F1, scoppia la guerra delle "ali"

Polemica per l'alettone posteriore della McLaren, la Red Bull chiede chiarimenti alla Fia e dice: "Anche la Ferrari è con noi". Ma da maranello fanno sapere: "La questione non è stata sollevata da noi"

F1, scoppia la guerra delle "ali"

Roma - "C'é chiasso per l'alettone posteriore della McLaren. Hanno una scanalatura con la quale possono guadagnare un sacco di velocità in rettilineo. Abbiamo chiesto alla Fia un chiarimento, anche se ad essere onesti penso che la Ferrari sia più determinata di quanto lo siamo noi". Il responsabile della Red Bull, Christian Horner svela - come riporta il sito di settore Autosport.com - che il suo team e la scuderia di Maranello hanno chiesto alla Fia lumi sulla regolarità dell'alettone posteriore della McLaren. E la questione, ha aggiunto Horner "dovrebbe essere risolta prima del Gp del Bahrain".

Sulla questione - fanno sapere però da Maranello - che non è stata presentata alcuna richiesta formale e che da parte delle scuderie di Formula 1 è una prassi domandare chiarimenti su qualsiasi parte del regolamento tecnico. Il design della McLaren MP4-25 - ricorda Autosport - è stato oggetto di discussione durante i test della scorsa settimana a Barcellona in Spagna e il dubbio riguarda il fatto che la forma dell'airbox e del cofano motore aiutino a tenere fermo l'alettone ad alte velocità, offrendo una resa migliore sul rettilineo. "La domanda - aggiunge Horner come riporta Autosport.com - è la seguente: Si tratta di un progetto intelligente o aggira il regolamento? In McLaren devono essere convinti sia legale, io penserei che sia legale".

Sulla questione la McLaren per bocca del suo portavoce si è detta fiduciosa della legalità della sua ala: "Siamo molto fiduciosi sul fatto che la nostra monoposto rispetti in pieno il regolamento e non sappiamo di alcuna protesta in merito. Stamattina abbiamo parlato con la Ferrari e nemmeno loro sono al corrente di eventuali richieste alla Fia".