Inter, biglietti Champions I tifosi sono già in coda La vendita questo sabato

Fanno turni di otto ore, poi si danno il cambio. Per evitare litigate qualcuno organizza una lista su cui vengono segnati i nomi di chi arriva davanti alla banca. C'è chi è attrezzato con sedie, panini e thermos

Inter, biglietti Champions 
I tifosi sono già in coda 
La vendita questo sabato

Milano - Una finale di Champions League attesa per 38 anni val bene qualche sacrificio. Lo hanno pensato in tanti fra i tifosi interisti che già con circa 48 ore di anticipo dalla vendita si sono messi in fila per accaparrarsi un biglietto per la finale di Madrid contro il Bayern di Monaco. Armati di sedie pieghevoli, tende e sacco a pelo, e soprattutto di tanta pazienza, decine di tifosi hanno iniziato a bivaccare già da ieri in via Massaua, di fronte alla sede della Banca Popolare di Milano, dove verranno venduti 5.000 biglietti per la finale del 22 maggio prossimo: 4.000 riservati agli abbonati dell’Inter e 1.000 riservati ai soci del Centro coordinamento Inter Club. Verrà venduto un tagliando a persona e non saranno ammesse deleghe. Gli sportelli saranno aperti dalle 11 di domani. Sono previste migliaia di persone in coda, tanto che le forze dell’ordine hanno predisposto un percorso obbligato, delimitato da transenne. Sono a disposizione servizi igienici e assistenza medica. L’intera area sarà presidiata dalle forze dell’ordine e controllata da telecamere.

In coda già da giovedi "In realtà sono arrivato mercoledi sera - spiega Carmine Albero, camionista disoccupato di 55 anni - ma avevamo visto che non c’era nessuno e quindi siamo ritornati stamattina. Ci siamo organizzati con dei turni di 8 ore per cercare di arrivare non troppo stanchi al momento della vendita dei biglietti".

Una lista autogestita I tifosi per evitare problemi di fila e precedenza, hanno stilato una lista dove segnano man mano coloro che arrivano davanti alla banca. "È semplicemente un’idea civile - ha detto Pietro, studente 26enne di Roma - per evitare problemi e disagi. Poi non so cosa succederà quando saremo di più".

Anche tifosi cinesi Ma non ci sono soltanto italiani: Rer Yamy, 21enne studente cinese, è venuto direttamente dalla Polonia, dove attualmente studia, per comprare i biglietti e tifare Inter. "Saranno due giorni molto lunghi - ha detto, con addosso la maglietta nerazzurra - ma per l’Inter farei questo e altro". Inutile chiedergli come andrà a finire la partita: "Vincerà l’Inter 3-1", ha detto sorridendo prima di rimettersi in fila.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti