Fisco, 9 miliardi dalla lotta all'evasione: +32%

L’Agenzia delle entrate ha incassato 9,1 miliardi di euro nel 2009 grazie alle attività di contrasto all’evasione fiscale: segnato un aumento del 32% di incassi rispetto ai quasi 7 miliardi del 2008. In due anni le somme recuperate al sommerso sono pari a 16 miliardi di euro

Fisco, 9 miliardi dalla lotta all'evasione: +32%

Roma - L’Agenzia delle entrate ha incassato 9,1 miliardi di euro nel 2009 grazie alle attività di contrasto all’evasione fiscale, che ha segnato un aumento del 32% di incassi rispetto ai quasi 7 miliardi del 2008. Lo ha spiegato il direttore generale Attilio Befera in una conferenza stampa di illustrazione dei risultati ottenuti nell’anno appena trascorso. Tra le attività che hanno segnato i maggiori risultati l’Agenzia cita gli accertamenti sintetici con un incremento degli incassi pari all’81% per quelli eseguiti e al 61% per la maggior imposta accertata e gli accertamenti assistiti da indagini finanziarie, che registrano un +25%.

La lotta all'evasione La lotta all’evasione nel 2009 ha fatto incassare all’Erario 9,1 miliardi di euro, superando i risultati dell’anno precedente del 32%. In due anni le somme recuperate al sommerso sono state pari a 16 miliardi di euro. È il direttore dell’Agenzia dell’Entrate, Attilio Befera, nel corso di una conferenza stampa su risultati e strategie della lotta all’evasione, a presentare i dati. In particolare, lo scorso anno l’incremento del gettito da ruoli è stato del 6% arrivando a 3,5 miliardi, mentre c’è stato un vero e proprio boom per i versamenti diretti aumentati del 56% arrivando a 5,6 mld (3mld in più rispetto al 2008). Forte incremento anche per le somme riscosse grazie all’adesione e all’acquiescenza da parte del contribuente agli atti dell’amministrazione, che arrivano a 4,3 miliardi di euro con un incremento del 72% rispetto al 2008. Grande successo anche per gli accertamenti sintetici: aumentano dell’81% quelli eseguiti (oltre 28 mila) e del 61% la maggiore imposta accertata (460 milioni). Bene anche gli accertamenti assistiti da indagini finanziarie, che registrano un +25%, passando da circa 7mila a quasi 9mila. Gli interventi esterni hanno riguardato oltre 9mila verifiche e controlli mirati, che hanno portato a buoni risultati sia per quanto riguarda la maggiore Iva, pari a 673 milioni di euro, sia per i rilievi ai fini di imposte dirette e Irap, pari rispettivamente a quasi 6,9 miliardi e a 5,4 miliardi.

Commenti