M5S, per le Quirinarie solo 28mila voti. Per Rodotà solo 4700 voti

Solo 28mila grillini hanno scelto il candidato del MoVimento al Colle. Alla Gabanelli quasi 6mila preferenze, nemmeno 5mila per Strada. E Prodi ha ottenuto poco più di mille voti

M5S, per le Quirinarie solo 28mila voti. Per Rodotà solo 4700 voti

Dopo tante polemiche, eccoli i numeri delle Quirinarie, le consultazioni online per scegliere il candidato al Colle per il MoVimento Cinque Stelle.

E così si scopre che 20mila grillini (su 48mila che ne avevano i requisiti) hanno preferito non votare tra i nove nomi tra cui scegliere dopo la prima fase di consultazione. I voti complessivi, infatti, sono stati 28518.

Decisamente pochi per "imporre" un Presidente della Repubblica al Paese. Soprattutto se si considera che di questi 28 mila solo 5796 sono andati a Milena Gabanelli, prima opzione per il M5S, mentre secondo e terzo classificato hanno registrato quasi un pari merito. Gino Strada, infatti, ha ottenuto 4938 preferenze, mentre Rodotà - che nei giorni scorsi sembrava dovesse essere eletto per acclamazione popolare - si è fermato appena a 4677 voti. Per Romano Prodi (il candidato del Pd che doveva far uscire dall'impasse della prima votazione e salvare i democratici dalla dèbacle proprio grazie all'appoggio dei Cinque Stelle) hanno votato invece in 1394.

Commenti