Merkel al cinema per rivedere il film più amato dalla sua Ddr

Merkel al cinema per rivedere il film più amato dalla sua Ddr

Proprio nei giorni in cui, dopo le rivelazioni di una nuova biografia, si discute molto sul passato di Angela Merkel e sui suoi legami con il regime della Ddr, la Cancelliera ha partecipato a una celebrazione molto speciale: l'altra sera infatti è andata al cinema, a Berlino, per assistere alla ri-proiezione di «Die Legende von Paul und Paula», un film culto dell'ex Germania Est. In particolare, la pellicola preferita della giovane Angela, così come di altri tre milioni di fan oltrecortina. Lo spettacolo è stato organizzato dalla «Deutsche Filmakademie» in occasione dei 40 anni della pellicola, che ha per protagonisti Angelica Domroese, detta la «Brigitte Bardot» della Ddr e Winfried Glatzeder, uno dei maggiori attori dell'epoca.
Non solo la Cancelliera ha partecipato all'evento (presentandosi al cinema addirittura con il marito Joachim Sauer, noto per le sue assenze in occasioni ufficiali) ma, una volta terminato il film, ha abbracciato i due protagonisti e dal palco ha risposto alle domande del regista Andreas Dresen. Per l'occasione, la Merkel ha rivelato che ai tempi dell'università organizzava anche «feste danzanti» con «il 60% di musica dell'est ed il 40% dell'ovest». Non che facesse proprio la dj, ma la giovane Angela serviva spesso al bar.
La Cancelliera ha anche replicato alle insinuazioni sul suo rapporto «stretto» con i vertici della Ddr contenute nella biografia La prima vita di Angela M., spiegando di non avere mai mentito sul suo passato: «Ciò che conta per me è che io non ho mai dissimulato qualcosa. Forse non ho raccontato alcune cose - ha puntualizzato - perché non mi sono mai state rivolte delle domande in proposito».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento