Gaza, Biden presenta il piano per il cessate il fuoco. Aperture di Netanyahu e Hamas

"Non si può perdere questa occasione, questo è davvero il momento decisivo. È ora che questa guerra finisca". Lo ha detto alla Casa Bianca il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, in merito alla proposta di cessate il fuoco per Israele e Hamas. Netanyahu: "La guerra non finirà senza l'eliminazione di hamas"

Gaza, Biden presenta il piano per il cessate il fuoco. Aperture di Netanyahu e Hamas
00:00 00:00

Diplomazia al lavoro per fermare la guerra nella Striscia di Gaza. Israele ha proposto ad Hamas una tregua. A renderlo noto è il presidente Usa Joe Biden. "Israele ha proposto ad Hamas il ritiro di tutte le sue truppe da Gaza per sei settimane", ha detto Biden. "Questo è il momento che Hamas venga al tavolo dei negoziati e accetti l'accordo".

Ma cosa prevede la proposta di Israele? L'accordo si suddivide in tre fasi, spiega Biden: "Rientro a casa di tutti gli ostaggi, garantisce la sicurezza di Israele, crea un futuro migliore a Gaza senza Hamas al potere e pone le basi per una soluzione politica che garantisca un futuro migliore sia agli israeliani che ai palestinesi''. Rivolgendosi all'alleato Israele Biden ha detto: "Non esiste una vittoria totale".

Domani al Cairo dovrebbero vedersi i rappresentanti di Egitto, Israele e Stati Uniti per trovare un accordo in vista della riapertura del valico di Rafah, sotto il controllo di Egitto e dell'Autorità palestinese (che ritorna in gioco), contestualmente al ritiro dell'esercito con la stella di David dalla zona. Anche questo è uno snodo cruciale. L'obiettivo, con la riapertura del valico, è far arrivare gli aiuti di cui la popolazione civile di Gaza ha bisogno.

A stretto giro di posta arriva la risposta del premier israeliano Benjamin Netanyahu: "La guerra a Gaza non finirà fino a che non ci sarà l’eliminazione di Hamas". Tesi già ripetuta altre volte ma che, giunta subito dopo le parole di Biden, non è certo un ramoscello d'ulivo. L'ufficio di Netanyahu ha spiegato che "il primo ministro ha autorizzato la squadra negoziale a presentare uno schema per raggiungere questo obiettivo, insistendo sul fatto che la guerra non finirà finchè non saranno raggiunti tutti i suoi obiettivi, compreso il ritorno di tutti i nostri ostaggi e l’eliminazione delle capacità militari e governative di Hamas".

Apertura di Hamas, che fa sapere di "considerare positivamente" la roadmap israeliana verso un cessate il fuoco annunciata da. "Hamas considera positivamente" i contenuti del discorso di Biden di oggi riguardo "un cessate il fuoco permanente, il ritiro delle forze israeliane da Gaza, la ricostruzione e lo scambio di prigionieri", ha detto il movimento islamico palestinese in una dichiarazione. Hamas si dice pronta ad "impegnarsi in modo positivo e costruttivo con qualsiasi proposta" basata su "un cessate il fuoco permanente". Hamas ha aggiunto che vuole "il ritorno degli sfollati nelle loro case in tutta Gaza e il completamento di un serio accordo sullo scambio di prigionieri se l'occupazione di Israele si impegna esplicitamente in tal senso". "Consideriamo questa posizione americana e la convinzione regionale e internazionale della necessità di porre fine alla guerra a Gaza come il risultato della leggendaria fermezza del nostro popolo e della sua coraggiosa resistenza".

Dagli Usa, nel frattempo, arriva un altro segnale importante di vicinanza a Israele.

Il segretario di Stato Usa Antony Blinken si sofferma sulle richieste di arresto del procuratore della Corte Penale Internazionale Karim Khan nei confronti dei vertici di Hamas e dello Stato di Israele: "Siamo stati molto chiari: la decisione presa dal pubblico ministero è stata a nostro giudizio profondamente sbagliata. Ha creato un'equiparazione tra Hamas e i leader israeliani, tra i capi di Hamas e i leader democraticamente eletti di Israele. È francamente vergognoso".

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica