Crocetta fa fuori Zichichi

Nello stesso giorno del licenziamento di Battiato, Crocetta fa fuori anche lo scienzato: "Sta sempre a Ginevra"

"Di Zichichi non se ne poteva più, bisognava lavorare e invece lui parlava di raggi cosmici. Forse, sarebbe stato meglio utilizzarlo come esperto". Il governatore della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, ha deciso di far fuori anche l'assessore regionale ai Beni Culturali.

Nello stesso giorno della revoca dell'incarico di assessore al Turismo a Franco Battiato. "Zichichi è uno scienziato e probabilmente il trasferimento di queste sue conoscenze non ha funzionato, mancano gli elementi di connessione: credo sia più adatto a un incarico tecnico più che politico. Ha trasmesso delle belle idee e potrebbe dare un grande supporto. Ma serve una figura tecnica e pragmatica per governare un assessorato che rilascia concessioni o le blocca".

Crocetta poi rincara la dose: "Zichichi c’è poco, sta sempre a Ginevra. Le sue sparate sul nucleare, sul Muos (il progetto radar Usa a Niscemi, ndr) sono in pieno contrasto con la giunta. Le idee si perdonano, ma l’assenza no".

Nei suoi mesi da assessore, Zichichi è stato più volte al centro di polemiche. Oltre alle continue bacchettate dell’opposizione per la sua diradata presenza in Sicilia, dato che lavora come fisico al Cern di Ginevra, lo scienziato aveva sollevato un vespaio quando si era espresso a favore dell’energia nucleare. Una materia su cui, si era affrettato a puntualizzare Crocetta, il governo regionale ha un’idea opposta. Zichichi era stato bersagliato anche per i rapporti tra l’assessorato ai Beni culturali da lui diretto e una società partecipata da suo figlio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.