Interni

"Non fare il cogl....". Volano gli stracci tra Candiani e Migliore

La discussione televisiva sulle coperture economiche si trasforma in bagarre. Tra il leghista e l'ex deputato renziano volano insulti in diretta

"Non fare il cogl....". Volano gli stracci tra Candiani e Migliore

Sulla "coperta corta" sono volati stracci. Sempre di panni dialettici si parla. Stamani in tv è divampata un'accesa lite tra il deputato leghista Stefano Candiani e l'ex collega di Italia Viva, Gennaro Migliore: su La7 si stava discutendo della politica economica del governo Meloni ed è bastata una dichiarazione affilata dell'esponente renziano per far infuriare il parlamentare del Carroccio. Così, dal confronto già di per sé serratissimo, i due interlocutori sono passati agli insulti, al punto da costringere la conduttrice a intervenire.

Candiani-Migliore, la rissa in tv

Riprendendo un'espressione utilizzata dal deputato leghista per indicare la limitatezza delle coperture economiche, era stato Gennaro Migliore a sferrare la prima stoccata. "Sono già arrivati alla coperta corta...", aveva commentato l'esponente di Italia Viva, punzecchiando Candiani e la maggioranza di governo. Quest'ultimo, in tutta risposta, ha perso d'improvviso la pazienza. "Migliore, non fare il cogli*ne, la coperta era corta anche prima!", ha strillato il parlamentare leghista, spiegando all'interlocutore che la situazione economica non è stata determinata dall'esecutivo in carica da poco più di un mese.

"Sei maleducato", "È ignobile"

A quel punto gli equilibri già precari del dibattito sono saltati completamente. "Come ti permetti, Candiani? Non sai cosa dire e attacchi con l'insulto. Ti devi scusare adesso! Sei un maleducato e non sai cosa stai facendo. State mettendo sottosopra un Paese, siccome non hai risposte pensi di insultare il tuo interlocutore", ha strillato Migliore, ingaggiando un botta e risposta a distanza con il parlamentare varesino. "Ma vergognati. Provocare su queste cose è veramente ignobile", ha infatti ribattuto quest'ultimo, accusando il renziano di aver montato una polemica pretestuosa. Ormai inviperito, il leghista ha anche replicato alla conduttrice Myrta Merlino che lo invitava a moderare il linguaggio. "Allora le chiedo la cortesia di moderare anche la discussione, perché arrivare a queste provocazioni è veramente ignobile".

A quella frecciata ha risposto nuovamente Migliore: "Non c’è nessuna provocazione, ripeto. E Candiani stia zitto". Alla fine, nessuna pace fatta tra i due. "Ma vai a quel paese", ha rimbrottato ancora il leghista, suscitando nuove proteste dell'ex deputato napoletano: "Così non si può, è completamente in confusione". E intanto, mentre Migliore si prendeva nuovamente del "provocatore", la conduttrice interrompeva di forza lo screzio lanciando la pubblicità. Telerissa chiusa.

Commenti