L’Anm vira a destraSconfitte le toghe rosse

Il parlamentino dei giudici cambia volto, trionfa Magistratura indipendente. Bocciata la giunta Palamara

Roma - Se si può dire che l’Anm cambia faccia adeguandosi al dopo-Berlusconi, questa faccia è meno arrabbiata, più moderata.
Alle elezioni, infatti, vince conquistando 2 seggi l’unica corrente che in questi 4 anni è stata all’opposizione della bellicosa giunta Palamara-Cascini, quella di centrodestra: Magistratura indipendente. Il suo slogan è: meno politica e più sindacato.
Perdono consensi la lista di centro, Unità per la costituzione, che cala di 2 seggi, e Area, il cartello delle forze di sinistra Magistratura democratica e Movimento per la giustizia, che perde 1 seggio.
Così, nel «parlamentino» dell’associazione, che il 10 marzo eleggerà presidente e segretario, ci saranno 12 rappresentanti di Unicost, 12 di Area, 11 di Mi e 1 della nuova lista «anti-correnti», Proposta B.

È una netta sconfitta per la linea d’attacco sulle riforme, con scarsa attenzione a stipendi e condizioni di lavoro, del presidente Luca Palamara (Unicost) e del segretario Giuseppe Cascini (Md). Anche se la vecchia e ridimensionata maggioranza regge ancora.

A questo punto si aprono diversi scenari e la palla sembra passare nelle mani della corrente di centro, pur sempre maggioritaria.
Ci potrebbe essere una svolta, con una giunta di centrodestra Unicost-Mi, dopo quella di centrosinistra, per dare un segnale di forte cambiamento.
O si potrebbe formare una giunta maggioritaria con tutte e tre le grandi correnti, ma sempre a guida Unicost-Md, mantenendo il ticket pre-elezioni per il vertice.
Oppure, rifiutando questa prospettiva, Mi potrebbe rimanere polemicamente fuori dal governo dell’Anm, per non fare «da ruota di scorta» alla vecchia linea uscita sconfitta dalle urne.
Quest’ultima sembra un’ipotesi lontana, perché sarà difficile ignorare che la corrente guidata da Cosimo Ferri continua il trend positivo che dal 2007 l’ha fatta salire da 7 a 11 e che è stato confermato anche alle elezioni del Csm.

Né si può minimizzare il successo personale del leader di Mi, di gran lunga il più votato con 1.160 consensi, quasi il doppio della candidata che Md vorrebbe alla presidenza, Ezia Maccora (615); ben di più del migliore di Unicost, Michele Ciambellini (720).
Il successo di Mi corre da Torino a Roma, da Firenze a Napoli, da Venezia a Catania, ma a Milano diventa clamoroso perché lì si quadruplicano i consensi.

Per Ferri bisogna ripartire proprio dal risultato meneghino. «È espressione - dice - della fiducia che i magistrati hanno riposto nella linea moderata ma sempre ferma di Mi, che non ha mai ritenuto negoziabili certi principi e valori, ma che al contempo ha sempre preferito la strada del dialogo e del confronto con le istituzioni e la politica. Milano è il punto di partenza e di riferimento per continuare a crescere, nella ferma convinzione e piena consapevolezza che la difesa dei diritti economici dei magistrati, della loro dignità professionale, della loro indipendenza e imparzialità siano i punti principali dell’agenda di una Anm che deve tornare a fare e ad essere il nostro sindacato».

Dalle urne il peso della corrente di centro esce ridimensionato e per molti Unicost paga un eccessivo appiattimento sulla politica delle forze di sinistra, come dice il presidente di Mi Stefano Schirò. Ma l’ago della bilancia rimane lei, comunque maggioritaria con 2.268 voti (485 in meno rispetto al 2007), seguita da Area, che ne ha 2260 (325 in meno), Mi che ha 1997 consensi (281 in più dell’ultima elezione) e Proposta B con 287 voti.

«Abbiamo perso in termini di voti - afferma il segretario di Unicost Marcello Matera - perché abbiamo investito sulla questione morale e sulla credibilità». E il segretario di Md, Piergiorgio Morosini, sostiene che «la giunta uscente si è mossa in una situazione difficile per contrastare riforme contrarie alla Costituzione».
Il parlamentino dell’Anm è molto rinnovato nei volti dei 36 membri ed è parecchio «rosa». Il peso delle tre correnti è diventato quasi paritario e Mi sembra decisa a rivendicare un posto di vertice per Ferri, come condizione per entrare in giunta. Certamente, gli elettori attendono concrete novità.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

bruna.amorosi

Ven, 02/03/2012 - 08:23

O SIGNORE ma è proprio necessario che queste così dette (partite della magistratura ) si giochino su l'essere di destra o di sinistra ?IOvorrei che IL MAGISTRATOnon fosse ne di destra ne di sinistra .ma facesse il suo dovere senza guardare in faccia nessuno vorrei che mi si spiegasse a cosa serve un sindacato dei magistrati quando SOLO LORO HANNO IN MANO LA VITA DELLE PERSONE ? lo sò questo non lo manderete ma per me una persona che voglia fare il magistrato NON DOVREBBE VOTARE perchè loro dovrebbero essere apartitici il perchè? la prova ne è BERLUSCONI lo vogliono ammazzare e lo possono fare allora?quale è la mia fiducia su un magistrato che lo sò della parte politica avversa ? .

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 02/03/2012 - 08:43

Ah, con tutti gli Italiani che tirano la cinghia, i magistrati vogliono aumenti di stipendio ? Già, non bisogna dimenticare che il loro collega O.L. Scalfaro anche se "non ci stava" i soldi riusciva a farli sparire ugualmente.

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 02/03/2012 - 08:45

di sinistra, di centro, di destra restano sempre e solo una casta di strapagati fannulloni.

Ritratto di muff@

muff@

Ven, 02/03/2012 - 08:58

"La difesa dei diritti economici dei magistrati, della loro dignità professionale, della loro indipendenza e imparzialità siano i punti principali dell'agenda." Va ben che sono magistrati, ma un po' di consapevolezza di sé, mai, mai, mai, proprio mai?

lucianissimo

Ven, 02/03/2012 - 08:58

Verrebbe da ridere se non ci fosse invece da piangere. Ma il signor Palamara non è quello che ha sempre sostenuto che i magistrati sono assolutamente lontani dalla politica, quando Berlusconi li accusava di essere braccio armato della politica di una certa parte? Ma quale giudizio onesto può mai dare un magistrato schierato politicamente? Questo è proprio un paese da operetta, per non dire da tragedia. Qui gli assassini vanno agli arresti domiciliari in residence, mentre i poliziotti che sparano ai delinquenti per difendersi, sono rei di omicidio volontario. Siamo proprio nella bolgia della pazzia scatenata.

Ritratto di veon

veon

Ven, 02/03/2012 - 09:27

Questo potrebbe essere un buon segno... Vediamo. Certo che se si tengono quel p***o di palamara come presidente. Con quella faccia, come fa ad essere onesto? Infatti fa il sindacalista...

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 02/03/2012 - 09:41

Che un poco di buon sensi si faccia strada fra i magistrati non può non fare piacere, ma non illudiamoci che di teste matte la magistratura è piena. Non mi rendo conto del perché, anzi me ne rendo conto, ma è così: un dato di fatto.

egi

Ven, 02/03/2012 - 09:51

Sarebbe più giusto che non ci fossero svolte, se non altro per l'imparzialità dei ruoli, ma purtroppo questa è l'Italia e dall'assalto alla diligenza perpretata da Violante Caselli e altri non è più finita, mi fa paura uno stato con una magistratura e con tanti imbecilli che la guardano a seconda delle simpatie poliche, senza rendersi conto che è stata la morte della giustizia, e forse l'inizio di una nuova dittatura.

ziofabri

Ven, 02/03/2012 - 10:14

Era ora. Speriamo sia l'inizio di un ritorno a quell'equilibrio che dovrebbe essere la caratteristica principale del mondo togato

spinnaker53

Ven, 02/03/2012 - 10:49

Quando in un Paese "democratico" i giornali possono scrivere che la magistratura si sposta da sx a dx o viceversa si deve rimanere basiti. In tutto il mondo esiste la Magistratura, punto. Solo in quelli poco democratici esiste una magistratura politicizzata. Nelle nostre aule campeggie la scritta "la legge è uguale per tutti" a cui si potrebbe tranquillamente aggiungere "la giustizia non sempre".

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 02/03/2012 - 10:50

Se, la magistratura fosse neutrale noi crederemmo di piu all,imparzialitá dei giudici é magistrati, ma se la magistratura é composta da gente come depasquale che fá suicidare gente che si aspetta di essere interrogata é lui va in ferie! non CI SARÁ MAI CREDIBILITÁ PER LA GIUSTIZIA ITALIANA!. Che, la linea di palamara perde terreno non é altro che le conseguenza di quello che vuole la UE, é cioe la responsabilitá dei giudici e magistrati, il tonno palamara ha fiutato la frusta che lo punirá, e vuole correre ai ripari!. Gente, come bruti liberati, boccassini, wooodcock, lepore, ingroia (il minuscolo é voluto)! che comprono putta...e e mafiosi per infangare Berlusconi, non si meritano di giudicare la gente ma la galera!.

Ritratto di Zago

Zago

Ven, 02/03/2012 - 10:57

Era ora che il vento cambiasse in casa della magistratura. Sono convinto che ora le cose cambieranno anche di molto e non come quando c'era Palamara che vedeva solo il suo pezzetto di orto. C'era un nemico da battere: Berlusconi e fin quando è stato al comando, niente andava bene e tutte le leggi che il governo emetteva erano a vantahggio del Cavaliere, così parlava palamara. Ora faccia il suo dovere di Giudice e prenda atto di come si conduce un sindacato che non deve fare politica innanzitutto.

G_Gavelli

Ven, 02/03/2012 - 10:59

Vicenda Grandiosa In Una Giornata Grigissima Per Il Paese Grazie Ai No-tav Sempre Aiutati Dalle Toghe Rosse.

villiam

Ven, 02/03/2012 - 11:02

finalmente ,come diceva cossiga il tonno deve andare a casa ,comunque viene da ridere quando da parte di magistrati si nega la politicizzazione ,questi a secondo di che parte è giudicano o iniziano indagini ,tutto ciò che è di sinistra viene regolarmente insabbiato,facciamo piazza pulita ,e chi sbaglia vada a casa !!!!!!!!!!!!!!la dittatura dei magistrati deve finire subito ,o non ce ne libereremo più!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di muff@

muff@

Ven, 02/03/2012 - 11:09

Magistrati! Quanto più si mostrano di parte, pur spergiurando sulla loro "assoluta" imparzialità, tante più possibilità hanno di entrare in Parlamento. Figurarsi il futuro radioso che immaginava per sé Depashqualo, poveraccio, prima che tutti i suoi sogni si infrangessero e si dissolvessero come neve al sole, per non essere stato lui quello capace, per primo, di far condannare Berlusconi, dopo l'infinita serie di pesci in faccia (28 a 0!) presi dai suoi colleghi. (Nonché dalle sue colleghe). E questo, pur essendosi inventato che a essere corrotti si comincia non quando si prendono i soldi, ma quando si comincia a spenderli. Cosa tanto incredibile da far quasi passare per vera quella di Ruby nipote di Mubarak. Ridicolo individuo.

xgerico

Ven, 02/03/2012 - 11:21

Azzooooooo............. ma allora i PM non sono tutti comunisti??? A BRUNA, guarda che esiste anche il sindacato di polizia, e non è che loro vanno sparando alla gente! (se no l'hai capita ti faccio il disegnino).

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Ven, 02/03/2012 - 11:29

La magistratura deve essere libera e indipendente e la pulizia,al suo interno, deve essere fatta da quella maggioranza dei giudici che lavora sodo e che non considera la politica il cavallo di ***** per entrarvi e fare i propri comodi. Onore a quei magistrati che lottano, tutti giorni, contro i politici corrotti ed il malaffare.

lot

Ven, 02/03/2012 - 12:06

A me viene il volta stomaco a sentire parlare di correnti politiche nella magistratura. Con che razza di fiducia può andare un cittadino a farsi giudicare da questi magistrati? Dicono che "la Legge è uguale per tutti" ma se tale legge viene gestita a seconda dell'appartenenza politica è del tutto evidente che non è così. Non mi crogiolerei su chi abbia vinto e quale corrente politica conduce la danza, qui bisogna cambiare immediatamente tutte le regole del gioco e questi personaggi che dicono di applicare le leggi. Ci vuole un cambio radicale e non una semplice riforma che non cambia altro che il c..o di chi si siede sulla poltrona, perchè il meccanismo sbagliato rimane lo stesso!

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Ven, 02/03/2012 - 12:33

"dalla faccia" diceva il saggio Cossiga: "dalla faccia"!

IlGrilloParlante9

Ven, 02/03/2012 - 12:34

I sinistrati non hanno sempre sostenuto che la magistratura non è politicizzata?

Elcondor

Ven, 02/03/2012 - 13:17

Unja cosa sara` certa, ora si avra` maggiori garanzie.

porthos

Ven, 02/03/2012 - 13:31

Sarebbe ora, finalmente, che parte della magistratura, eccessivamente schierata e sbilanciata, si ricordasse che se stà lì, non è per fare gli interessi di bottega di questa o quella fazione, ma SOLO per fare GIUSTIZIA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Un sogno ? sarò forse un sognatore, ma mi illudo che in un futuro, spero prossimo, possa essere così. Da cittadino sono stufo di dover sopportare gli ukase di magistrati che si credono investiti di una missione divin-partitocratica, li preferisco meno politico-intellettuali e più vicini alle regole e leggi del DIRITTO.

montifen

Ven, 02/03/2012 - 13:37

Era ora!!!!!!!!!!!!! Palamara a zappare, naturalmente a ................ sinistra con i suoi degni compari.

Ettore41

Ven, 02/03/2012 - 14:11

Era ora, che sia il segnale della fine della giustizia a senso unico. Forse riusciremo ad avere dei magistrati veramente imparziali.

Ritratto di scriba

scriba

Ven, 02/03/2012 - 14:20

TOGHE IN CASSA INTEGRAZIONE. Venuto a mancare l' oggetto di una certa azione giudiziaria si smobilizza l' impianto costruito ad oc per la sua distruzione, e si mettono (forse) in cassa integrazione gli operai della catena di smontaggio. E' una falsa notizia, nel senso che nulla dice di nuovo rispetto alla vergogna dichiarata, sbandierata e conclamata, di una giustizia divisa in fazioni politiche, in Guelfi e Ghibellini più neutri di centro. Solo l' Italia, insieme ai villaggi del quarto mondo, può vantare un apparato giudiziario con tessera di partito mentre nel mondo civile la Giustizia è tutta un' altra cosa. Capi, capetti e caporali in lizza fra loro mentre il detenuto, l' Italia, muore in attesa di giudizio.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Ven, 02/03/2012 - 14:40

#17 dicosololaverità# Sono d’accordo con lei, ma accontentiamoci. La giornata odierna mi ha dato una bella notizia. Da qualche parte bisogna pur cominciare e questo è un primo passo che renderà onore a tutti i magistrati che lavorano onestamente in silenzio. Ci vorrà ancora del tempo, (è risaputo che nessuna ideologia giunge a deliri “deliranti” come l’ideologia comunista) la battaglia sarà lunga e dolorosa, ma alla fine i cittadini avranno una Giustizia degna di questo nome

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Ven, 02/03/2012 - 14:51

a dire il vero la magistratura rossa e' un invenzione dei bananas... adesso vi inventate pure le toghe nere.... vate veramente ridere i polli....

scipione

Ven, 02/03/2012 - 15:04

Speriamo che finalmente l'ANM si comporti come un SINDACTO DELLE TOGHE e non come un partito politico.

Raul Novi

Ven, 02/03/2012 - 15:10

Palamara? Mi ricordo come l'ha appellato il Grande Cossiga... un sindacalista da mandare a casa. Bello, pasciuto, è sempre rosso, a casa! Riforma subito, ci responsanilità penale alle toghe rosse!!!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Ven, 02/03/2012 - 15:10

C'è stato un certo miglioramento per la rappresentanza dei magistrati moderati, ma la mia impressione è che la maggioranza sindacale della magistratura sia purtroppo ancora in mano della sinistra. A meno che qualcuno da lassù...

voce.nel.deserto

Ven, 02/03/2012 - 15:14

Si dimettano.Ma non basta:la magistratura va sciolta e fondata su basi elettive.Il popolo li deve selezionare,movimentare e periodicamente confermare.

macchiapam

Ven, 02/03/2012 - 15:15

Se questo significa che finalmente non vedremo più in TV un villanzone che mastica cicca mentre rilascia pompose interviste a nome (lo dice lui) della magistratura, evviva.

francabi

Ven, 02/03/2012 - 15:19

su brindiàm,su brindiàm!qualcosa si muove in questo paese!

Ritratto di simpatizzante

simpatizzante

Ven, 02/03/2012 - 15:22

Purtroppo il Potere autocertificato di questa categoria di Dipendenti dello Stato che dovrebbero esercitare al servizio dei Cittadini oggi li vede senza "Etica" interpretare le Leggi stabilite dal Legislatore che ha creato elefantiaci tempi di Giudizio con un dispendio enorme di denaro pagato dalla collettivita. Gli stipendi corrisposti a questa "casta" la vogliamo discutere? I Giornali perché non accendono un'informazione adeguata per quanti sono i "pascoli" che questi DIpendenti invadono accumulando cibo nei loro capienti "Gozzi"? Insomma quando potremo leggere una "Anamnesi" suio comportamenti senza timori e/o riverenze timorose ? Vorremmo che i doveri primeggiassero prima dei diritti (a posteriori doverosi). Fatevi coraggio illuminateci pulendo questa consuetudine opaca. Grazie Gf.M.

alessandro bettoni

Ven, 02/03/2012 - 15:56

Comunque sia, la Magistratura ha bisogno di maggiori risorse umane sul territorio italiano in modo che in tutto il paese ci sia un equilibrio, tra risorse umane e numero dei processi in quella Procura. Quindi più magistrati e più risorse economiche e maggiori intercettazioni telefoniche su tutta la PA, sui grandi patrimoni, sulla criminalità organizzata e su tutto ciò che la Magistratura considera a rischio. La CdC ha appena riferito che la corruzione tocca il 30% delle risorse finanziarie.

Ritratto di caputese

caputese

Ven, 02/03/2012 - 15:58

#26 voce nel deserto, ti sei bevuto il cervello.

Vallanzasca83

Ven, 02/03/2012 - 16:12

@voce nel deserto Mi dici su che criteri un cittadino sceglie un magistrato piuttosto che un altro? ti ricordo che in italia ci sono 10.000 magistrati... ahahha..!! geniale!

silvio frappa

Ven, 02/03/2012 - 16:15

Adesso gli impiegati statali hanno anche il parlamentino.,... sono statali, e tra i più improduttivi per ore lavorate e lavoro prestato, sono la categoria più pagata e per questo la più dannosa, sono colpevoli di una giustizia che fà pena, e poi si radunano in un parlamento ? a me sembra più un'assemblea di pirati della tortuga. Anche in sicilia hanno un parlamento, e guarda che schifo di regione è..... e, detto per inciso, la maggior parte di questa categoria di statali è appunto EMIGRATA dalla sicilia, che strana coincidenza.

manserucci

Ven, 02/03/2012 - 16:19

La giustizia vera non esiste: esiste quella amministrata dai giudici i quali hanno una testa pensante ed un bagaglio culturale non uguale, come si vede dalle elezioni che sono state fatte. La giustizia vera si avrà quando i giudici si atterranno unicamente alle prove provate e non al proprio intimo convincimento che poi nei vari gradi di giudizio tutto può venire sovvertito. L'ideale sarebbe il giudice robot sul quale premendovari bottoni risposta può emettere una sentenza, sempre quella per quel dato reato.

Giuliano T.

Ven, 02/03/2012 - 16:32

Mio Dio, sarebbe troppo bello!!!!!spero di vedere il faccione di pallaamara che si sgonfia , come il suo torace!!!! puo' essere che , ORA, i magistrati facciano il loro lavoro seriamente !!!!!!!!!!

Lu mazzica

Ven, 02/03/2012 - 16:33

Questa casta che tanto ci costa, vuole sempre apparire, come le dive!! Allora la si confermi su basi elettive !! Rgds., Lu mazzica

Ritratto di muly

muly

Ven, 02/03/2012 - 16:50

Macchè elezioni , correnti politiche e tricche e ballacche , come per le partite di Champions , magistrati stranieri e imparziali.....che seguano i processi e sopratutto li abbrevino per tornarsene a casa .

compustela1860

Ven, 02/03/2012 - 17:04

INDIPENDENTE - Il solo ed esclusivo valore morale nella nostra società è essere INDIPENDENTE....ovunque essere indipendente vuol dire esprimere liberamente le propre idee per l'avanzamento concreto della nostra società verso un progresso ben condiviso. Ma per la magistratura chiederei soltanto di guardarsi qualche telefilm USA per capire come una magistratura deve esprimersi e lavorare. Separare le carriere è in primis il punto di arrivo....guardare alla libertà dell'individuo è proteggerlo da forme di dittatura di magistrati evanescenti e pericolosi.....guardare al giudizio delle corti civili come bene assoluto è corretto e onorevole per la nostra società. VOTA INDIPENDENTE VIVA LA REPUBBLICA CISALPINA

MMARTILA

Ven, 02/03/2012 - 17:07

La vera indecenza è che esista ancora chi vota Palamara ( il tonno tanto svillaneggiato da Cossiga). Se gli tolgono l'incarico, tutto politico, che ora ricopre, morirà di fame.

marcello marilli

Ven, 02/03/2012 - 17:14

la magistratura non vira a destra come citato nel titolo dell'articolo : torna al buon senso ed a quello che dovreebbe essere , un baluardo per noi poveri cittadini e non sponsor per politici compiacenti con le loro ambizioni . quanti magistrati sono entrati in politica attiva . troppi . ora basta il nuovo coordinamento deve elimninare le storture e tornare alla GIUSTIZIA

pinolino

Ven, 02/03/2012 - 17:20

Che siano di centrodestra o di centrosinistra sempre di magistrati politicizzati si tratta. Affermare che la politicizzazione di dx sia più imparziale di quella di sx è pura illusione, al massimo saranno "diversamente parziali". E comunque vada ricordiamoci che due torti non fanno una ragione.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:28

Loro, i professionisti delle leggi ad personam (spesso anticostituzionali) hanno pure il coraggio di intimare “chi sbaglia paga”. Giusto, che comincino loro a pagare per tutte le leggi fuorilegge che hanno cercato di farsi approvare in parlamento. Altro che responsabilita’ civile dei magistrati, questi si che finirebbero con l’andar a zappar la terra (con tutto il rispetto per gli zappatori che non si meritano tale accostamento)...

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:29

La bufala di Rubi nipote di Mubarak? Lodo Alfano incostituzionale? Chi sbaglia paga...la legge vale per tutti, non solo per i magistrati.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:31

Cari sudditi, non capisco tutta sto astio: il vostro sire ha appena goduto dell’ennesima prescrizione, nessun magistrato puo’ essere accusato di aver agito in dolo o in malafede, ma che c’avete da starnazzare?

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:35

“Toghe azzurre all’attacco!” Nevvero ottimati?

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:36

Cosi adesso la smetterete di insistere sulla bufala delle “toghe rosse”. E noi seguendo la vostra logica militante potremo intimare che da ora ci sono le “toghe azzurre”. Non fa una piega il ragionamento, ma la differenza e’ che noi non siamo cosi’ babbei come voi per usare argomentazioni fuori luogo e fuori dalla realta’.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:39

Tranquilli ottimati, i processi per il vostro sire vanno avanti. Considerando che il conto alla rovescia per la prescrizione per il processo Rubi arriva nel 2020, converra' a mavala' ghedini dimostrare l'innocenza del suo assistito cav pompetta. Anche perche' le leggine ad personam adesso non se le puo' piu' fare.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:45

Ce l’avete coi magistrati, adesso vi rinfresco la memoria con alcune leggi ad personam di cui ha goduto il divin bellachioma e cricca. 1) Cosiddetti Decreti Berlusconi (1984) proposti e approvati dall’allora presidente del consiglio Craxi grazie ai quali le reti televisive Fininvest (Canale 5, Italia 1 e Rete 4) poterono continuare a trasmettere simultaneamente in propri programmi in tutta Italia nonostante questo fosse espressamente vietato per legge. 2) Legge sulle rogatorie internazionali(2001): la nuova disciplina che limita la validità delle prove acquisite all’estero ha lo scopo di coprire i movimenti illeciti sui conti svizzeri effettuati da Cesare Previti e Renato Squillante, al centro del processo "Sme-Ariosto 1" (corruzione in atti giudiziari) che riguarda anche Berlusconi. Legge che diede adito al legittimo attacco di Schulz al parlamento europeo con figuraccia in mondovisione del cav bellachioma.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:45

Leggi ad personam - 3) Legge n.61/2001 (Riforma del diritto societario). Depenalizzazione del falso in bilancio. La nuova disciplina del falso in bilancio consente a Berlusconi di essere assolto perché "il fatto non è più previsto dalla legge come reato" nei processi "All Iberian 2" e "Sme-Ariosto2". 4) Legge 248/2002 (cosiddetta "legge Cirami sul legittimo sospetto"). Introduce il "legittimo sospetto" sull'imparzialità del giudice, quale causa di ricusazione e trasferimento del processo. La norma è sistematicamente invocata dagli avvocati di Berlusconi e Previti (e sistematicamente respinta dalla Corte d’appello) nei processi che li vedono imputati per allungare i tempi del processo. 5) Lodo Schifani (L. 140/2003): la legge che impediva alle 5 più alte cariche dello Stato di essere sottoposte a giudizio. La legge è dichiarata incostituzionale nel 2004 dalla Consulta.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:47

Leggi ad personam - 6) Legge ex Cirielli (L. 251/2005): denominata anche legge salva-Previti, ha introdotto una riduzione dei termini di prescrizione per gli incensurati e trasformato in arresti domiciliari la detenzione per gli ultrasettantenni, consentendo l'estinzione per prescrizione dei reati di corruzione in atti giudiziari e falso in bilancio nei processi "Diritti TV Mediaset" e”Mills” a carico di Berlusconi. 7) Legge Pecorella (L. 46/2006): la legge che impedì ai PM di ricorrere in appello in caso di sentenza di proscioglimento passata in giudicato. La Corte Costituzionale la dichiara parzialmente incostituzionale. 8) Lodo Alfano (L. 124/2008): molto simile al Lodo Schifani e, come la precedente, dichiarata incostituzionale.

MauxWarp

Ven, 02/03/2012 - 17:49

L'ho sempre sostenuto....... Il Tempo e' galantuomo..!!!! Basta avere solo un po' di pazienza, ed i castelli di carte implodono rapidamente.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:49

Leggi ad personam - 9) Disegno di legge sul "processo breve". Disegno di legge all'interno della strategia processuale di Silvio Berlusconi a seguito della bocciatura del lodo Alfano da parte della Corte Costituzionale. Per l'imputato incensurato, il processo non può durare più di sei anni (due anni per grado e due anni per il giudizio di legittimità). Stabilisce anche che non si possano utilizzare come prove fatti accertati con sentenze definitive in altri procedimenti. Una norma transitoria applica le nuove norme anche i processi di primo grado in corso. Berlusconi ne beneficerebbe nei processi per corruzione in atti giudiziari dell'avvocato David Mills e per reati societari nella compravendita di diritti tv Mediaset.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:50

Leggi ad personam - 11) Disegno di legge sul processo lungo. Fornisce alla difesa la possibilità di sentire un numero infinito di testimoni. Una prerogativa, questa, che viene vista come funzionale ad estendere i tempi di giudizio offrendo dunque maggiori possibilità di arrivare a prescrizione.Tale norma finirebbe col beneficiare in particolare Berlusconi nel processo Rubi. 12) Decreto intercettazioni – Detta “Legge bavaglio”, vieta la pubblicazione del contenuto delle intercettazioni anche se non più coperte da segreto, aumentando a dismisura le pene ai giornalisti e agli editori che violino il divieto di pubblicazione. E’ ritenuta una legge a beneficio di Berlusconi per coprire sue telefonate imbarazzanti con Tarantini, Lavitola e altri sgherri.

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Ven, 02/03/2012 - 17:50

Grazie per avermi censurato "*****". Comunque, avrei preferito che mi fosse stato censurato "Cavallo".

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:51

@ #11 Pasquale Esposito (1623) – “Se, la magistratura fosse neutrale noi crederemmo di piu all’imparzialitá dei giudici é magistrati”. (i) Se il cav bellachioma si facesse processare dimostrando la sua innocenza senza prescrizioni di sorta e leggi ad personam, crederemmo di piu’ alle sue tesi di vittima della giustizia. (ii) E poi, in base a quello che lei scrive, adesso noi potremmo tranquillamente cominciare a starnazzare “toghe azzurre”.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Ven, 02/03/2012 - 17:52

Eh beh certo, prima erano toghe rosse, adesso sono toghe neutrali al di sopra di ogni sospetto. Nevvero bananas?

Ritratto di bussirino

bussirino

Ven, 02/03/2012 - 18:21

Buttateli a mare tutti quei comunisti, Palamara per primo. Anche se sono contrario alla politicizzazione ed al sindacato interno della magistratura.

robylella

Ven, 02/03/2012 - 18:27

Sconfitto palamara? Che bello... ma è quello con un nome o una faccia da tonno di ricordi Cossighiani?

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Ven, 02/03/2012 - 18:29

Ero in viaggio e non hò potuto leggere il quanto prima d'ora.Finalmente una bella notizia,anche se per il momento non cambierà di molto la superbia dei palamaroti,ma è già gratificante scoprire il rivoluzionario a prescindere in panchina.Dopo lo spread un'altra bella notizia.A quando il de pasquale in panchina?

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 02/03/2012 - 18:42

Che un poco di buon senso si faccia strada fra i magistrati non può non fare piacere, ma non illudiamoci che di teste matte la magistratura è piena. Non mi rendo conto del perché, anzi me ne rendo conto, ma è così: un dato di fatto.

prodomoitalia

Ven, 02/03/2012 - 18:43

Guardando la foto mi domando se uno con una faccia così possa essere anche intelligente ? Hummmm .........?

Ruy Diaz

Ven, 02/03/2012 - 18:47

Magistratura indipendente ha messo Palamara in lattina e Cascini al frantoio!?....

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Ven, 02/03/2012 - 18:49

ma uno dice(ingenuo,sic):la magistratura ,per istituzione,giudica,applica le leggi che vengono fatte dal legislatore;non guarda il colore.Se ci sta quello più o meno politicizzato sarà il suo capufficio a dargli impegni ,diciamo,incolori.-Oppure no?

gurgone giuseppe

Ven, 02/03/2012 - 18:55

Fra i requisiti che si dovrebbero richiedere a un aspirante per diventare giudice io metterei anche l'obbligo di avere una faccia presentabile. Palamara ha una faccia su cui Lombroso vi avrebbe scritto un trattato. E' inaccettabile!

enzo1944

Ven, 02/03/2012 - 19:20

cascini e palamara hanno interpretato la parte rossa e peggiore della nostra Magistratura!...liberi di fare il tifo per chi vogliono politicamente,ma,nell'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI,DEVONO SEMPRE E SOLO APPLICARE LE LEGGI E NON INTERPRETARLE,come hanno sempre fatto loro ed i loro "amici" della Procura di Milano!!....non sappiamo che farcene di una Magistratura politicizzata!!!,capito palamara,cascini,bruti liberati,bocassini,woodcok,ingroia,lepore e c.!!!!

Il giusto

Ven, 02/03/2012 - 19:47

Ai futuri comunisti...ma adesso che si schiera con i "rossi"non era meglio che i magistrati fossero tutti comunisti?No perchè,conoscendolo,tra un pò si lamenterà della magistratura "fascista".Sempre comici..1 invio 19.47

bruna.amorosi

Ven, 02/03/2012 - 19:55

povero ALENOVELLI tu non sei babbeo sei solo un povero illuso .spiegaci che cosa è che vorresti provare quando ti diverti a postare da mattina a sera solo e soltanto contro BERLUSCONI? sei un piccolo bambino che non riuscendo ad avvicinarlo dici è brutto sporco e cattivo .CRESCI FIGLIO MIO che nella vita c'è di peggio credi a me che ne ho viste di cotte e di crude Se i tuoi magistrati vogliono essere non criticati facciano (pippa) e lavorino ma dando opportunità a tutti come e quando vogliono di difendersi e soprattutto senza indossare nessun vestito POLITICO .

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 02/03/2012 - 20:20

SIGNORA BRUNA AMOROSI... la penso esattamente come lei. NEUTRALITA DEVE ESSERE PARTE INTEGRALE DI UN GIUDICE. Se pende da una parte non e affidabile, con questo sistema siamo andati a cicoria.

scipione

Ven, 02/03/2012 - 20:27

E' un ROSPO TROPPO GROSSO da digerire per i BANANAS SINISTRI. Ora finalmente la magistratura svolgera' il suo UNICO RUOLO che e' quello di APPLICARE LE LEGGI PROMULGATE DAL PARLAMENTO SOVRANO, e non di attuare persecuzioni giudiziarie per sovvertire il responso democratico delle elezioni del POPOLO SOVRANO. PROSIT.

Il giusto

Ven, 02/03/2012 - 20:38

Ai futuri comunisti...ma adesso che si schiera con i "rossi"non era meglio che i magistrati fossero tutti comunisti?No perchè,conoscendolo,tra un pò si lamenterà della magistratura "fascista".Sempre comici..1 invio 19.47 2 invio 20.37

Ritratto di martinitt

martinitt

Ven, 02/03/2012 - 20:53

I Magistrati dovrebbero abolire la politica e applicare la Legge che è anche quella di sentire i testimoni di difesa.

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Ven, 02/03/2012 - 22:23

alenovelli; ancora deve farsi giudicare? Venticinque procedimenti chiusi a suo favore ed altri cinque in corso d'opera, e deve farsi processare ancora? Ancora per quanto? Per quanto ancora deve essere umiliata la magistratura, per dar retta a dei paranoici assetati di sangue umano? Comincia a distogliere lo sguardo su Berlusconi e voltati indietro e alle tue spalle scoprirai che i tuoi compagnucci fidati si sono fregati la cassaforte e ti hanno lasciato a bocca asciutta. Non te sei accorto? Continua a guardare Berlusconi per tutta la vita e strilla forte, proprio come fanno le scimmie e chissà , un giorno o l'altro potresti, forse, avvalorare l teoria di Darwin, ma al contrario.

Effebi

Sab, 03/03/2012 - 00:18

Ma siamo sicuri che cambierà qualcosa ? Con PM che stravolgono le leggi a loro piacere cosa conta il CSM? Un fico secco. Cane non mangia cane!

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Sab, 03/03/2012 - 00:53

@ #72 bruna.amorosi - come rispostina mi pare un po' carente con tutte i fatti che le ho riportato. E se pensa che il mio sia rancore dovuto a impossibilita' di avvicinare il suo sultano, guardi che l'ha proprio fatta fuori dal vaso. La mia si schiama indignazione e disprezzo. Inoltre, se c'e' uno che con la difesa e' riuscito a portare tutti i processi in prescrizione e' proprio il suo sultano, che e' l'ultimo a lamentarsi del pessimo funzionamento della giustizia, visto che ci ha costruito su una carriera. A riposo, nonna e attenta che non ti si alzi la pressione.