G8, per De Gennaro un anno e quattro mesi nel processo d'appello

Il prefetto Gianni De Gennaro è stato condannato ad un anno e quattro mesi. Lo hanno deciso i giudici della seconda sezione della Corte d’Appello di Genova nel processo di secondo grado per istigazione alla falsa testimonianza dell'ex questore di Genova

G8, per De Gennaro 
un anno e quattro mesi 
nel processo d'appello

Genova - L’ex capo della Polizia e attuale capo del Dis Gianni De Gennaro è stato condannato in appello a 1 anni e 4 mesi di reclusione per induzione alla falsa testimonianza nei confronti dell’ex questore di Genova Francesco Colucci. Ribaltata quidi la sentenza di assoluzione in primo grado sia a carico di De Gennaro che di Spartaco Mortola, ex capo della Digos di Genova e attuale vice questore vicario di Torino. Mortola è stato condannato a 1 anno e 2 mesi. I due imputati dovranno inoltre risarcire le tre parti civili costituite nel processo. A entrambi sono stati concessi i benefici di legge.

Gasparri: "Preferisco De Gennaro alla sentenza" "Tra De Gennaro e la sentenza sul G8, preferisco De Gennaro". Lo afferma Maurizio Gasparri, presidente del gruppo del Pdl in Senato, dopo la condanna in appello dell’ex capo della Polizia per i disordini al G8 di Genova del 2001. 

Solidarietà del Pdl a De Gennaro Il vicepresidente dei deputati Pdl Carmelo Briguglio esprime "solidarietà" a Gianni De Gennaro, dopo la condanna in appello per i fatti del G8 di Genova. "Mi consta personalmente che nell’esercizio delle sue funzioni - afferma in una nota - il prefetto Gianni De Gennaro si è dimostrato sempre uomo delle istituzioni e grande servitore dello Stato. In questo momento di amarezza gli esprimo la mia personale e politica solidarietà". 

Casini: "Rammarico per De Gennaro" "Sono molto rammaricato per la sentenza della Corte d’Appello di Genova che riguarda il prefetto De Gennaro. Sono certo che la Cassazione ristabilirà la verità dei fatti come già acclarata dalla sentenza di primo grado. Per me De Gennaro è, e rimane, un grande servitore dello Stato di cui essere orgogliosi". Lo afferma il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini. 

Agnoletto: ora si dimetta  "Avevamo ragione. Finalmente giustizia è stata fatta. La condanna a De Gennaro è la dimostrazione di quanto sosteniamo dal 2001: i vertici della polizia erano perfettamente al corrente di quanto stava accadendo alla Diaz, del massacro di decine di persone inermi". Così in una nota Vittorio Agnoletto, portavoce del Genova Social Forum ai tempi del G8 di Genova, e Antonio Bruno, consigliere comunale a Genova e membro del GSF, sulla condanna in appello di Gianni De Gennaro. "Se ci sono delle ’mele marcè queste sono da cercare innanzitutto in chi in questi anni è stato promosso ai vertici delle forze dell’ordine e dei servizi segreti. Ora - dicono Agnoletto e Bruno - tutti i condannati, a cominciare da De Gennaro, devono dimettersi dalla cariche che ricoprono.

 

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti