Lodi, due ergastoli per omicidio tabaccaio

Il gup del tribunale di Lodi ha condannato all'ergastolo due responsabili dell'omicidio di Mario Girati, la notte di capodanno 2009 a Sant'Angelo Lodigiano. Agli altri due imputati 30 anni<br />

Lodi - Condanne a pene elevate per i presunti responsabili dell’omicidio, la notte di Capodanno del 2009, del tabaccaio Mario Girati, nella sua tabaccheria a Sant’Angelo Lodigiano. Il gup Andrea Pirola, del Tribunale di Lodi, ha condannato i tunisini C.I. (26 anni) e H.W (28 anni) all’ergastolo. Per gli altri due imputati, H.L. (26 anni) e Y.S., 30 anni di carcere. Disposti anche i risarcimenti per le due figlie del tabaccaio.

In manette l'anno scorso I quattro uomini erano stati arrestati, il 15 e il 16 gennaio dell'anno scorso. Tre di loro sono clandestini. Vivevano facendo lavori saltuari e ognuno di loro aveva piccoli precedenti alle spalle.

Rapina finita in tragedia Il tabaccaio fu ucciso dopo una rapina finita male. I rapinatori si erano introdotti improvvisamente dentro il bar-tabacchi mentre l’anziano gestore stava guardando la tv dopo la chiusura. Ma si sono traditi, qualche settimana dopo l'omicidio, tentando di riscuotere alcuni dei "Gratta e Vinci" rapinati alla tabaccheria. Pare che dopo l'omicidio i quattro fossero andati a festeggiare in piazza il capodanno.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.