Entertainment e servizi

Non vedi più i canali Rai? Ecco perché e cosa devi fare

A dicembre ma soprattutto dal 1° gennaio potrebbe essere impossibile vedere i canali Rai: ecco cosa fare per una nuova sintonizzazione

Non vedi più i canali Rai? Ecco perché e cosa devi fare

Il 31 dicembre sarà l'ultimo giorno in cui vedremo i canali televisivi con l'attuale digitale terrestre che è già, in ogni caso, frutto di una evoluzione iniziata nel 2021. Come abbiamo visto su ilGiornale.it, dal 1° gennaio 2023 dappertutto in Italia si passerà alla tecnologia DVB-T2 (Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial), in pratica il digitale terrestre di seconda generazione. Molti non sanno, però, che alcuni giorni prima potrebbero presentarsi alcune criticità sui canali nazionali.

Perché non riesco a vedere Rai1, Rai2 e Rai 3?

Il prossimo 20 dicembre, i tre canali della Rai subiranno alcune modifiche per arrivare pronte all'appuntamento con il nuovo anno. Come ci siamo occupati sul giornale.it, ciò significa che all'ìmprovviso potrebbe esserci assenza di segnale soltanto sui quei canali. Ecco che lo schermo potrebbe apparire nero, in altri potrebbe esserci la scritta che indica l'assegna del segnalte dell'antenna e chi pensa di spegnere e riaccendere il proprio televisore per risolvere la problematica si sbaglia, va eseguita un'apposita operazione.

Cosa fare se i canali Rai non si vedono?

Innanzitutto, l'operazione più semplice da eseguire per i televisori compatibili è fare la sintonizzazione automatica dei canali: ogni telecomando contiene i pulsanti che conducono a una schermata in cui, tra le varie opzioni, c'è la scelta del reset dei canali. A quel punto si dovrà aspettare qualche minuto (in base ai dispositivi) e i televisori compatibili con il nuovo digitale faranno nuovamente vedere in chiaro Rai 1, Rai 2 e Rai 3. Se questo non avvenisse, evidentemente, bisognerà far ricorso a un decoder o sintonizzarsi sul canale 100 per scoprire se il nostro televisore sia o meno compatibile: se apparirà la scritta "Test HEVC Main10" significa che il nostro dispositivo può supportare la nuova tecnologia.

Come sintonizzare Rai1, Rai2 e Rai3 manualmente?

Chi, invece, decidesse di non ricorrere alla sintonizzazione automatica ma a quella manuale, dovrà seguire alcune semplici regole differenti per le varie Regioni italiane: innanzitutto si dovrà impostare il dispositivo su "ricerca manuale" dei canali del digitale. A quel punto, Rai 1, Rai 2, Rai 3 in Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Marche, Lazio, Puglia, Basilicata e la provincia di Bolzano saranno visibili soltanto cercando il canale 30 che abbia la frequenza 546 Mhz; per Valle d'Aosta, Liguria, Campania, Sardegna e provincia di Trento, come ricorda tech.everyeye, il canale che andrà ricercato è il 43 con frequenza 650 Mhz. Le regioni Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Abruzzo, Molise, Calabria e Sicilia dovranno cercare il canale 37 che abbia la frequenza 602 Mhz e, infine, le città di Rieti e Arezzo dovranno imbattersi nel canale 45 con 666 Mhz.

Come trovare i canali Rai sul digitale

Se i canali Rai non sono più visibili dopo aver eseguito tutte queste operazioni, significa che il proprio televisore non è più compatibile e va sostituito (o si acquista un apposito decoder). Oltre alle tre principali reti Rai, andrà risintonizzato il dispositivo anche per la ricerca dei canali che vanno da Rai News 24 a Rai 4 e 5 fino alla tv per giovanissimi come Rai Gulp o Rai Scuola. Anche per questi sarà necessario un aggiornamento del proprio dispositivo, più facile e veloce se si decide per l'opzione automatica.

Commenti