Salone del Mobile, sì all'edizione di settembre in Fiera Milano

La decisione del cda di Federlegno Arredo Eventi: appuntamento confermato dal 5 al 10 settembre. E non sarà un'edizione "light". Gianfranco Marinelli: "Sarà innovativo, attrattivo sul piano internazionale e di qualità". Claudio Feltrin: "Vinta una grande sfida: dare alle aziende la migliore vetrina per valorizzare le eccellenze internazionali e del made in Italy”

Salone del Mobile, sì all'edizione di settembre in Fiera Milano

Il Salone del Mobile.Milano riparte con un’edizione innovativa, iconica, unica e si svolgerà - come esra stato annunciato - dal 5 al 10 settembre 2021 nel Polo espositivo di Fiera Milano a Rho. Il cda di Federlegno Arredo Eventi ha così dato il via libera alla manifestazione più importante riconosciuta a livello mondiale del design e dell'arredo.

Sarà un Salone del Mobile con una veste inedita, attenta a valorizzare le novità, le tecnologie e i progetti delle aziende con l'obiettivo, dopo lo stop del 2020, di riprendere “il filo” di un discorso "interrotto in presenza, ma non per relazione, contatto con mercato, professionisti, clienti o semplici appassionati".

Annuncio arrivato in serata mette fine alle divergenze di vedute sulla realizzazione dell'evento e alle notizie di un "Salone light", che rappresenta il simbolo della ripartenza del Paese e del made in italy di cui la manifestazione è da anni la grande ambasciatirice del mondo oltre ad essere un motore economico formidabile per l'export e l'immagine dell'Italia, del Paese, della Lombardia e di Milano.

"Al termine di un costruttivo dibattito interno, di un intenso lavoro progettuale a cui ci siamo dedicati in queste settimane conclusosi con la totale condivisione e un voto unanime – si sottolinea in una nota - in cui sono stati analizzati i punti di forza della manifestazione, i valori storici e simbolici, quelli attuali e prospettici, la coerenza con il programma di rilancio dell’economia del Paese sotto la guida del nuovo Esecutivo, la rilevante condivisione della collettività, le aspettative sia di un pubblico professionale sia di quello generalista in Italia e nel mondo, i vertici del Salone del Mobile.Milano hanno definito i passaggi che nei prossimi giorni determineranno il percorso che porterà all’organizzazione dell’edizione di settembre".

Il progetto dell’evento 2021, edizione numero 59 (era quella saltata nel 2020 ndr) è stato annunciato "primariamente" alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e successivamente a tutte le istituzioni nazionali coinvolte e a quelle del territorio, oltre a essere "condiviso con il partner storico Fiera Milano", sarà affidato e coordinato da un curatore di fama internazionale e punterà a rafforzare legame, relazioni e azioni concrete con il tessuto economico e sociale che riconosce centralità e rilevanza al Salone del Mobile.Milano.

"Il Salone, aperto a tutte le aziende espositrici internazionali e italiane, si terrà a FieraMilano Rho e vedrà mostre e percorsi tematici integrati con prodotti e le novità degli ultimi 18 mesi: questi dialogheranno con la nuova, inedita piattaforma digitale che sarà presentata a breve. Con attenzione e rispetto delle direttive e delle ordinanze di prevenzione e sicurezza previste per lo svolgimento di eventi fieristici".

"Riteniamo che l’appuntamento del 5 settembre prossimo, sviluppi un potenziale di adesioni rilevante e una rappresentatività globale di prodotti, eccellenze e innovazioni del settore. Intorno alla cinquantanovesima edizione del Salone del Mobile.Milano – grazie al fattuale contributo di un territorio storicamente produttivo, fortemente dinamico e proattivo – si potranno sviluppare quelle iniziative e quegli eventi che in termini di clima e ambiente ne fanno un unicum mondiale”.

“Sono fiducioso che grazie al supporto ricevuto dalle istituzioni, in primis dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e dalla Presidenza del Consiglio, così come dagli altri ministeri coinvolti e partecipi”– sottolinea Gianfranco Marinelli, presidente di Fla Eventi Spa – e alla volontà delle aziende di dare un contributo alla riuscita della manifestazione, saremo in grado di dare vita a un Salone innovativo e attrattivo sul piano internazionale e di qualità. Siamo consapevoli che il successo di una manifestazione come il Salone del Mobile.Milano sarà confermato dal fatto che i cittadini comprenderanno e apprezzeranno, ancora una volta, l’apporto che è in grado di dare al Paese in termini di crescita, immagine e credibilità. Sono orgoglioso di affermare che anche questa volta daremo il nostro contributo”.

"Ringrazio il consiglio di presidenza di FederlegnoArredo, i componenti del cda di Federlegno Arredo Eventi e i nostri imprenditori per aver condiviso punti di vista, idee e necessità – commenta con soddisfazione Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo – un lavoro di squadra che ci permetterà di organizzare un’edizione speciale, unica, come unico è il periodo che stiamo vivendo. Abbiamo vinto una grande sfida: dare alle aziende, dalle grandi alle piccole realtà, che rappresentano il tessuto della filiera, la migliore vetrina per valorizzare le eccellenze internazionali e del made in Italy”.

“Ora proseguiremo in questa direzione – ribadisce Claudio Feltrin – come sempre in stretta sinergia con la Città di Milano. Gli attestati di stima e vicinanza, giunti in questi giorni da parte di tutte le istituzioni nazionali e locali, sono il riconoscimento migliore ai tanti imprenditori che negli anni hanno reso il Salone del Mobile un concept unico e ammirato nel mondo”.

Fiera Milano è soddisfatta della conferma della prossima edizione del Salone del Mobile - commenta a sua volta Luca Palermo, amministratore delegato e direttore generale di Fiera Milano -. Ripartiamo in sicurezza e siamo pronti ad ospitare a Rho, negli spazi espositivi del quartiere più moderno d’Europa, nel pieno rispetto delle regole e dei protocolli sanitari emanati a livello nazionale, un evento che si annuncia di alta qualità. Fiera Milano conferma, anche in questa occasione, il supporto a tutte le imprese che scelgono lo strumento fieristico come moltiplicatore dei loro processi di innovazione, crescita e internazionalizzazione”.

"L'apertura del Salone del Mobile è la notizia che speravamo: questa scelta ci rende felici - dice il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti - ma il nostro lavoro non si ferma qui. confermo l'impegno del Mise al tavolo dasubito con tutti i ministri e le parti interessate per partecipare alla riapertura del Salone in maniera concreta".

"Il Salone del Mobile 2021 si farà, una bella notizia per Milano e l'Italia", scrive il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, sulla sua pagina Facebook. "Sarà un'edizione unica - continua nel post - che arriva dopo un anno di stop e in un contesto sanitario e socio-economico ancora delicato e complesso, sicuramente più che attrattiva. E già il fatto che quest'anno Milano ospiterà il Salone è di per sè un messaggio di speranza e fiducia di grandissimo valore, in vista della ripresa. E il Presidente della Repubblica mi ha riconfermato la sua disponibilità a essere presente all'inaugurazione".

"Un segnale forte e soprattutto importante", commenta anche il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana che aggiunge: " Questa decisione è fondamentale per gli operatori del settore, ma più in generale per tutto il sistema economico-produttivo della Lombardia e dell'intero Paese. Ringrazio, anche a nome della Regione Lombardia tutte le parti che hanno contribuito al raggiungimento di questo risultato. Da sempre abbiamo offerto la nostra disponibilità agli organizzatori per fare in modo che Milano e la Lombardia continuassero a essere grandi e assoluti protagonisti del mobile, dell'arredamento e del design".

Commenti