Scoppia il caos in SiciliaErrore nel conteggio dei votiMa lo scrutinio è valido

I dati della Regione non coincidono con quelli dei Comuni. Poi il dietrofront: "Voto valido, percentuali invariate"

In Sicilia e a Palermo regna il caos. Mentre si attendono ancora i risultati di diverse sezioni, sono emersi problemi sul conteggio delle percentuali sia nel capoluogo sia in altri comuni, tra cui Misterbianco (Catania), Erice (Trapani) e Villabate (Palermo).

Ci sono infatti discrepanze, anche evidenti, tra i conteggi effettuati dagli uffici dell'assessorato regionale agli Enti locali e quelli effettuati dai Comuni. Con la nuova legge elettorale, varata l'anno scorso in Sicilia, non è più valido il cosiddetto "voto di trascinamento" che permetteva al candidato sindaco (anche nel caso in cui la sua casella nella scheda elettorale non fosse barrata) di ricevere il voto della lista a lui collegata.

Invece, con il nuovo sistema non sono più validi per il sindaco questo tipo di voti, valgono solo le effettive preferenze espresse barrando il nome del candidato prescelto. Gli altri voti vanno solo alla lista. E proprio questo nuovo sistema pare abbia messo in crisi la macchina palermitana dello scrutinio. 

La percentuale va quindi, secondo gli Enti locali, calcolata sulla base dei voti effettivamente espressi per il sindaco e non su tutti i votanti. Inoltre, secondo la nuova legge, per conteggiare la percentuale non si deve tenere conto dei voti nulli, ma solo dei voti validi. Su questo è in corso un vero e proprio contenzioso con alcuni Comuni che potrebbe essere risolto solo nei prossimi giorni.

"Se io dovessi avere il 37 per cento con il nuovo conteggio dei voti, allora c’è chi (Ferrandelli ndr) scenderà al 7 per cento", ha commentato Leoluca Orlando, aggiungendo che "siamo davanti al pressapochismo fatto sistema. Non cambia niente, mi sembra comunque una cosa un po' bizzarra, sarebbe un vulnus della democrazia se in consiglio fossero presenti solo 2 liste".

In serata però la Regione Sicilia ha confermato le percentuali assegnate ai candidati sindaci: "Dopo un attento e approfondito esame, abbiamo stabilito che il calcolo della percentuale dei voti attribuiti al sindaco va effettuato sul totale dei voti validi espressi separatamente nei confronti del sindaco", ha detto l’assessore alle Autonomie Locali, Caterina Chinnici.

Il caso più clamoroso sarebbe avvenuto a Misterbianco. Come riportato dal Giornale di Sicilia, Antonio Di Guardo, deputato regionale del Pd e candidato con delle liste civiche a sindaco, è andato a letto sindaco e si è svegliato candidato al ballottaggio. Poi nel pomeriggio è tornato sindaco.

Di Guardo ieri sera ha festeggiato la sua rielezione, con un 56% di voti ottenuti, ma il conteggio ufficiale degli Enti locale della Regione Siciliana ha fatto "crollare" questa mattina la sua percentuale di preferenze portandola sotto la soglie del 50%, esattamente al 42,88% e quindi dovrà andare al ballottaggio con il candidato di Mpa e Pdl, eccezionalmente alleati, Antonio Condorelli che ha avuto il 24,26%.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

silvio frappa

Mar, 08/05/2012 - 16:09

tanto per cambiare, vero ? orlando lo hanno già avuto come sindaco i palermitani e mi sembra con zero risultati per la città, e con notevoli polemiche politiche al seguito della sua amministrazione.... ora perdono tempo per votare DI NUOVO simile individuo e simile esperienza ? e in più fanno anche finta di sbagliare i conteggi ? sarebbe meglio cedere la sicilia e la sua ignoranza alla tunisia o a chi la vuole e gratis, ne guadagnerebbe il resto d'italia.

labello

Mar, 08/05/2012 - 16:33

Non sapete neanche contare!!!!!!!!!! Perfettamente d'accordo con Silvio Frappa....

killkoms

Mar, 08/05/2012 - 16:36

orlando è ricordato per l'effimera primavera"palemmetana",densa di spettacoli,balli, concerti,la "tumulazione"in pompa magna di un condannato a morte USA in un cimitero monumentale di palermo!per il lavoro?zero?infrastrutture?zero!servizi della pubblica amministrazione?zero!è tornata la"professione dell'antimafia"!auguri ai palermitani!

tato_mi

Mar, 08/05/2012 - 16:51

Spiace dirlo perchè la Sicilia è un posto stupendo,ma sono d'accordo con Silvio Frappa. O si svegliano o che si prendano questa autonomia tanto agognata da alcuni di loro,noi non ne possiamo più.

Ritratto di anto71

anto71

Mar, 08/05/2012 - 16:56

Frappa. "sarebbe meglio cedere la sicilia e la sua ignoranza alla tunisia o a chi la vuole e gratis, ne guadagnerebbe il resto d'italia." Così hai scritto. Non ho aggettivi per un fallito come te

Ritratto di Curtis Mayfield

Curtis Mayfield

Mar, 08/05/2012 - 17:13

Le solite "sicilianate"; sembra che il caos, l'improvvisazione, l'ignoranza, la confusione la facciano da padrone in questo isolotto. Per non parlare poi degli stipendifici statali.. se fossi Siciliano mi vergognerei molto, insomma, mi sentirei una delle grandi cause della Crisi Italiana. E fate un mea culpa, una volta buona.. no, i Siciliani danno la colpa al Nord, che gli ha rubato tutte le risorse (ma quali poi? I pomodori?). Per fortuna non tutti i Siciliani sono così.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 08/05/2012 - 17:11

Tanti anni fa,i Siciliani furono propensi ad essere ammessi negli U.S.A......Chissà se ora le cose sarebbero mature in tale senso!Il ponte sullo stretto se lo farebbero finanziare da loro,più tutto il resto(potendo)...Volendo potremmo continuare ad andare in vacanza,con i soliti mezzi,con il ns bel passaporto Italiano in mano!Non male!Altro che autonomia di stile "bonanza".Proverebbero il sapore del Federalismo.....quello Americano!

antonin9421

Mar, 08/05/2012 - 17:20

La scuola italiana produce asini: è vero, purtroppo. Professori, studenti, ..., e tutto il resto, non sanno nemmeno far di conto. Dove vogliamo andare?

Lib72

Mar, 08/05/2012 - 17:35

Premessa: a me Orlando non piace e non è mai piaciuto, lo trovo populista e verboso. Tuttavia se i palermitani lo hanno votato (dopo aver eletto il pidiellino Cammarata con il 55% alle precedenti elezioni proprio contro Orlando) è stato perchè il PDL ha totalmente fallito nell'amministrare la città e, davanti allo sfacelo della macchina comunale e con le strade piene di immondizia non raccolta, la gente si rompe le scatole. Quì a Palermo molti, pur criticando apertamente Orlando, lo hanno votato perchè lo hanno considerato, sia pure con luci ed ombre, un candidato "collaudato" anche perchè la sua amministrazione, sia pur con una gestione talora discutibile del denaro pubblico e con assunzioni di precari a pioggia secondo logiche assistenzial-clientelari, comunque qualcosa di buono per la città lo fece. Quanto al lettore silvio frappa, che propone di cedere la Sicilia, sappia che sono molti siciliani i primi a desiderare l'indipendenza dall'Italia (specie con "connazionali" come lui...)

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 08/05/2012 - 17:47

Non e ´di oggi che la Sicilia fa scuola , per imbrogli e altro, con quei candidati tipo orlando poi ...Al rimpatrio mafioso nel 1945 l America doveva nel 1948 prendersela come 50 stato, ancora prima di Portorico, cosi i siciliani non risalivano sul continente a riempire Roma e l´Italia tutta con mafiosi e figli di.

Lib72

Mar, 08/05/2012 - 17:45

Malta è uno stato indipendente e sovrano e non mi pare se la passi male. Se noi siciliani diventassimo indipendenti da questa Itali(ett)a mi sento di affermare che sicuramente non staremmo peggio...

Ritratto di Piergiorgio Gelli

Piergiorgio Gelli

Mar, 08/05/2012 - 17:48

Checche' ne dica la FORNERO, purtroppo la gente sa come far di conto ma sempre a modo proprio e secondo il proprio tornaconto............

Dreamer66

Mar, 08/05/2012 - 17:50

#1 silvio frappa: l'idillio tutto nordista Bossi-Berlusconi ha causato danni di gran lunga maggiori...

emiliogiovanni55

Mar, 08/05/2012 - 17:49

L'italiano ha poca memoria,venti anni fà i palermitani non votarono più leoluca orlando xchè dicevano che aveva sperperato milioni e milioni di soldi pubblici senza creare niente,ed in più che aveva collusioni con la mafia !!!!!!!!!!,mah sono bastati vent'anni per renderlo migliore?..........non penso proprio,xchè il lupo perde il pelo ma non il vizio.Siamo sempre alle solite,io questo signore non lo vorrei nemmeno come vicino di casa....poi bo'....fate voi.

moranma

Mar, 08/05/2012 - 17:54

cosa sperate, che quelli che hanno votato la lista apparentata con Orlando, ma non hanno barrato il suo nome, al ballottaggio votino per candidato del PDL, se mai andrà al ballottaggio (cosa che non credo!)? Il 30 o il 47, il concetto non cambia, il nuovo sindaco di Palermo sarà Orlando!

Katrina2005

Mar, 08/05/2012 - 17:56

Magari altre 40000 assunzioni servirebbero ? Sicilianate................... ma che si attacchino all'Africa

Ritratto di giannispaldi

giannispaldi

Mar, 08/05/2012 - 18:00

Sicuramente Un Falso E Viscido Orlando Avra' Barato. Leva Il To E Infilati Dentro.

leo.nar.do

Mar, 08/05/2012 - 18:02

... Questa è la dimostrazione che è inutile fare le Leggi ... se poi ci sono persone che non le rispettano o per ignoranza o per dolo ...

Ritratto di Curtis Mayfield

Curtis Mayfield

Mar, 08/05/2012 - 18:26

La Sicilia indipendente?? Ma cosa mi tocca sentire?? Ma davvero lo desiderate? Con i vostri tanti e gravissimi problemi? Se diventaste indipendenti nel giro di un anno arrivereste alla guerra civile, tipi film catastrofico.. devastazioni, genocidi, incendi, fosse comuni, sparatorie in strada, completa anarchia.. tipo narcotrafficanti in Messico, avete capito..

nonna.mi

Mar, 08/05/2012 - 18:36

Ero rimasta veramente meravigliata in senso profondamente negativo, per il successo elettorale di Leoluca Orlando: la mia età più che matura mi fa ricordare benissimo il clima siciliano determinato dalla guida di questa persona che pensavo fortunatamente relegata nel più assoluto passato da dimenticare e mai ripetere. Non si dovrebbe almeno cercare un Siciliano giovane, serio e non compromesso da ricordi da cancellare per sempre? Myriam

Lib72

Mar, 08/05/2012 - 18:51

Risposta a #19 Curtis Mayfield. In Sicilia non si verificherebbe nessuno degli sfaceli che dici in caso di indipendenza, anzi sono convinto che molte cose inizierebbero a girare in un verso migliore. Visto quel che scrivi mi chiedo se tu abbia mai messo il naso a sud del fiume Po. Mettiti l'elmo con le corna in testa e continua a giocare al guerriero padano che è meglio...

profiler

Mar, 08/05/2012 - 18:48

#19 Curtis Mayfield ...Azz!! Curtis..che scenario apocalittico... le sette piaghe d'Egitto al confronto sembrano la passeggiata di un allergico in un orto botanico. Cmq..in caso d'indipendenza i 50 miliardi di euro che l'Eni versa nel Lazio , perché lì ha la sede legale, dovrebbe dirottarli a Palermo. Certo, con quella adrem di classe digerente ..ops..dirigente che abbiamo...non mi sento molto rassicurato. Ma sempre meglio di un pugno in un occhio accompagnato da un calcio nei cabasisi...o no? Ciao Curtis...fai meno il razzista, perché per il resto..mi sei simpatico!

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Mar, 08/05/2012 - 18:49

#11 Lib72 : "....Se noi siciliani diventassimo indipendenti...." .... dai, facci sognare ....

giuseppe.galiano

Mar, 08/05/2012 - 19:01

Quando si vota in Sicilia, sopratutto a Palermo e sopratutto ancora se c'è di mezzo il famosissimo sfasciacarrozze ''sinnacollando'', bisognerebbe mandare gli osservatori dell'ONU. Come si fa con i paesi a democrazia, si fa per dire, limitata.

fossog

Mar, 08/05/2012 - 19:15

isola di inutili selvaggi, disfiamocene.

marval60

Mar, 08/05/2012 - 20:02

certo ci vuole coraggio a votare un dinosauro apparentato ai mangioni a sbafo.il vecchio che avanza altro che cambiamento altro che forconi.a palermo non vogliono cambiare perchè gli sta bene uno come orlando che darà lavoro a tutti e tanto altro....nella regione che tra un po avrà più dipendenti pubblici che abitanti era quello che ci mancava,la ciliegina sulla torta.davvero staccatevi siete un peso enorme.

Lib72

Mar, 08/05/2012 - 20:11

Ultime notizie: nessun errore, il conteggio dei voti in Sicilia è confermato. Cari sparasentenze "padani" e non, avete perso un'ottima occasione per non sparare le solite caxxate e mostrare nient'altro che la vostra patetica ignoranza...

Giovanmario

Mar, 08/05/2012 - 21:57

#22 profiler .. forse dimentichi o non eri neppure nato.. quando gli italiani facevano il tifo per l'Etna.. dai..non prendertela .. il difetto non è nascere siciliani.. ma diventarli!

gi.lit

Mar, 08/05/2012 - 22:23

Potrebbe essersi trattato di errori e non di brogli. Ma è mai possibile che quando qualcosa di negativo accade in Sicilia vengono fuori i soliti commenti idioti finalizzati a farne una esclusiva tipicamente siciliana? Mi permetto ricordare che nel 1946, secondo alcuni autorevoli osservatori di quel tempo, il referendum monarchia-repubblica fu viziato da enormi brogli. Vi basta, cari perfettissimi padani? In quanto alla virtuosissima gestione dell'economia nel Nord vorrei fare un solo esempio ipotizzando che se la Parmalat fosse stata un'azienda sicula i soliti imbecilli si sarebbero scatenati a legioni per dire che la Sicilia è sempre quella. Non mi risulta però che i sudisti abbiano fatto di tutta l'erba un fascio dicendo Parma ladrona. Se ne deduce che quando un padano è cretino non ha eguali in tutto il Pianeta.

marco-70

Mar, 08/05/2012 - 23:58

Possibile che in italia bene o male tutto si evolve tranne il sistema delle votazioni che e'identico da quando e' nata la repubblica? possibile che nel 2012 dove si spostano soldi e si comunica in rete con i terminali, nella politica si contano i voti a MANO , dove fare brogli o semplicemente sbagliare e' la norma, che autorevolezza ha un responso con tale sistema? eppure nessuno si chiede il perche'...............

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 09/05/2012 - 01:50

Come facciano i palermitani a votare ancora per Orlando è uno dei misteri della natura umana. Anziché liberarci dalla folta schiera di politici, che ci hanno ridotti con il c..o per terra, sti siciliani invece scelgono di farsi governare da una cariatide della vecchia prima repubblica. Tira proprio una strana aria in Sicilia se eleggono uno che criticava Falcone.

eglanthyne

Mer, 09/05/2012 - 06:01

Si sono confusi , per un attimo ma si sono confusi !

giuseppe.galiano

Mer, 09/05/2012 - 07:05

Sentite ragazzi, qui non stiamo parlando di padani o siciliani, nord e sud, stiamo parlando di mentalità distorte dalla mancanza di senso dello stato. Quando si verifica un evento come una tornata elettorale lo scrupolo degli scrutatori dovrebbe essere improntato alla massima trasparenza e rigore. Ciò non avviene sempre, per calcolo, interesse personale, pastette e mentalità mafiosa. Sia a nord che a sud. Poi, se a ciò si aggiungono personaggi, come dire confusi ed arruffoni?, il gioco è fatto. Sta agli scrutatori avere quel famoso senso dello stato. Il resto è chiacchiera.

profiler

Mer, 09/05/2012 - 13:16

#28 Giovanmario...Quanto hai ragione giovanmario..quanto hai ragione. Ma c'è di peggio: nascere nel paese più civile del mondo e diventare uno oznorts. E tu lo diventasti! In ogni caso tiene sempre a mente che il più stupido dei siciliani è sempre capace, per usare un modo di dire delle tue part, di mangiare gli spaghetti( conditi con sarde, pinoli e finocchietto selvatico..ovviamente) in testa al più intelligente di voi ...continentali. Adessso, però, non prendertela..Ciao vecio mio.