Festina, Pantani, Rumsas, Frigo Tutti i capitoli del ciclismo malato

All’inizio le sostanze illecite erano nascoste nelle auto dei ds. Ora sono le mogli a fare da corriere

1998: la prima scossa, fortissima, alla credibilità del mondo del ciclismo e della corsa d’Oltralpe. Nell’automobile di Willy Voet, massaggiatore del team Festina, viene trovato un vero e proprio arsenale di sostanze illecite. La magistratura francese si mette all’opera e scattano perquisizioni che portano le forze dell’ordine negli hotel delle squadre iscritte. La Festina è in ginocchio e diventa il simbolo del ciclismo sporco, sugli Champs Élysées trionfa Marco Pantani, che festeggia la leggendaria accoppiata Giro-Tour.
1999: è l’anno di Marco Pantani e dello scandalo di Madonna di Campiglio (5 giugno). Il campione romagnolo viene fermato per valori ematici sballati poco prima del via della penultima tappa di un Giro dominato. È l’inizio della fine della vita sportiva e umana di uno dei campioni più amati della storia dello sport. È in quest’anno che la Grande Boucle scopre un eroe: è Lance Armstrong. Texano doc, campione del mondo e degli States nel 1993, passato per l'incubo di un tumore ai testicoli. Vince il primo dei suoi 7 Tour consecutivi. Da dominatore, da cannibale.
2001: il Giro è nuovamente messo a soqquadro. La notte di Sanremo è ricordata dagli appassionati di ciclismo come una delle pagine più oscure di questo sport. Più di 200 agenti della Guardia della finanza perquisiscono in piena notte le camere dei corridori che sono al Giro: trovano sacche di medicinali. Una cinquantina di corridori finiscono nella lista degli indagati.
2002: nuovo scandalo. Raimondas Rumsas, lituano in forza alla Lampre, sale sul podio di Parigi. È terzo, a sorpresa, ma la moglie Edita viene fermata alla dogana di Chamonix mentre fa ritorno in Italia. Da un controllo nella sua vettura emergono grandi quantitativi di sostanze illecite. La donna finisce in manette per decisione dei magistrati della cittadina di Bonneville, Rumsas viene sospeso dalla sua squadra e tra la Lituania e la Francia scoppia anche un caso diplomatico. Armstrong, intanto, continua a dominare.
2005: finisce in manette Dario Frigo e il caso-Rumsas si ripete. Nell’automobile della moglie del corridore italiano della Fassa Bortolo vengono trovate 10 dosi di eritropoietina, l’Epo, la sostanza illecita che permette di aumentare la resistenza allo sforzo prolungato.

Commenti