Pensioni, ricalcoli e cedolini: ​cosa cambia con gli assegni di marzo

Le pensioni in pagamento da domani hanno parecchie novità: dai nuovi importi al cedolino online. Cosa cambia

Le pensioni di marzo che, ricordiamolo, saranno in pagamento da domani portano sul rateo parecchie novità. Cominciamo dalla prima, la più importante per il controllo degli importi: il cedolino, dal 4 febbraio, è possibile consultarlo anche via mail. Una vera e propria rivoluzione che permetterà a milioni di pensionati di consultare online tutte le cifre del rateo. Per controllare basta usare il portale "MyInps" che mette a disposizione un'area personale per il singolo pensionato. Con una semplice richiesta attraverso il portale è possibile dunque richiedere l'invio via mail del cedolino su un indirizzo di posta elettronica indicato dallo stesso pensionato. Per accedere a MyInps bastano le credenziali Spid oppure i dati della carta di identità elettronica.



Una volta effettuato l'accesso sarà possibile consultare le seguenti voci: cedolino pensione, ultimo cedolino, confronta cedolino, visualizza cedolini, visualizza prospetti di liquidazione (Modelli Te08), elenco deleghe sindacali, gestione deleghe sindacali sui trattamenti pensionistici, comunicazioni, dettaglio recapiti, modifica dei dati personali, riepilogo dei dati anagrafici, riepilogo dei dati anagrafici e di pagamento.


Attenzione ai ricalcoli

Ma le novità sul fronte previdenziale non sono finite qui. Infatti bisogna anche dare uno sguardo alle cifre in arrivo. Infatti il mese di marzo è piuttosto particolare. La prima voce da tenere d'occhio è quella del prelievo fiscale. A marzo infatti da questo punto di vista c'è la trattenuta Irpef con i versamenti dell'addizionale regionale 2020 e il saldo dell'addizionale comunale 2020. Inoltre verranno anche calcolate le addizionali comunali per l'anno 2021. A questo quadro, sempre per il cedolino di marzo, bisogna anche tenere conto del ricalcolo dell'Irpef per l'anno 2020.

Di questo saranno interessati i contribuenti che hanno percepito altre fonti di reddito soggette a tassazione, ovviamente al di fuori dell'assegno pensionistico. Ed è qui che entra in campo un ricalcolo dell'Irpef che potrebbe dare come conseguenza un conguaglio negativo. Scatterebbe dunque una trattenuta incrociando i dati dichiarati con quelli in possesso dell'Agenzia delle Entrate o verrà effettuata una verifica col modello Red.

Il calendario dei pagamenti

Infine qui di seguito ricordiamo il calendario completo dei pagamenti delle pensioni che scattano da domani 23 febbraio: dalla A alla B martedì 23 febbraio dalla C alla D mercoledì 24 febbraio dalla E alla K giovedì 25 febbraio dalla L alla O venerdì 26 febbraio dalla P alla R sabato mattina 27 febbraio dalla S alla Z lunedì 1° marzo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

peter46

Lun, 22/02/2021 - 13:12

Dunque malgrado il terrorismo pensionistico operato nei mesi precedenti,da tanti mesi precedenti,sembra invece tutto 'alla portata' di computer,o no?E che di tutto ciò che i titoli 'prefiguravano' niente di niente sul fronte inps,anzi...Tridico ha 'ammodernato' il sistema e senza togliere un euro del dovuto,dunque?

er_sola

Lun, 22/02/2021 - 13:31

tanti discorsi e mai un aumento del cedolino!

Popi46

Lun, 22/02/2021 - 13:38

Ah,ah,ah,mi viene da piangere con tanto di lacrime, data la conoscenza telematica media dei pensionati (non dei millenium), me lo immagino quanto e come sarà preso d’assalto il suddetto portale da vecchietti spesso analfabeti di ritorno!.....

ilbelga

Lun, 22/02/2021 - 13:39

ho letto l'articolo che a mio parere personale non dice niente di nuovo, l'unica cosa che mi ha fatto imbestialire (sono andato sul sito a vedere i pagamenti) è che non credevo a un prelievo irpef sulla mia pensione, perché di irpef e tasse varie ne pago già tante, comunque hanno rifatto i calcoli e mi hanno trattenuto (cioè prendo di meno) 8 euro. Ma mi chiedo: non è già una patrimoniale l'addizionale irpef regionale, comunale, acconto 2021. Politici da strapazzo (tutti, ma soprattutto i sx) vergognatevi. Aveva ragione il mio vecchio amico: quando vai in pensione, non conti più un c---o.

ilbelga

Lun, 22/02/2021 - 14:01

io il cedolino l'ho già controllato sul sito dell'Inps, caro er_sola, più che mai un aumento, quest'anno a marzo avrò un aumento del prelievo irpef. Come diceva il mio vecchio amico: quando vai in pensione è un bel traguardo, ma sappi che non conti più un cacchio...

pmario

Lun, 22/02/2021 - 14:38

Peccato non prendiate in considerazione il nuovo sistema di calcolo che l’INPS sta applicando da gennaio alla gestione privata e non alla pubblica per evitare ricorsi certi ad es da parte dei magistrati e dei sindacati. Tale modifica è così giustifica da INPS “Viene confermato nuovo metodo allo scopo di rendere omogenea la tassazione durante l'anno evitando la maggiore tassazione a fine anno”. Brevemente moltiplicano per 13 il rateo mensile, calcolano la tassazione e la dividono per 12. quindi ogni mese paghi anche le tasse per una 13a che riceverai a dicembre e questo in contrasto con la normativa vigente. Così facendo i pensionati della gestione privata anticipano alle casse INPS un bel po’ di soldi. Nel prossimo articolo anziché ripetere cose già dette provate ad analizzare anche questo problema.

rossetti

Lun, 22/02/2021 - 14:44

peter46,Trittico non ha ammodernato una bella cippa.sono anni che puoi,collegandoti al sito inps(myinps)e scaricarti il cedolino della pensione.E non solo,si possono fare anche altre cose.(es richiesto documentazione per mia madre, nel lontano 2014) Comunque si può accedere anche con il codice fiscale e pin fornito dalla stessa inps.

bernardo47

Lun, 22/02/2021 - 15:59

I pensionati lo sanno, in gennaio e febbraio irpef è in acconto e a marzo e fino a dicembre, è stabile e a saldo mese su mese,

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 22/02/2021 - 16:54

Quelli che risiedono all'estero e sono iscritti all'AIRE e NON stanno in un paese CONVENZIONATO come me,invece vedono aumentare anno dopo anno la trattenuta dell'ADDIZIONALE IRPEF,(che fa diminuire il loro NETTO) perche per una STUPIDA legge fatta da un certo Amato, vedono spostato il loro domicilio fiscale a Roma e quindi pagano l'addizionale piu alta d'Italia che ogni anno e in aumento!!! AUGH.

peter46

Lun, 22/02/2021 - 20:04

rossetti...questo succedeva già da sempre nel trittico,come no.Ma si apriva solo la porta centrale...ora invece anche le due laterali:con password,certo.Più sveglio ehhh!