Sulla Croisette è guerra tra le squillo di lusso «Straniere andatevene»

Sulla Croisette è guerra tra le squillo di lusso «Straniere andatevene»

Film hard al festival di Cannes? Baci saffici? Scene di sesso con tutti i particolari di cronaca? Ragazze di vita e gigolò da letto? Roba piccola e già vista tra un set e un motore, ciak, azione.
Il film di Francois Ozon, Jeune&Jole già si fa intendere con l'uso dell'E commerciale per definire la vita doppia di una ragazza tra giorno e notte. Ma in Costa Azzurra si passa dal cinema alla vita vera, prostituzione di lusso, donne di conforto a quattromila euro a prestazione, tutto compreso, full monty come dicono gli inglesi, mutuando la frase che il generale Montgomery ordinava per colazione, «completa».
Il festival attira stelle, stelline e sgualdrine, secondo definizione arcaica. Gli alberghi di lusso e lussuria offrono ampi servizi, in tutti i sensi, le hall sono un alveare di donne bellissime, pronte a offrirsi in cambio di dollari o euro, eventuali gioielli, evitare amori e impegni.
Fin qui non ci sarebbe la notizia, anche per il gran premio di Formula Uno di automobilismo a Montecarlo si radunano le migliori femmine del creato, là dove circolano i bolidi sfrecciano anche escort pronte a pit spot. Vado sullo scherzoso anche se la vicenda è miserabile. Le prostitute locali, quelle che da Nizza e dintorni operano su tutta la Costa Azzurra durante i grandi eventi, sono in fermento per questo brulicare di forestiere che occupano qualunque tipo di letto, alcova, albergo, yacht. In verità giocando in casa conoscono i portieri degli hotel a cinque stelle e hanno un giro di vantaggio sulle concorrenti ma queste sono davvero strepitose.
Su uno dei panfili all'ancora, fino al duemila e sette, venivano allestite serate da sogno, pagamento cash. Lo yacht aveva un nome originale «Che Guevara», apparteneva al rivoluzionario libico, Moaetessen Gheddafi, figlio del colonnello. A bordo esigeva tutti i tipi di piacere, provvedeva a questo il libanese Elie Mahas, suo braccio destro previo salario mensile di venticinquemila dollari più premi. Mahas, grande amico di famiglia, organizzò a Marrakech, nel duemila e quattro, il compleanno di Gheddafi junior, costo del party: un milione di dollari, la metà dei quali destinata a Enrique Iglesias e una parte a Carmen Electra, travolgente yankee creatrice del wrestling tra donne nude e attrice nel ruolo di Esmeralda in Vacanze di Natale, con De Sica e Boldi, edizione 1999, direi bene, no?
La Electra non ha mai commentato la notizia e Mahas ha giurato che la bellissima Carmen non si distese mai al fianco del figlio di. Una bella serata e basta.
Lo stesso Mahas finì il suo festival nel 2007 quando fu arrestato a Marsiglia e condannato a otto anni di prigione per adescamento, sfruttamento e simili. In Francia la prostituzione è legale ma non la pubblicità e l'esibizione della stessa. La polizia ha accertato che insieme con le prostitute iscritte all'albo operano anche le attrici reduci da Hollywood ma disoccupate, ragazze disgraziate che cercano il loro red carpet giacendo sul letto di chi non sanno ma paganti. Durante il festival il plotone supera le trecento unità, giovani e forti, qualcuna arriva a incassare anche 40mila dollari al giorno.
Il festival, dunque, è una gran fonte di reddito. Per i produttori cinematografici, gli albergatori, i portieri, di giorno e di notte, i ladri e le puttane. Douce France.

Commenti