Pensioni, occhio all'assegno: i prelievi di maggio

Fra trattenute e prelievi, ecco il cedolino della pensione di maggio 2021 ed il calendario dei pagamenti per chi riscuote l'assegno previdenziale alle Poste

Pensioni, occhio all'assegno: i prelievi di maggio

Il cedolino delle pensioni di maggio, documento obbligatorio che deve essere consegnato ogni mese dal datore di lavoro ai lavoratori dipendenti e specifica la retribuzione che spetta al lavoratore per il periodo di lavoro svolto, consente ai pensionati di verificare l’importo erogato dall’INPS e conoscere il motivo di eventuali riduzioni (ad esempio per conguagli d’imposta e trattenute).

Tutte le trattenute fiscali

Per quanto riguarda le prestazioni fiscalmente imponibili, sul rateo di pensione di maggio, oltre all’ IRPEF mensile, vengono trattenute le addizionali regionali e comunali relative al 2020. Come riporta il sito dell'INPS, queste trattenute sono effettuate in 11 rate nell’anno successivo a quello cui si riferiscono e continua ad essere applicata anche la trattenuta per l'addizionale comunale in acconto per il 2021, avviata a marzo, che proseguirà fino a novembre 2021.Prosegue, inoltre, anche il recupero delle ritenute IRPEF relative al 2020 sul rateo di pensione del mese di maggio, laddove le stesse siano state effettuate in misura inferiore rispetto a quanto dovuto su base annua. Infatti, nel caso di pensionati con importo annuo complessivo dei trattamenti pensionistici fino a 18mila euro per i quali il ricalcolo dell’ IRPEF ha determinato un conguaglio a debito di importo superiore a 100 euro, la rateazione viene estesa fino alla mensilità di novembre (articolo 38, comma 7, legge 122/2010). Invece, per i redditi di pensione annui di importo superiore a 18mila euro e per quelli di importo inferiore a 18mila euro con un debito entro i 100 euro, il debito d’imposta è stato applicato sulle prestazioni in pagamento alla data del 1° marzo, con azzeramento delle cedole laddove le imposte corrispondenti siano risultate pari o superiori alle relative capienze. Le somme conguagliate sono state certificate nella Certificazione Unica 2021.

Prelievo pensioni d’oro

Come riporta Pmi, dal momento che a febbraio sono iniziate le verifiche sulle trattenute del 2020 a titolo di riduzione delle pensioni di importo elevato (pensioni d’oro), in caso di conguaglio negativo è stato avviato il recupero in quattro rate: sul rateo pensione di maggio viene, quindi, effettuato il recupero della quarta rata del conguaglio. La misura è stabilita dall’articolo 1, commi 261 e seguenti della legge 30 dicembre 2018 n.145.

Quando ritirare la pensione

Accessibile dal sito dell'INPS tramite il servizio online (ma se ne può anche richiedere l'invio a casa), anche per il mese di aprile il pagamento ed il ritiro presso Poste italiane è anticipato a causa dell’emergenza Covid seguendo questo calendario: Lunedì 26 aprile sarà il turno dei cognomi dalla A alla C, martedì 27 aprile quello dei cognomi dalla D alla G, mercoledì 28 aprile dalla H alla M, giovedì 29 aprile dalla N alla R ed, infine, venerdì 30 aprile dalla S alla Z.

Commenti