Kabul, colloqui segreti tra Onu e Talebani per arrivare alla pace

Lo rivela il <em>Guardian</em>. A gennaio incontri segreti a Dubai tra un
inviato delle Nazioni Unite e uno dei capi dei fondamentalisti
islamici. Obiettivo: trovare un accordo per far cessare il conflitto in
Afghanistan 

Londra - Un inviato delle Nazioni Unite avrebbe condotto segretamente colloqui esplorativi con alcuni comandanti talebani per delineare i termini di un accordo di pace. Lo rivela oggi in apertura il quotidiano britannico The Guardian. I comandanti regionali della Quetta Shura si sono incontrati con Kai Eide, rappresentante Onu in Afghanistan, l’8 gennaio scorso a Dubai, in Arabia Saudita. "Hanno chiesto un incontro per avviare dei colloqui, vogliono protezione, non vogliono finire in posti come Bagram (il centro di detenzione della base militare Usa di Kabul)" riferiscono fonti delle Nazioni Unite. Si tratta del primo incontro del genere e a questo livello, precisa il quotidiano britannico, sottolineando come ciò possa rappresentare, per la prima volta in nove anni, una certa fiducia nelle organizzazioni internazionali da parte di alcuni gruppi talebani.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.