Il lifestyle e i trend di Homi sempre più internazionali

Aperto fino al 27 gennaio in Fiera Milano il Salone degli stili di vita. Le proposte per la casa, la persona richiamano più visitatori con il nuovo format. Ivan Scalfarotto: "Il polo espositivo milanese si conferma un’eccellenza assoluta del nostro Paese". Carlo Maria Ferro: "Positiva la collaborazione con Ice, siamo impegnati a sostenere le fiere e le imprese"

Taglio del nastro per Homi 2020, il Salone degli stili di vita - del lifestyle contemporaneo per la casa e la persona - in corso nei padiglioni di Fiera Milano a Rho fino al 27 gennaio. Manifestazione dal format innovativo che si contraddistingue per il salto di qualità dell’offerta e dei percorsi espositivi pensati “su misura” per le nuove realtà del retail e dei consumi. Apertura che ha richiamato fin dal primo mattino i visitatori italiani e stranieri, i buyer e i professionisti dello home living, del design e del progetto - anche internazionale - che è stato allargato anche al mondo dell’hotellerie. Business con l’area dedicata agli incontri affollata e formazione con gli appuntamenti nel nuovo spazio Homi Lab.
A visitare gli stand della manifestazione e a confrontarsi con gli espositori, accompagnati dall’amministratore delegato di Fiera Milano Fabrizio Curci, il sottosegretario di Stato degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Ivan Scalfarotto, l’assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità di Regione Lombardia Stefano Bolognini e il presidente di Ita-Agenzia Ice, Carlo Maria Ferro.

“Homi è la prima grande manifestazione internazionale del 2020 in Fiera Milano - dice Ivan Scalfarotto -. Sostenuta dal ministero dello Sviluppo economico è una fiera di grande prestigio e ancora una volta il polo espositivo milanese si conferma un’eccellenza assoluta del nostro Paese: un hub fondamentale per sostenere le imprese e la nostra economia anche sul fronte dell’export. L’Italia in questo settore, come in tanti altri, dimostra di essere un numero uno assoluto. Noi italiani non sempre ce lo ricordiamo”.

Tema, quello delle esportazioni che è anche centrale per Homi. “Fiera Milano è un grande partener di Ice Agenzia e siamo estremamente soddisfatti dei risultati che abbiamo avuto nel 2019, ad esempio con una grandissima manifestazione come TuttoFood che ha avuto un exploit lo scorso anno - aggiunge Carlo Maria Ferro -. Homi apre una nuova stagione e credo che inizi con gli auspici di un anno di crescita dell’export. A dicembre abbiamo presentato il rapporto Ice-Prometeia con le prospettive sul commercio estero per i prossimi anni che indicano una crescita attesa di poco superiore al 2% a livello mondiale nel 2020 e per l’Italia nei primi 10 mesi del 2019 Istat ha registrato un incremento del 2.5%”.

“Come Ice siamo impegnati anche a sostenere le fiere italiane all’estero - aggiunge - e questo si inquadra nel nostro obiettivo di incrementare il numero delle aziende italiane che esportano sistematicamente che oggi sono126.000. per fare questo abbiamo cambiato marcia svolgendo più attività a sostegno delle fiere italiane sui mercati esteri, ricordo ad esempio due manifestazioni di grande successo e richiamo come il Salone del Mobile.Milano a Shanghai e Mosca, abbiamo effettuato un maggior numero di missioni con più imprese che vi partecipano”.

“Ma soprattutto - sottolinea il presidente dell’Ice - siamo tornati sul territorio con due iniziative nuove: un giorno alla settimana sistematicamente in ogni regione c’è un nostro funzionario che riceve le imprese ed è l’antenna delle opportunità di collegarsi con i nostri 80 uffici all’estero; a partire dal primo aprile i servizi essenziali che servono per avviare le esportazioni in un nuovo Paese, acome trovare un agente o un distributore, diventano gratuiti per le imprese fino a 100 addetti. È un Ice che ritorna a mettere le imprese al centro della sua attenzione”.

Informazioni sulla manifestazione e gli eventi su www.homimilano.com