L'irriverente Cattelan espone il "Dito medio" davanti alla Borsa

L’opera sarà installata davanti alla Borsa, no invece per il Cavallo Morto

Via libera davanti al Palazzo della Borsa alla scultura con il dito medio, no invece all’opera che ritrae un cavallo morto sormontato dalla scritta «Inri»: dopo giorni di incertezze e di polemiche il Comune ha trovato l’accordo con l’artista Maurizio Cattelan sulle modalità con cui allestire la sua personale a Palazzo Reale il prossimo autunno.
Ad annunciarlo è stato il sindaco Letizia Moratti, che proprio nei giorni scorsi aveva sollevato alcune perplessità sulle opere ad alto contenuto provocatorio dell’artista contemporaneo. «Ho parlato in serata con l’assessore alla Cultura - ha rivelato Letizia Moratti - e so che è stato trovato un accordo. Mi ha detto sommariamente che sarà mantenuta la scultura che andava in piazza Affari, e non invece l’opera con il cavallo». Dunque il prossimo autunno davanti al Palazzo della Borsa campeggerà una mano gigante e capovolta con il dito medio alzato: un chiaro messaggio irriverente e insieme una sottile citazione della grande mano di Costantino che invece ha l’indice puntato. «È ironica, è spiritosa, è arte - è stato il commento del sindaco - e l’arte non può essere imbavagliata. E anche la finanza in questo momento di crisi ha bisogno di un po’ di ironia». Ma Cattelan dovrà rinunciare all’installazione con un equino associato all’acronimo cristiano: è stata evidentemente giudicata inopportuna per essere esposta a pochi passi dal Duomo, nelle sale di Palazzo Reale.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti