Lazio-Parma, Ballardini: «Loro tutta corsa e qualità»

Lazio-Parma, Ballardini: «Loro tutta corsa e qualità»

C’era una volta il derby della via lattea, figlio dell’opulenza delle famiglie Tanzi e Cragnotti. Che, complici i rispettivi rovesci finanziari, ridimensionarono subito la sfida nel match di chi stava in bolletta. Oggi è diverso, i due club sono gestiti dai signori Claudio Lotito e Tommaso Ghirardi, gente che ha tirato su Lazio e Parma con parsimonia. Forse anche troppa, ad ascoltare le lamentele dei tifosi, ma almeno adesso non si parla più di rischio fallimento e ci si concentra maggiormente su quel che accade in campo. Come fa Davide Ballardini, che in fase di presentazione del match ragiona sul momento della squadra: «Siamo all’inizio del campionato, le partite in questo momento sono così ravvicinate che possono portare tante sorprese. Noi abbiamo la voglia di fare il meglio possibile, ma le difficoltà sono sempre dietro l’angolo». A proposito della condizione fisica, lo stesso tecnico ha anche spiegato che «la Lazio sta bene e sa convivere con più impegni. I nostri giocatori sono molto responsabili, sanno che ci sono tante partite e le affrontano al massimo».
Infine, un commento sul Parma: «È una squadra quadrata, disciplinata e piena di entusiasmo. Ci sono giocatori molto esperti dietro e davanti hanno freschezza, corsa e qualità, a Milano hanno giocato alla pari con l’Inter». Sicure stasera le presenze di Baronio e Mauri, così come quella di Foggia alle spalle dell’accoppiata Cruz-Zarate. Dabo ha recuperato dal fastidio al piede, rientra nei ranghi, mentre è in dubbio l’ingresso in campo dal primo minuto di Matuzalem, uscito dal campo nel finale di Catania-Lazio per un affaticamento muscolare. Ballardini potrebbe concedere un turno di riposo al brasiliano, mentre è certo che Makinwa, Scaloni, Rocchi e Brocchi sono ancora out. Finale dedicata al futuro di Pandev. A gennaio andrà all’Inter, in cambio arriveranno 5 milioni e mezzo di euro oltre al prestito di uno fra Suazo e Materazzi.