Egitto: arrestato Mohammed Badie, guida della Fratellanza musulmana

La guida dell'organizzazione si nascondeva in un appartamento al Cairo. Dopo il fermo è stato portato a Tora, lo stesso carcere dove si trova l'ex rais Mubarak

Egitto: arrestato Mohammed Badie, guida della Fratellanza musulmana

Mohammed Badie, il 70enne leader dei Fratelli Musulmani, è stato fermato questa mattina. La guida dell'organizzazione - a quanto dice la tv di Stato egiziana - sarebbe stata trovata in un appartamento di El Tayaran Street, a Nasr City, quartiere nordoccidentale del Cairo. Qui, venerdì 14 agosto si sono concentrate la maggior parte delle vittime della repressione, quando l'esercito ha deciso per lo sgombero degli accampamenti di Rabaa e Nahda.

La guida suprema della Fratellanza è stata arrestata dalla polizia, così come Youssef Talaat, portavoce dell'Alleanza delle formazioni pro-Morsi. Badie è stato poi portato nel carcere di Tora. Nella stessa prigione si trova l'ex rais egiziano Hosni Mubarak, che potrebbe però - cadute alcune delle accuse che gravavano su di lui - uscire già oggi o domani, almeno a sentire il legale che lo segue.

L'arresto di Badie arriva a pochi giorni dall'inizio del processo che vede implicati sei alti esponenti dei Fratelli Musulmani, tra cui il suo vice, Khairat el Shater. L'udienza si terrà il 25 agosto, lo stesso giorno in cui tornerà in tribunale anche Hosni Mubarak. I membri della Fratellanza dovranno rispondere del ruolo avuto nell'uccisione di otto manifestanti, morti lo scorso giugno davanti al quartier generale del Cairo.

Un portavoce dei Fratelli, Ahmed Aref, ha minimizzato l'importanza dell'arresto, dichiarando che Badie "è solo un membro della Confraternita, che a sua volta è parte dell'alleanza anti-golpista, espressione di una parte del popolo egiziano".

Provvisoriamente la guida del gruppo sarà affidata a Mahmud Ezzat. Già segretario generale, il nuovo leader ad interim è finito più volte in carcere durante i trent'anni di governo di Mubarak. Dal 1965 al 1974 ha trascorso diversi anni in prigione - e con lui Badie - dopo essere stato arrestato per le sue idee politiche.

Durante l'era Mubarak, come per lunga parte della storia dell'Egitto moderno, la Confraternita è stata considerata una formazione illegale e ha operato clandestinamente, con un'ampia struttura clandestina.

Commenti