Editoria, indagati per truffa Ciarrapico e il figlio

Il senatore del Pdl Giuseppe Ciarrapico è indagato per truffa aggravata ai danni dello Stato. Oltre a Ciarrapico sono indagate altre sei persone, tra cui il figlio Tullio. L’indagine si riferisce ai contributi destinati all'editoria tra il 2002 e il 2007: sequestrati 20 milioni

Editoria, indagati per truffa Ciarrapico e il figlio

Roma - Il senatore del Pdl Giuseppe Ciarrapico, il figlio Tullio e altre cinque persone sono indagati per truffa ai danni dello Stato e tentata truffa, per aver percepito indebitamente contributi all’editoria dal 2002 al 2007 per complessivi 20 milioni di euro. Lo riferisce la procura di Roma in una nota, spiegando che la Guardia di Finanza ha sequestrato oggi beni per la suddetta cifra riconducibili a Ciarrapico. "La Guardia di Finanza di Roma, nucleo speciale polizia valutaria, ha eseguito in data odierna a Roma, Milano e altrove decreto di sequestro preventivo fino alla concorrenza di importo equivalente al danno", dice il comunicato, specificando che il sequestro è seguito a "gravi fatti di fraudolente percezioni di contributi all’editoria, per importi complessivi pari a 20 milioni di euro dal 2002 al 2007, e per analoghi tentativi susseguitosi nell’anno in corso". Immobili, quote societarie, conti correnti ed un’imbarcazione di lusso, "riconducibili attraverso intestazioni ritenute fittizie, al soggetto rilevato come effettivo proprietario delle società editrici", sono stati sequestrati oggi e saranno affidati a un curatore, che non dovrà comunque interrompere l’attività lavorativa delle due società "Nuovo Editoriale Oggi Srl" e "Editoriale Ciociaria Oggi Srl", specifica.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti