a giacenza media sotto i 5K euro/anno)? Non era così? E se non è così, perchè alcuni sono obbligati al c.c. e altri, invece, no?

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 23/03/2020 - 13:59

Non capisco il perche che salari e pensioni vengano pagati quando il governo decide??? Quando nel resto dell`Europa, dal 24 al 27 di ogni mese, le banche automaticamente SONO IN POSSESSO, e possono distribuirlo. """MI CHIEDO SE L`ITALIA, SIA VERAMENTE UN PAESE CIVILE COME I PARLAMENTARI CHE CI GOVERNANO, ( NON VOTATI DALLA POPOLAZIONE ), DICONO DI ESSERE"""!!!

flip

Lun, 23/03/2020 - 14:23

studiate il sistema di dotare ogni pensionato (privo di conto corrente (postale o bancario )di una card personale ricaricabile mensilmente. Potete incominciare attuandolo in ordine alfabetica. GRAZIE

maurizio-macold

Lun, 23/03/2020 - 14:27

Signori AZO (13:59) e OLD_NICKNAME (13:57), nell'ufficio postale vicino casa ai primi di ogni mese gia' all'alba c'e' la fila degli anziani che vogliono riscuotere la pensione in contanti perche' non hanno un conto corrente e neanche vogliono averlo. E non c'e' verso di convincerli: non si fidano.

Tradizioneitalica

Lun, 23/03/2020 - 14:38

Visto che lINPS invia contemporaneamente i flussi telematici delle pensioni, sia alle banche che all'ente poste, perché le banche devono lucrarci e non effettuano il pagamento in anticipo come gli uffici postali? Il premier conte invece di andare in diretta facebook la notte non potrebbe preoccuparsi di chi realmente ha necessità invece di parlare di come lavarci le mani che nel 2020 dovrebbe essere una cosa risaputa?

flip

Lun, 23/03/2020 - 14:41

Azo. sarebbe opportuno che tutti i pensionati (privi di un c/c) fossero dotati di una card ricaricabile mensilmente.

Teobaldo

Lun, 23/03/2020 - 14:52

entusiasmante il maurizio-macold con i suoi inutili interventi...quando leggo del pensionato scippato del contante mi viene in mente quella gag da un film di Fantozzi regolarmente rapinato della pensione appena fuori dall'ufficio. Ma perché il maurizio-macold che di sicuro non ha un tubo da fare non istruisce i pensionati della bellezza dell'home banking...bollette domiciliate, bonifici solo da casa... . E i pensionati che "non si fidano" ...peggio per loro.

flip

Lun, 23/03/2020 - 15:35

Maurizio Macold. ho 90 anni, sono pensionato. ed ho il c/c aperto alla posta dove ogni mese mi accreditano la pensione e ...Non pensare male. Non ho una pensione da nababbo. ho una card e da casa do didsposizioni per pagare le bollette la card la uso alla coop per la spesa. Certo devo stare attentoi a restare nerlla disponibilità del c/c . Stò.... male quando la moglie mi chiede la "carta" qualche volta esagera un pò

old_nickname

Lun, 23/03/2020 - 15:57

Macold, la solita risposta fuori luogo. Io chiedevo come mai ci sono dei pensionati che riscuotono in contanti, dato che ero convinto che NON FOSSE PIÙ POSSIBILE farlo. Evidentemente non è così. Circa il fatto che non si fidino, poi, sono proprio affari loro. Neanche io mi fido delle banche se è per quello. Purtroppo per me devo lavorarci ancora a lungo, e farmi spennare altrettanto, prima di potermi mettere anch'io in coda alle poste. E smettere di pagare la sua, immeritata.

maurizio-macold

Lun, 23/03/2020 - 16:35

Signor OLD_NICKNAME (15:57), io ho versato contributi per 42 anni pertanto la pensione me la sono pagata e meritata. Mi auguro anche che lei con il passare del tempo diventi piu' educato.

jaguar

Lun, 23/03/2020 - 16:40

maurizio-macold, e hanno ragione a non fidarsi, ma lei per caso si fida di banche e poste?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 23/03/2020 - 18:18

@maurizio-macold - io lavoro da 44 anni e ancora no nsono in pensione. Quindi io me la sono guadagnata più d ite. Che devo dirti adesso?

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Lun, 23/03/2020 - 18:38

Azo lei capisce quello che legge?

bernardo47

Lun, 23/03/2020 - 19:15

se pagare in anticipo e' stravolgere, allora ben venga lo stravolgimento.