Europa

“Importante un’intesa Ue sui migranti”. Piantedosi all’incontro con gli omologhi del gruppo Berlino

Il tema dei migranti è tornato centrale in Europa e ora i Paesi cercano l'intersa per un testo condiviso tra Consiglio, Parlamento e Commissione

“Importante un’intesa Ue sui migranti”. Piantedosi all’incontro con gli omologhi del gruppo Berlino

Ascolta ora: "“Importante un’intesa Ue sui migranti”. Piantedosi all’incontro con gli omologhi del gruppo Berlino"

“Importante un’intesa Ue sui migranti”. Piantedosi all’incontro con gli omologhi del gruppo Berlino

00:00 / 00:00
100 %

Matteo Piantedosi ha partecipato alla riunione del gruppo di Berlino (Italia, Francia, Germania, Repubblica Ceca, Svezia, Spagna e Belgio) sul dossier migrazione. Tra i principali temi sul tavolo anche il Patto di migrazione e asilo e, in particolare, sulla sua riforma, perché "è importante arrivare all'approvazione di un testo condiviso tra le tre istituzioni" ma questo, ha aggiunto il ministro degli Interni italiano, "comporterà un grande esercizio di flessibilità da parte di tutti".

Immancabile anche un approfondimento sull'allerta terrorismo che nelle ultime settimane è stata alzata in tutta Europa, soprattutto a fronte della guerra in Medio Oriente e degli attentati che dallo scorso 7 ottobre hanno nuovamente sporcato di sangue le strade d'Europa. "Resta fondamentale il sistema di prevenzione per intercettare possibili minacce e il tempestivo scambio di informazioni tra le Forze di Polizia a livello europeo", ha sottolineato Piantedosi, mettendo il focus sulla necessità i migliorare la collaborazione tra gli Stati.

Nel corso dell'incontro, che ha visto la partecipazione anche del commissario Ylva Johannsson, il Ministro Piantedosi ha espresso la sua vicinanza al Ministro Gérald Darmanin e al Ministro Nancy Faeser per l'attentato di sabato sera a Parigi. Un uomo naturalizzato francese ha accoltellato all'impazzata uccidendo un turista tedesco e ferendo altre due persone al grido di "Allah Akbar". Il rischio di azioni come queste in Europa è sempre più alto, le azioni dei lupi solitari sono più difficili da intercettare ma la loro penetrazione nel tessuto delle città e la radicalizzazione sono pericoli concreti.

Al centro del "proficuo" incontro del gruppo Berlino, ha spiegato il ministero dell'Interno, c'è stato soprattutto lo stato di avanzamento del negoziato sul Patto Asilo e Migrazione in corso tra Consiglio, Parlamento e Commissione e l'allerta terrorismo a livello europeo. Domani il ministro è atteso in Calabria dal presidente della Regione Roberto Occhiuto, con la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola e il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani.

Commenti