I gratta e sosta vanno in ferie, ma non ovunque

I gratta e sosta vanno in ferie, ma non ovunque

Anche il gratta e sosta, almeno per due settimane, va in vacanza. Secondo l'ordinanza che l’assessore comunale al Traffico Giorgio Goggi firmerà proprio oggi, infatti, in buona parte della città verrà sospeso il servizio di sosta a pagamento sulle strisce blu. Saranno però escluse da questo «privilegio» alcune aree chiave: quella all’interno della cerchia dei Navigli, quella di fianco alla Stazione Centrale (a partire da piazza Luigi di Savoia) e, per finire, la zona di viale D’Annunzio e della Darsena. Per l’area di San Siro, resta in vigore l’obbligo dei gratta e sosta solo in occasione delle partite di Milan e Inter. In tutte queste zone ci saranno comunque delle locandine che segnaleranno le vie in cui bisogna pagare e dove no.
Il parcheggio libero - e quindi senza rischio di multa - in città, come ormai da tradizione, sarà concentrato nelle due settimane che vanno da lunedì 8 agosto a domenica 21 agosto. La scelta di questo periodo particolare dipende infatti da due fattori pratici: la notevole diminuzione dei veicoli in circolazione e, poi, il disagio pratico, per chiunque, di trovare i gratta e sosta in un periodo in cui molte rivendite sono chiuse e gli ausiliari del traffico vanno in ferie. Già da giorni, del resto, molti milanesi - anche in centro - protestano per i lunghi giri di «ricognizione» che devono compiere prima di trovare gli addetti dell’Atm che vendono i biglietti. Ma di domenica, coi bar chiusi, è un’impresa ardua ma obbligata se non si vuole rischiare la multa.

Commenti

Grazie per il tuo commento