Carceri, Cancellieri: "Indegne di uno stato civile"

Il ministro della Giustizia commemora la strage di Capaci e punta il dito: "Necessaria riforma del sistema delle pene"

Carceri, Cancellieri: "Indegne di uno stato civile"

"Non bastano nuove carceri, ma bisogna ripensare il sistema delle pene" Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri è intervenuta questa mattina alla commemorazione della strage di Capaci, che nel 1992 uccideva Giovanni Falcone insieme alla moglie e agli agenti della scorta.

Il Guardasigilli ha colto l'occasione per tornare a parlare del problema delle prigioni italiane. Per risolverlo - ha detto - "non bastano nuovi carceri, ma bisogna ripensare il sistema delle pene, valutando se ci sono spazi per quelle alternative".

La Cancellieri ha sottolineato che è "necessario che in carcere si paghino gli errori commessi, ma anche che se ne esca migliori". Ai detenuti vanno garantite "una possibilità decente di alloggio, di sanità e di spazi per poter lavorare". "Le nostre carceri - ha aggiunto - non sono degne di un Paese civile".

Commenti