Fuori dalla notizia Bacco, tabacco e Venere per la signora Miyuko

Le notizie non muoiono sulla carta, né nell'etere, né in Rete. Sopravvivono altrove. Dove, non si sa. Proviamo a immaginarlo

Le notizie non muoiono sulla carta, né nell'etere, né in Rete. Sopravvivono altrove. Dove, non si sa. Proviamo a immaginarlo.

LA NOTIZIA. Se il nuovo primo ministro giapponese, Yukio Hatoyama, avrà il suo bel daffare a frenare l'espansionismo cinese e le ambizioni nucleari nordcoreane, può stare tranquillo sul fronte di... Venere: sua moglie, Miyuki, c'è stata e s'è pure trovata bene. Tipo bizzarro, la moglie del nuovo capo del governo nipponico: lui l'ha sposata in seconde nozze (in un Paese in cui, di solito, gli eredi di dinastie importanti come la sua «pescano» le consorti tra le single) e sostiene che lei è la sua «inesauribile fonte di energia». Ma Miyuki non gli risparmia bizzarie ed eccentricità: ex attrice, scrittrice culinaria, amante dei talk-show, amica - sostiene - di Tom Cruise che dice di aver incontrato in una sua vita precedente, «quando lui era giapponese». «Quando lo reincontrerò, gli dirò "Ciao, quanto tempo che non ci vediamo". E sono certa che capirà».

Su Venere, l'attuale signora Hatoyama c'è andata negli anni '70: «Il mio corpo dormiva. La mia anima montò su un Ufo a forma triangolare e arrivò su Venere», ha raccontato in un libro pubblicato l'anno scorso e intitolato «Cose davvero strane che mi sono accadute». «Era un posto bellissimo e tutto verde». Al risveglio, la prossima first lady giapponese (il voto del Parlamento al nuovo premier è stato fissato per il 16 settembre) si trovò accanto il suo ormai ex marito (un ristoratore giapponese che aveva sposato mentre viveva in California); e lui le disse che probabilmente aveva sognato. «Il mio attuale marito la pensa diversamente», si legge ancora nel libro. «Mi avrebbe detto di sicuro: "Oh, fantastico..."».

Yukio Hatoyama, 62 anni, prossimo primo ministro giapponese, è il classico frutto del mondo politico nipponico formato da eredi di grandi dinastie politiche. Nipote di un ex primo ministro (Ichiro Hatoyama), figlio di un ex ministro degli Esteri (Iichiro) e fratello dell'ex ministro della Giustizia (Kunio), di un esponente del Partito liberaldemocratico (Jiminto) e - per completare il quadro - nipote per parte di madre del fondatore della Bridgestone. Conobbe Miyuki quando entrambi vivevano in California (lui per un dottorato alla Standford University); e il loro matrimonio, in Usa, fu abbastanza scandaloso per l'erede di una grande schiatta di politici. Da allora, lei ha fatto di tutto: consulente d'immagine (ma preferisce definirsi «life composer»), autrice di alcuni libri gastronomici («Cibo spirituale» è dedicato alle ricette macrobiotica hawaiane), appassionata di allestimento di interni. Ma Miyuki ama anche creare vestiti e cura il look del marito.

Nonostante le molte eccentricità, Yukio Hatoyama ha sempre parlato in termini entusiastici della moglie: «Mi sento sollevato quando torno a casa, lei è la mia centrale di rifornimento energetico». Chissà, magari li aiuta quella pratica mattutina che Miyiko definisce essenziale nel suo regime salutistico: mangia il sole ogni mattina a colazione. Ne ha parlato diffusamente in un'intervista a un talk-show, all'inizio dell'anno, quando era ormai diventato chiaro che Hatoyama e il suo Partito Democratico avrebbero formato il nuovo governo. Nell'intervista, lei chiuse gli occhi e fece il gesto di chi stacca pezzi da qualcosa in alto: «Gnam, gnam, gnam», aggiunse, fingendo di masticare pezzetti di sole. E concluse: «Prendo energia dal sole. E anche mio marito lo fa...». (fonte: Agi, 3 settembre 2009)

FUORI DALLA NOTIZIA. «Siamo venuti a conoscenza soltanto ora delle dichiarazioni rilasciate dalla signora Miyuki Hatoyama. E teniamo a precisare che esse sono destituite di ogni fondamento. La signora non ha mai messo piede sul nostro pianeta, né mai ci sono pervenute, da parte sua, richieste in tal senso. Lo confermano le verifiche recentemente effettuate presso il Casellario dei Visitatori, dove si conservano le schede di terrestri, marziani, plutoniani etc ammessi, da mille anni a oggi, nel Regno della Luce (così i venusiani chiamano il loro pianeta, ndr), oltre ai dati delle persone non ammesse per questo o quel motivo. Diffidiamo pertanto la signora Miyuki dal trattare nuovamente l'argomento della sua del tutto campata per aria permanenza qui da noi. Il signor Tom Cruise, invece, lui sì che è una persona seria. Non si è mai fatto pubblicità usando il Regno della Luce. E nelle due settimane in cui fu nostro ospite, si comportò in maniera esemplare.

Firmato
Zxz314-Jiro, capo ufficio stampa del Regno
della Luce».

Commenti

Grazie per il tuo commento