Scende la produzione industriale: a marzo -0,8%

L'aumento dei prezzi pesa soprattutto su chi spende meno. Scende la produzione industriale: a marzo -0,8%

Scende la produzione industriale: a marzo -0,8%

Scende ancora la produzione industriale italiana: a marzo ha segnato -0,8% su base mensile e -5,2% su base annua, come rileva l'Istat registrando il diciannovesimo calo consecutivo in termini tendenziali. Va ancora peggio se si guarda il dato non corretto per effetti di calendario: si arriva a una caduta annua del 9,5%. Dati negativi anche per quanto riguarda l'intero primo trimestre 2013, dove si registra un calo del 0,4% a livello congiunturale e del 4,2% su base annua (-6,1% il dato grezzo).

Sale anche l'inflazione per le famiglie più povere: tra il 2005 e il 2012 l’Istat segna un aumento del 20,2% per l’indice dei prezzi al consumo, mentre per le famiglie con la spesa più alta il rialzo è del 16%. L’aumento dei prezzi ha avuto quindi un impatto maggiore sulle famiglie che possono permettersi minori esborsi, perché i rincari più forti negli ultimi anni hanno interessato soprattutto alimentari ed energia, riversandosi quindi sulle spese "necessarie".

Commenti