Islanda, il parlamento vota a favore L'Unione europea s'allarga: siamo 28

Il parlamento islandese autorizza il governo a cominciare i negoziati di adesione all’Ue. Tempi brevi per l'ingresso

Islanda, il parlamento vota a favore 
L'Unione europea s'allarga: siamo 28

Reykjavic - Il parlamento islandese ha autorizzato oggi il governo a cominciare i negoziati di adesione all’Unione Europea. A favore hanno votato 33 membri del parlamento e contro 28.

La decisione del governo Il nuovo governo di sinistra, costituito il 10 maggio dopo la storica vittoria alle elezioni anticipate del 25 aprile, ha annunciato il giorno della sua costituzione che avrebbe presentato al Parlamento un ddl sull’adesione alla Ue. Il premier, Johanna Sigurdardottir, che sostiene anche l’adozione dell’euro, si aspettava di raggiungere una maggioranza a favore dell’avvio di discussioni con l’Ue. Il suo principale alleato, il partito dei Verdi-Sinistra, del ministro della Finanze, Steingrimur Sigfusson, si è infatti opposto all’adesione.

Il cammino dell'Islanda L’Islanda, 320mila abitanti, avrebbe in realtà un cammino breve per l’adesione alla Ue. Fa già parte dello Spazio economico europeo, condivide i principi base su cui è fondata l’Unione, ha un sistema di governo e una società democratica e a Bruxelles da tempo si sostiene che la procedura "non sarebbe particolarmente lunga o laboriosa".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti