Politica

Molise, il presidente vuole azzerare i tagli per una poltrona in più

Paolo Frattura (centrosinistra) non riesce ad accontentare tutte le liste che lo hanno sostenuto. E vuole abrogare una legge anti-spreco per avere un assessore in più

Molise, il presidente vuole azzerare i tagli per una poltrona in più

Troppi assessori e poche poltrone in Regione Molise, dove il neo eletto governatore Paolo Frattura (centrosinistra) non sa come accontentare tutti quelli che lo hanno supportato in campagna elettorale.

Solo a ottobre scorso lo stesso Frattura aveva votato a favore dei tagli alla Regione, fissando a 20 i componenti del Consiglio e a 4 gli assessori. Troppo pochi i posti in Giunta, per un nome che aveva accanto sulla scheda elettorale ben nove simboli. Dopo due mesi di rimuginii ed elucubrazioni, ecco l'idea geniale: cancellare la legge sulla riduzione della spesa pubblica e permettere la nomina di un quinto assessore. Così il 15 aprile la Giunta regionale ha approvato la delibera 160 che propone l’abrogazione della legge 21/2012, quella che taglia il numero dei componenti della Regione.

La palla passa ora al Consiglio regionale dove - sembra - solo 8 membri sono contrari, consentendo così a Frattura di assegnare una poltrona in più. E ai molisani di spendere circa 6600 euro in più ogni mese, sebbene il governatore assicuri che non ci saranno costi aggiuntivi.

Commenti