La Lega accusa: «Soldi pubblici per la campagna della Bresso»

Quasi mezzo milione di euro per far sapere ai piemontesi quanto bene ha lavorato la giunta Bresso. Arriva dalla Lega Nord la denuncia dell’ennesimo spreco in Regione Piemonte. A partire lancia in resta è lo sfidante del centrodestra alle prossime Regionali, il leghista Roberto Cota: «Non credo che i piemontesi stiano apprezzando il copioso utilizzo di risorse della Regione per l’acquisto di intere paginate sulla stampa per pubblicizzare l’operato della Bresso» spiega in una nota. In particolare, secondo quanto riportato dal vicepresidente della giunta Paolo Peveraro, si spenderanno oltre 400mila euro. Già, perché oltre alla pubblicità sui quotidiani (90mila euro), ci sono le spese per la realizzazione e la consegna dei pieghevoli esplicativi a tutte le famiglie del Piemonte (270mila), la realizzazione grafica (18mila), la stampa (24mila) e il supporto grafico (19mila). Il tutto, secondo Cota e il centrodestra, rigorosamente a spese dei cittadini. «La Regione Piemonte – replica piccata la Bresso – spende in comunicazione lo 0,15% del bilancio contro una previsione nazionale che le permetterebbe di arrivare al 2%. L’onorevole Cota adesso si inventa pure campagne contro attività previste dalla legge».
Ma tra Cota e la Bresso c’è anche un altro fronte aperto, quello delle auto blu: «Non voglio alimentare polemiche, ma registro solo che fu lei a promettere che da presidente non l’avrebbe utilizzata, preferendo una Panda. In effetti pare che la Panda l’abbia acquistata, ma con quattro anni di ritardo».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.