«L’incidente di Felipe? Io ci ho guadagnato...»

Sébastien Buemi è nato ad Aigle (Svizzera) e il 31 ottobre compirà 21 anni. Ha corso nel GP2 ed è stato pilota di riserva della Red Bull Racing. Il 9 gennaio 2009 è stato promosso come pilota titolare della Toro Rosso di Formula 1, dopo esserne stato tester nella stagione precedente.
Giovanissimo, eppure già in F1. Quando è iniziata la tua passione per i motori?
«A cinque anni correvo già sui kart e da quel momento diventare pilota di F1 è sempre stato il mio obiettivo».
Chi ti ha aiutato a realizzare il sogno?
«Per gran parte della mia carriera sono stato supportato dalla Red Bull nel quadro del programma Junior Driver».
Hai visto l’incidente di Massa?
«Sul circuito di Budapest io ero proprio dietro di lui, ho visto la sua macchina finire contro le gomme e all’auricolare mi hanno comunicato la gravità dell’incidente».
E non ti ha spaventato?
«Io non ho mai paura quando guido. E la sfortuna di Felipe per lo meno mi è servita a guadagnare una posizione. Ero undicesimo in prova e sono partito decimo sulla griglia».

Commenti