Genova fa il record di croceristi, anche se non li tratta bene

Incremento del 19 per cento delle presenze di croceristi di passaggio a Genova e dell'1 per cento per quanto riguarda i passeggeri dei traghetti. La Lanterna conferma anche nel 2009 il trend positivo del traffico marittimo e, stando ai dati diffusi dal presidente dell'Autorità Portuale di Genova Luigi Merlo e dai vertici di Stazioni Marittime Spa, per quanto riguarda la prossima stagione, sembra voler puntare ancora più in alto. Un vero record quello registrato nei mesi estivi di quest'anno: solo ad agosto sono 89.227 i croceristi transitati dai terminal genovesi e un dato così positivo non si registrava dal 1985. Conferma anche per quanto riguarda l'affluenza ai traghetti. Tra giugno e agosto di quest'anno sono stati 1.680mila gli imbarchi, l'afflusso più alto registrato dal 1992 ad oggi. «Quelli dell'estate 2009 sono dati straordinari - afferma il presidente Merlo - specie per quanto riguarda i traghetti, senza contare la riduzione del problema del traffico da imbarchi e sbarchi, brillantemente superato nonostante il blocco, proprio all'apice della stagione, della galleria Monte Galletto sull'autostrada A7». Autorità Portuale e Stazioni Marittime dal 2002 a oggi hanno investito 59 milioni di euro per il rilancio del porto di Genova. «Dovevamo recuperare - continua Merlo - ora pensiamo al futuro e non ci vogliamo fermare». Le scommesse in campo sono molte, a partire dalla crescita dei passeggeri: «Puntiamo ad arrivare al milione di transiti per le crociere nel minor tempo possibile - sottolinea il presidente dell'Authority genovese - puntiamo su Msc Crociere ma anche sulla crescita di altre compagnie». Dopo i lavori di ampliamento delle banchine e i dragaggi che consentono l'accesso al porto alle grandi navi i nuovi progetti, autorizzati da Regione Liguria, mirano a risolvere il problema degli spazi per i passeggeri nel tentativo di arginare, una volta per tutte, il problema del cosiddetto «abbandono dei croceristi». La questione riguarda ancora una volta la mancanza di strutture e di servizi di accoglienza per i turisti che servono ma continuano ad essere trascurati. L'Autorità Portuale ha stanziato 12 milioni di euro per la costruzione di due ampi depositi bagagli sulle banchine di Ponte Andrea Doria mentre 2 milioni sono stati messi a disposizione da Stazioni Marittime per effettuare lavori di ampliamento dei Terminal Passeggeri. «Dobbiamo migliorare l'accoglienza dei viaggiatori - afferma il presidente di Stazioni Marittime Filippo Schiaffino - uno sforzo comune che può portare ad un indotto importantissimo».