Otto autobomba in Iraq: almeno 42 morti

Otto autobomba e attacchi di miliziani armati a forze di polizia e dell’esercito. Colpite soprattutto le zone sciite di Bagdad e Bassora

Otto autobomba in Iraq: almeno 42 morti

Una raffica di attentati stravolge l'Iraq. In tutto otto attentati dinamitardi, messi a segno con la stessa tecnica dell'autobomba. Il bilancio delle vittime è di almeno 42 morti e 170 feriti. Presi di mira forze di polizia ed esercito. Cinque autobomba, piazzate nelle aree prevalentemente sciite della città, hanno colpito Bagdad e aree vicino alla capitale, provocando la morte di 25 persone e il ferimento di 130.

Altri due veicoli imbottiti di esplosivo sono saltati in aria a Bassora, nel sud del Paese, uccidendo almeno 9 persone e ferendone 28. Nella provincia di Al Anbar, 200 chilometri a ovest di Ramadi, otto poliziotti sono morti in un’imboscata tesa da miliziani armati mentre erano di pattuglia, Nella stessa provincia la notte scorsa altri 24 poliziotti erano morti in scontri con gruppi di insorti.

Commenti