Fascicolo sanitario, tutte le novità in arrivo

Il sistema conterrà informazioni come i dati identificativi e amministrativi del cittadino e il profilo sanitario sintetico. I fondi del Pnrr investiti nel progetto ammontano a 1,38 miliardi di euro

Fascicolo sanitario, tutte le novità in arrivo
00:00 00:00

All’interno del progetto di digitalizzazione del paese c’è anche la creazione del Fascicolo sanitario elettronico 2.0. Si tratta di una raccolta di documenti in formato digitale che che mette a disposizione dei medici tutti i dati sanitari e fornisce loro la possibilità di prenotare, su autorizzazione dei singoli cittadini, le prestazioni per i pazienti. I fondi del Pnrr investiti nel progetto ammontano a 1,38 miliardi di euro e le stime affermano che entro il 2025 almeno l’85% dei medici di famiglia inserirà le informazioni all’interno del database.

Il Fascicolo sanitario

Il Fascicolo sanitario è stato istituito in Italia nel 2012 e attivato in tutte le regioni. Il progetto è quello di incentivarne l’utilizzo e questo avverrà grazie al disegno di decreto del ministro della Salute e del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del consiglio dei ministri con delega all’Innovazione tecnologica. Inoltre anche il ministro dell’Economia ha dato il proprio contribuito per lo sviluppo della misura poiché ha ricevuto il parere favorevole dalla Conferenza Stato-Regioni sull’introduzione della novità. Il ministro della Salute Orazio Schillaci ha affermato in merito al nuovo Fascicolo sanitario: “Rappresenta un significativo passo in avanti nella digitalizzazione dei dati sanitari, obiettivo tra i più rilevanti del Pnrr, e verso una nuova visione della sanità in cui l'innovazione tecnologica contribuisce al potenziamento dell'assistenza territoriale e al superamento delle disuguaglianze”.

Le novità in arrivo

I cittadini grazie al nuovo fascicolo sanitario potranno e avere a disposizione in un solo portale i propri dati clinici, inoltre avranno la possibilità di accedere ai servizi di telemedicina, a quelli di emergenza, urgenza ed erogazione farmaci e prenotare prestazioni sanitarie. Al paziente sarà dedicata una sezione personale per inserire e modificare le informazioni e i documenti riguardanti le proprie cure. Questo strumento specifico si chiamerà “Taccuino personale” e sarà consultabile da medici di medicina generale, pediatri e specialisti. Il sistema conterrà i dati identificativi e amministrativi del cittadino, i verbali di pronto soccorso, i referti, le lettere di dimissione e il profilo sanitario sintetico, ovvero la storia clinica del paziente inserita in un documento socio-sanitario informatico redatto e aggiornato dal medico di medicina generale o dal pediatria. Inoltre all’interno del software verranno trascritti documenti come prescrizioni specialistiche e farmaceutiche, cartelle cliniche, vaccinazioni, dati delle tessere per i portatori di impianto e altre informazioni sanitarie utili.

I numeri

Uno studio dell’Osservatorio sulla Sanità digitale del Politecnico di Milano ha segnalato che nell’ultimo anno il 35% dei cittadini ha effettuato un solo accesso al software mentre il 53% l’ha usato solo per le funzionalità legate all'emergenza Covid come il Green Pass, i certificati vaccinali e il referto dei tamponi.

Come affermato dall’Agid, Agenzia per l’Italia digitale, nel secondo trimestre del 2023 nelle regioni di Lombardia, Sardegna, Aosta, Emilia e Trento il 100% dei medici ha compilato e consultato il Fascicolo nei tre mesi precedenti. In Basilicata, Calabria, Campania, Lazio e Liguria, l’utilizzo della misura nello stesso arco temporale è dello 0%. In Sicilia, invece, il software è stato sfruttato per il 21% mentre in Valle d’Aosta per il 60%.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica